campagna Rakuten
Martedi 11 Dicembre 2018
MacroambienteLe nuove tendenze del mercato immobiliare turistico in Italia nel 2018

Le nuove tendenze del mercato immobiliare turistico in Italia nel 2018

È fondamentale, durante l'estate, monitorare l'andamento del mercato immobiliare turistico in Italia e le tendenze previste per il 2018.


Francesca Paola Esposito
A cura di: Francesca Paola Esposito Autore Inside Marketing
Le nuove tendenze del mercato immobiliare turistico in Italia nel 2018

Giunta l’estate può essere comodo monitorare le tendenze del turismo e del mercato immobiliare turistico in Italia, sia per chi voglia vendere che per chi voglia comprare una casa vacanza oppure acquistarne una a uso investimento nella penisola. L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, mediante l’indagine “Mercato immobiliare turistico estate 2018“, ha analizzato le tendenze, soprattutto in riferimento al secondo semestre 2017.

Mercato immobiliare turistico in Italia: aumento di turisti stranieri

Quando si tratta d’estate, il mare non è l’unica meta ambita dagli italiani, ma rimane spesso preferenziale rispetto al lago e alla montagna. Seppur dal 2008 ad oggi abbiano perso il loro valore immobiliare (le località di mare del 39,6%, quelle di lago del 28,3% e quelle di montagna del 31,7%) vi sono alcune regioni dove si segnala una lieve ripresa dei prezzi, come Veneto (+2,7%) e Sicilia (+0,9%).

Il mercato immobiliare turistico in Italia è reso fiorente anche dal mercato straniero. I turisti che provengono, infatti, per lo più dal resto d’Europa confermano il proprio interesse verso località balneari campane (Ischia, Sorrento, Amalfi e Positano), siciliane (nell’area di Castellammare del Golfo e Scopello) e liguri, grazie soprattutto alla nascita di sempre maggiori piste ciclabili che funzionano da importante elemento attrattivo. A colpire il turismo straniero e a catalizzarne l’attenzione sono, poi, soprattutto i borghi marittimi che portano ad acquistare soprattutto abitazioni d’epoca o soluzioni indipendenti e più defilate ma con impagabili viste panoramiche sul mare. Gli italiani preferiscono, al contrario, investire budget più ridotti, scegliendo appartamenti non lontani dalle spiagge che comportano inevitabilmente la rinuncia al fronte mare.

Le preferenze degli investitori

Tra chi si è rivolto al gruppo Tecnocasa, il 6,2% lo ha fatto per trovare una casa vacanza, mentre il 18,5% per una casa a uso investimento. Attraverso le ricerche in rete si evidenzia infatti una maggiore propensione all’acquisto di abitazioni da utilizzare come B&B. La formula immobiliare più richiesta (e che maggiormente rispecchia le preferenze degli acquirenti), comunque, è il trilocale (34,7%), seguito da soluzioni indipendenti (27,6%) e dal bilocale (24,5%). Questa poi, dove possibile, viene ricercata con uno spazio esterno (terrazzo, balcone vivibile o giardino) e una serie di comodità come la vicinanza ai luoghi balneari.

Il mercato immobiliare turistico in Liguria

In Liguria, nella seconda parte del 2017, le località turistiche della provincia di Genova hanno registrato un calo dei prezzi del 3%, soprattutto per le tipologie di abitazione da dover ristrutturare. Questa tendenza ha determinato una buona domanda di immobili da utilizzare anche come casa vacanza. Ad acquistare sono anche gli investitori che intendono mettere a reddito l’immobile sia per affitti stagionali sia per affitti di lunga durata e la zona più quotata è il tratto di Lungomare (viale Groppo, corso Colombo e corso Valparaiso), anche se più costosa; è comunque la più richiesta da chi cerca una casa vacanza. I comuni della provincia di Savona hanno segnalato invece un ribasso del 3,9%. Le soluzioni più costose e talvolta di pregio si trovano lungo la prima fila, fronte mare, dove si toccano punte di 7000-8000 € al mq, soprattutto se si tratta di soluzioni signorili. Sono stabili invece i valori immobiliari delle località turistiche in provincia di Imperia, nonostante la domanda sia vivace soprattutto grazie ai potenziali acquirenti provenienti dal Nord Europa. I turisti italiani che trascorrono le vacanze in zona lo fanno generalmente in camper, ma ora hanno mostrato – grazie al ribasso dei prezzi – la tendenza a voler acquistare una seconda casa da utilizzare in futuro. Tra i motivi a cui attribuire la ripresa del mercato c’è sicuramente la possibilità di accendere mutui a condizioni vantaggiose, a fronte di acquirenti tra i 60 e i 70 anni che decidono di impiegare i loro risparmi in una seconda casa da utilizzare o da affittare. A Sanremo si segnala un costante interesse per l’acquisto della casa vacanza, ricercata soprattutto da acquirenti lombardi e piemontesi che la utilizzano anche durante il periodo invernale per il clima favorevole e la vicinanza alla Costa Azzurra.

