CampagneGrazie a Voiello LIBERATO canta ancora e omaggia la tradizione partenopea

Grazie a Voiello LIBERATO canta ancora e omaggia la tradizione partenopea

liberato x voiello

Annunciato con video brevi ed enigmatici sui social, il concerto "Miez'O Mare" di LIBERATO è tra le iniziative volute da Voiello per Procida Capitale italiana della cultura 2022 che celebrano la tradizione e il folklore.

Tutto era cominciato con alcuni brevi video pubblicati sui canali social e una landing page sul sito aziendale[1] che vagamente invitava gli utenti a registrarsi per non perdersi novità e aggiornamenti sulla partnership LIBERATO x Voiello. Qualcuno aveva ipotizzato, così, che fosse in arrivo un nuovo formato di pasta o un nuovo packaging firmato dal cantante napoletano, ma non c’è voluto molto per scoprire che in realtà al cuore della collaborazione c’era un concerto Miez’O Mare” per Procida Capitale italiana della cultura 2022.

Il mistero, presto risolto, della collaborazione LIBERATO x Voiello

Non c’è mossa del cantante che non sia stata accompagnata in questi anni da un hype sapientemente nutrito di annunci a sorpresa dopo mesi di silenzio, nuove uscite non previste, eventi pubblicizzati solo a pochi giorni di distanza. Anche di fronte ai teaser dell’operazione LIBERATO x Voiello si è messa in moto, così, una community di appassionati e semplici curiosi ormai in qualche misura avvezza a scovare indizi e prove capaci di portarla sulle tracce del cantante.

C’è stato, per esempio, chi ha notato subito come tra le poche informazioni disponibili nella landing page sul sito di Voiello ci fossero delle coordinate che corrispondevano a quelle dell’isola di Procida. Qualcuno ha riconosciuto nel panorama di classiche case di pescatori colorate che fa da sfondo a uno dei video pubblicati sui profili Instagram e Facebook di Voiello la Spiaggia della Lingua, tra i luoghi più iconici e visitati dell’isola. Il tassello definitivo è arrivato, però, quando in uno dei copy dall’azienda hanno ricordato il primo concerto di LIBERATO quando per sentirlo cantare si erano radunati alla Rotonda Diaz, sul Lungomare Mergellina, più di 20mila fan e curiosi.

In molti avevano ormai capito a quel punto, prima ancora che arrivasse l’annuncio ufficiale da parte dell’aziende, che il cuore dell’iniziativa LIBERATO x Voiello era un concerto a Procida.

Il concerto “Miez’ O Mare” di LIBERATO a Procida

È bastato aspettare il 20 luglio, così, perché al tramonto il cantante si avvicinasse con una barca, proprio come quella prima volta nel 2018 sul lungomare di Napoli, alla Spiaggia della Lingua, salisse su una chiatta e cominciasse a cantare brani dal nuovo album di recente uscita, “Liberato II”, insieme a brani ormai classici del proprio repertorio come “Gaiola Portafortuna”, “Me staje appennenn’ amo’”, “Tu t’e scurdat’ ‘e me”.

concerto liberato procida

Fonte immagini: Rolling Stones

liberato voiello procida 2022

Un happening breve, durato giusto il tempo che il cantante napoletano apparisse incappucciato con l’usuale felpa nera, facesse sentire la sua musica a fan e curiosi presenti sulla spiaggia prima di sparire altrettanto velocemente in mare, continuando a mantenere la propria aura di mistero. A tale apparizione hanno fatto seguito foto e video dei presenti condivisi sui social a suon di hashtag legati tanto all’occasione (#miezomare) quanto al “fenomeno” LIBERATO (come quel #liberatocantaancora con cui negli anni sono state accolte le nuove release a sorpresa).

Tutto ciò dimostra che nell’estate del ritorno alle occasioni di socialità pre COVID non c’è strategia migliore per promuovere un progetto, un brand , le sue iniziative legate al territorio che sponsorizzare eventi dal vivo. Anche se, comunque, il concerto “Miez’O Mare” di LIBERATO x Voiello è stato trasmesso anche in diretta streaming sul canale YouTube del cantante[2] e si può ora rivedere sui canali social dell’azienda.

Le altre iniziative di Voiello per Procida Capitale italiana della cultura 2022

Sui canali social Voiello ha promesso altre novità presto in arrivo, ma non è dato sapere se legate ancora alla collaborazione con il cantante napoletano. Di certo c’è che come azienda del territorio e partner di Procida Capitale italiana della cultura 2022[3] Voiello ha già all’attivo altre iniziative per chi arriva nell’isola, ispirate alla tradizione e al folklore locali. Una grossa luminaria come quelle usate durante le feste di paese, disegnata da Domenico Pellegrino e Claudia Bartoli, è stata collocata all’inizio di Via Vittorio Emanuele, ben visibile da chiunque sbarchi sull’isola a ricordare loro la generosità della terra in cui si trovano e della gente che la abita.

luminaria voiello procida

 

In numerosi punti ricettivi, ancora, turisti e visitatori dell’isola potranno ritirare in omaggio un kit di benvenuto con una speciale confezione di penne ruvide Voiello di Grano Aureo 100% italiano e un ricettario dello chef procidano Marco Ambrosino per cucinare anche una volta arrivati a casa un piatto di pasta “come Napoli comanda”, che è diventato il payoff dell’azienda dopo il recente rebranding .

welcome kit voiello procida 2022


Dalla scelta di testimonial come chef Antonino Cannavacciuolo a spot girati in alcuni dei luoghi più iconici e più amati di Napoli – Marechiaro, la vista sul Vesuvio, i mercati rionali cittadini – e passando per un packaging dai colori e dal lettering intimamente legati alla tradizione partenopea, Voiello ha provato a differenziarsi in questi anni nell’affollato mondo dell’industria pastaria puntando tutto su un’identità storico-territoriale piuttosto definita. Rispettare la tradizione partenopea, pur riuscendo a svecchiarla e renderla più contemporanea, è insomma oggi la proposta di valore di Voiello e il leitmotiv di ogni sua iniziativa pubblica, inclusa appunto la recente partnership con LIBERATO.

LIBERATO, Voiello, Napoli: storia di una collaborazione identitaria

Non c’è collab che funzioni che non abbia alla base una condivisione di valori, visioni, ispirazioni.

Se il cantante napoletano ha fin da subito costruito la propria identità – anonima – sulla rivisitazione in chiave pop e moderna di situazioni narrative, topoi, stilemi, melodie, a volte persino partiture classiche della tradizione, della musica e della cultura popolare partenopea, l’operazione LIBERATO x Voiello deve essere sembrata la via più facile e sicura per arrivare con il proprio messaggio aziendale anche alle «nuove generazioni, avendo sempre chiare e salde le proprie radici», come ha raccontato a proposito del concerto “Miez’O Mare” a Procida Carolina Diterlizzi, VP marketing Italia Barilla (gruppo di cui Voiello è parte), aggiungendo come con LIBERATO l’azienda condivida «l’amore per Napoli e la voglia di mostrare le sue tante luci».

Peccato, però, per alcune scelte visive e narrative che nei video teaser che hanno anticipato il concerto hanno rischiato di far perdere questa comunione di intenti nel cliché di una fetta di “frittata di maccheroni” mangiata dal cantante sulla barca, proprio in mezzo al mare, cercando così di far intendere che si tratti di una tradizione legata alle domeniche napoletane al mare.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI