Lunedi 25 Giugno 2018
LibroStrategie SEO per l’eCommerce: una guida per ogni tipo di piattaforma
strategie SEO per l'eCommerce: una guida per ogni tipo di piattaforma

Strategie SEO per l'eCommerce: una guida per ogni tipo di piattaforma

Le principali strategie SEO per l'eCommerce, raccolte in un libro da Lucia Isone, da utilizzare per arrivare tra i primi risultati dei motori di ricerca.

EDITOREHoepli
PUBBLICAZIONE2017
LINGUAItaliano
AUTORE
Lucia Isone
VALUTAZIONE
Recensione Inside Marketing

In “Strategie SEO per l’eCommerce“, libro della collana Web Pro di Hoepli, l’autrice Lucia Isone mette a disposizione dei lettori la sua esperienza di webmaster e la declina in ottica commercio elettronico. Il risultato è una guida completa per la SEO di un progetto eCommerce arricchita da qualche di consiglio più strettamente legato al mondo del marketing. Il pubblico cui si rivolge è omogeneo, ma la conoscenza di tecniche SEO ne facilità sicuramente la comprensione. L’obiettivo non è quello di formare un esperto di SEO attraverso lo studio di un volume di 250 pagine ma quello di far comprendere come le tanto desiderate “prime posizioni su Google” non sono un risultato impossibile se si seguono determinate procedure.

Il libro è organizzato in brevi capitoli ognuno dei quali a sua volta suddiviso in paragrafi con la finalità di presentare i concetti in maniera logica e permettere al lettore di comprenderli al meglio. Se il focus del volume sono le strategie SEO per l’eCommerce, l’attenzione fin dalle prime pagine è volta alla definizione dell’argomento principe: la search engine optimization. Con l’espressione search engine optimization si intendono tutte quelle attività che aumentano la visibilità di un sito web all’interno dei risultati dei motori di ricerca. Il ruolo della SEO, però, non si limita solo alla creazione di siti search engine friendly ma anche al loro essere user friendly. L’utente viene analizzato nelle sue intenzioni attraverso le personas e grazie allo studio del funnel di vendita viene adattato l’intento al contenuto. Gli utenti rappresentati dalle personas inseriscono all’interno della barra di ricerca una serie di parole che sintetizzano un loro bisogno, dallo studio di queste parole la scelta delle parole chiave. Una keyword, in ambito SEO, è una particolare parola o un gruppo di parole che descrive il contenuto di una pagina web e la cui scelta corretta è un fattore fondamentale per il posizionamento di un sito. Le keyword non sono tutte uguali, ce ne sono di più o meno competitive ed esistono diversi strumenti per calcolare la keyword difficulty.

Strategie SEO per l’eCommerce: il ruolo delle landing page

L’analisi della struttura di un sito web è essenziale per facilitare la sua raggiungibilità da parte di utenti e motori di ricerca. Infatti, sia se parliamo di un sito costruito da zero sia se parliamo di un sito già esistente, ci sono dei concetti che devono essere ben chiari nella mente di un esperto SEO. A gettare le basi di questa analisi c’è sicuramente la distinzione fra architettura tecnica e architettura dell’informazione che in un eCommerce rappresentano rispettivamente la progettazione degli aspetti tecnici e la classificazione dei contenuti. La tassonomia di un eCommerce, la sua classificazione di argomenti in una struttura gerarchica, è oggetto di studio in un capitolo dedicato all’interno del quale vengono presentati anche i concetti di categorie e tag, mentre al concetto di ontologia, relazione fra le singole tassonomie, si fa un accenno solo nei primi capitoli. Scendendo nel dettaglio della struttura di un eCommerce, l’autrice pone il focus sull’organizzazione dei contenuti sia all’interno dell’home page sia nelle singole schede prodotto. L’home page è la vetrina virtuale del negozio, il luogo in cui vengono esposti i prodotti migliori e le offerte che possono attirare i clienti ma è anche il biglietto da visita del sito per i motori di ricerca e la pagina che genera il maggior traffico. Grazie all’home page i motori di ricerca vengono informati sui contenuti presenti sul sito, ma per essere efficace è necessario bilanciare le strategie SEO con l’esperienza degli utenti e gli obiettivi di business. Se il cuore dell’home page è la sua struttura ad albero ricca di link, il cuore della pagina prodotto è sicuramente il contenuto. Per non incorrere in penalizzazioni, le descrizioni dei prodotti devono essere uniche e capaci di convertire creando con l’utente un legame emotivo ma soprattutto fornendo le informazioni di cui ha bisogno fin dal titolo.

Parlando di posizionamento di un eCommerce, la presenza di una landing page facilita l’aumento del ranking e le conversioni dell’eCommerce. La landing page è una pagina di atterraggio che mostra contenuti strettamente correlati a quanto presentato all’interno di una pubblicità. Per realizzarne una di successo è necessario scegliere l’URL giusto, comunicare il messaggio del brand, semplificare il design e creare contenuti di qualità che attirino la clientela.

L’ottimizzazione di un eCommerce

Accanto alle tecniche di ottimizzazione off-page e on-page troviamo una serie di attività orientate all’eCommerce che favoriscono il miglioramento della sua posizione sui motori di ricerca. All’interno dei capitoli dedicati si trovano indicazioni per il miglioramento della user experience, indicazioni per il miglioramento delle performance e indicazioni per business internazionali.

  • Miglioramento della user experience
    Per rendere il sito più interessante e ridurre la frequenza di rimbalzo è necessario avere un menu di navigazione visibile e accessibile da qualsiasi pagina del sito, schede prodotto uniche e dettagliate e considerare l’inserimento di prodotti up-selling e cross-selling che possano ampliare l’esperienza d’acquisto dell’utente. L’utente non è soltanto il visitatore desktop ma anche e soprattutto il visitatore da smartphone che in un qualsiasi momento della giornata utilizza il proprio dispositivo mobile per effettuare acquisti, cercare informazioni e confrontare prezzi. In quest’ottica un sito va progettato per un esperienza mobile friendly ma senza dimenticare di offrire il passaggio da una versione mobile a una desktop anche da smartphone.
  • Miglioramento delle performance
    La velocità di caricamento è uno dei fattori che determina il ranking di un sito e nel caso di un sito mobile è determinante per il posizionamento. Esistono diversi tool che analizzano i contenuti di una pagina web generando suggerimenti per renderla più veloce; per incrementare le performance del proprio eCommerce basta implementare un valido sistema di caching che diminuisca il carico di lavoro senza rallentare la navigazione dell’utente.
  • Localizzazione e SEO internazionale
    Avere un sito multilingue significa ottenere un buon posizionamento locale e lo si può fare servendosi dell’attributo hreflang. Fare SEO internazionale significa ottimizzare il sito attraverso parole chiave in lingue diverse. In entrambi i casi una serie di procedure viene illustrata ampiamente attraverso stringhe di codice e grafiche raffiguranti le schermate dedicate. Nel capitolo in cui si parla di local SEO viene aperta una parentesi relativa alle piattaforme utilizzate per la condivisione della propria posizione e approfondito nel dettaglio l’utilizzo di Google My Business.

A concludere il libro una ricca sitografia, essenziale per comprendere i concetti enunciati nelle pagine precedenti ma organizzata in ordine alfabetico e non per argomento di riferimento. Unica pecca visto che non sempre l’URL indica l’argomento cui si fa riferimento e così facendo si perde la possibilità di usufruire di un contenuto utile.


Angela Rita Laganà
A cura di: Angela Rita Laganà Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ricerca Libri