La situazione in Veneto ed Emilia Romagna

Per quanto riguarda il resto del mercato immobiliare turistico in Italia, un ulteriore focus è necessario su altre due realtà del Nord Italia. In Veneto, dove i potenziali acquirenti hanno un budget tra i 250 e i 300mila euro, sempre secondo un’indagine di Tecnocasa Group, la domanda si orienta su monolocali, bilocali e trilocali, possibilmente con box auto. Acquistano famiglie benestanti che arrivano dalla provincia di Padova e che cercano la casa vacanza oppure la casa da mettere a reddito durante l’estate. La zona più quotata? È il centro storico, intorno al Duomo.

Le località turistiche dell’Emilia Romagna, invece, hanno registrato una lieve contrazione dei valori immobiliari e chiudono con valori in ribasso le province di Rimini e di Forlì. Nella provincia di Forlì-Cesena prevalgono le richieste di casa vacanza ricercate da residenti nelle province di Bologna e di Modena. In particolare viale Carducci, il lungomare della città, registra le quotazioni più elevate che possono toccare punte di 4000 € al mq nella zona del porto Canale. La provincia di Ravenna è invece l’unica, nel mercato immobiliare turistico in Italia, a registrare un lieve rialzo, soprattutto per Cervia, Pinarella e Tagliata. Data la quantità di offerta sul mercato, chi non trova ciò che desidera può temporeggiare senza sensi di colpa. Le caratteristiche più ricercate sono il posto auto e i contesti condominiali piccoli per ridurre le spese condominiali. Nella provincia di Rimini i prezzi sono stabili e, in alcuni casi, anche in rialzo, soprattutto nell’area centrale di Riccione e in zona Paese. A cercare la casa vacanza sono in genere turisti in arrivo dall’Emilia Romagna, dalla provincia di Milano e in minor parte anche dall’Umbria.

Il mercato immobiliare turistico in Sicilia e Sardegna

Ultime ma non meno importanti per quanto riguarda il mercato immobiliare turistico in Italia vedono una ricerca mirata e specifica sul mercato immobiliare turistico le isole del bel paese. Le località turistiche marittime della Sicilia hanno registrato una crescita dello 0,9% nella seconda parte del 2017, in particolare un aumento dei valori a Trapani del 3,3%. Castellammare del Golfo e Scopello sono, come per la Campania, meta turistica soprattutto di acquirenti stranieri provenienti da Paesi Bassi, Germania, Francia, UL e, negli ultimi tempi, anche della Repubblica Ceca e della Slovacchia, alla ricerca di soluzioni indipendenti che garantiscano privacy e tranquillità. Ci sono anche acquirenti del Nord Italia ma con budget più contenuti, interessati a Fraginesi. Nelle stesse zone è elevata la richiesta di locazione turistica.

Nello stesso periodo analizzato, i valori immobiliari in Sardegna invece hanno registrato una contrazione dello 0,4%. A influenzare significativamente il mercato della casa vacanza di Alghero è la riduzione dei voli da parte delle compagnie low cost che ha determinato una contrazione del turismo nella cittadina sarda. Una simile congiuntura ha obbligato molti di coloro che possedevano B&B a rivenderli. Castelsardo è considerato uno dei borghi più belli d’Italia, dalle case storiche e colorate, attirando una buona quantità di turisti in arrivo da tutte le parti del mondo. Oltre alle numerose tipiche feste di paese la sua posizione geografica la colloca non troppo distante dalla Costa Smeralda. Qui si compravendono soprattutto seconde case. A Villasimius si è registrato un mercato dinamico, mentre a Pula le quotazioni sono stabili. Tra queste zone, la più ricercata è Santa Margherita di Pula, soprattutto da chi cerca la casa vacanza. Infine, anche Costa Rei trova una certa mobilità, soprattutto nell’acquisto di trilocali a budget contenuto, sia vicino che lontano dal mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Articoli sull'argomento

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI