Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
MarketingIl brand di sale da cucina Morton sfrutta la realtà aumentata per ridurre lo spreco alimentare (e raggiungere i Millennials in cucina)

Il brand di sale da cucina Morton sfrutta la realtà aumentata per ridurre lo spreco alimentare (e raggiungere i Millennials in cucina)

Sfruttando l'AR, Morton ha deciso di proporre delle ricette per aiutare i consumatori a evitare lo spreco di alimenti: ecco in cosa consiste quest'iniziativa e perché è partita da una marca di sale da cucina.

morton sfrutta la realtà aumentata per aiutare i consumatori a ridurre lo spreco di cibo

Erase Food Waste è il nome dell’esperienza proposta ai consumatori dall’azienda americana leader del settore del sale da cucina, che punta a combattere lo spreco alimentare con un tocco di umorismo e creatività. Morton sfrutta la realtà aumentata per puntare in particolare ai millennials con diverse ricette create per promuovere l’uso di ingredienti meno freschi o di avanzi di cibo – in particolare frutta e verdura – che potrebbero essere ancora consumati ma che spesso tendono a essere scartati.

Morton sfrutta la realtà aumentata per una buona causa

Per accedere all’esperienza in AR ideata da Morton è necessario scansionare l’apposito qr code con lo smartphone per vedere comparire alcuni ingredienti – come una patata, un’arancia, un pomodoro, una banana o una fragola – che si muovono a ritmo di musica. Cliccando su ognuno di questi ingredienti compaiono delle simpatiche animazioni in AR che propongono i differenti alimenti antropomorfi che trascorrono dei “momenti di relax“: un’arancia prende il sole sul bordo della piscina; le patate guardano la TV; le fragole fanno un puzzle.

morton sfrutta la realtà aumentata per proporre delle ricette contro lo spreco di cibo

Fonte: ar.mortonsalt.com

L’idea alla base della creazione di queste animazioni è quella di rimandare gli utenti a delle ricette utili per combattere il grave problema dello spreco alimentare, partendo dalla propria cucina: infatti, cliccando su ciascuno dei differenti frutti o delle differenti verdure è possibile accedere a una ricetta diversa.

Oltre all’inserimento del QR code su alcune confezioni, Morton ha promosso l’iniziativa attraverso i canali social e anche sul sito dove ha condiviso alcune ricette.

Erase Food Waste Augmented Reality

Experience Morton like never before…in Augmented Reality! Save time and money with the new Erase Food Waste AR experience. Click the link for inspiration to turn your leftover ingredients into delicious eats: https://bit.ly/2R7gxqz #MortonSalt

Posted by Morton Salt on Saturday, May 8, 2021

Allo stesso modo, Morton sfrutta la realtà aumentata per fornire ai consumatori delle informazioni sulle differenti tipologie di sale: scansionando un altro QR code è possibile vedere in AR le varietà di sale da cucina prodotte da Morton e cliccando su ciascuna di esse è possibile conoscerne le relative caratteristiche. Questo potrebbe essere un modo divertente per attirare l’attenzione verso i nuovi packaging di Morton – lanciati a ottobre 2020 – contribuendo così ad aumentare la familiarità dei consumatori con i cambiamenti apportati alle classiche confezioni, nel processo di redesign.

morton sfrutta la realtà aumentata per ridurre lo spreco di cibo

Fonte: ar.mortonsalt.com

Un’iniziativa poco comune per un brand di sale da cucina, ma in linea con l’identità di Morton

I consumatori hanno ormai molta familiarità con alcune applicazioni dell’AR sono: si pensi, per esempio, ad app come IKEA Place (che permette agli utenti di vedere arredi nella propria abitazione o in altri spazi), Nike Fit (ideata per aiutare i consumatori a scegliere il modello e il numero di scarpa più adatti ai propri piedi), ma anche alle varie app di try-on virtuale live sviluppate da differenti brand di cosmetici come MAC, Maybelline o L’Oréal. Vi sono però dei settori come per esempio quello del food in cui è decisamente meno comune l’utilizzo di questa tecnologia, cosa che potrebbe contribuire ad aumentare la curiosità dei consumatori verso l’iniziativa di Morton.

Secondo la CMO di Morton, Denise Lauer, le abitudini culinarie sono cambiate durante la pandemia dato che più consumatori hanno iniziato a cucinare a casa. Proprio per questa ragione l’Erase Food Waste experience arriva in un momento strategico: come spiega la CMO, ora che i consumatori dedicano più tempo all’attività culinaria – abitudine che l’azienda crede verrà mantenuta nel post pandemia – e che «continuano a portare dei tool digitali e delle tecnologie in cucina, crediamo che questo sia il momento perfetto per offrire loro un’esperienza totalmente nuova».

La scelta di sfruttare una tecnologia come l’AR sembra inoltre collegata alla strategia di redesign e alla volontà dell’azienda di dare un «look più moderno» a un brand con 173 anni di storia. Come ha fatto notare Denise Lauer: «il nostro target sono i consumatori Millennials: questo è un modo unico per raggiungerli quando si trovano in cucina e per continuare a modernizzare l’esperienza che essi hanno con la marca Morton».

L’idea di utilizzare questa tecnologia per promuovere la lotta allo spreco di cibo è perfettamente in linea con la comunicazione di Morton, portata avanti da diversi anni. L’azienda già in passato aveva messo in atto delle azioni volte combattere il problema. «Il nostro prodotto viene usato per la conservazione ed è un ingrediente essenziale» ha ricordato il director of brand strategy and communications Paul Jackiwicz che, parlando dell’iniziativa di Morton, ha messo in evidenza il legame tra l’enorme contributo che il sale può dare in cucina e l’impatto positivo che il brand può avere nel mondo.

Sono tanti i brand che negli ultimi anni hanno compreso l’utilità di sfruttare i contenuti in AR come un modo per aumentare il tempo di “esposizione” o di contatto con il brand, proponendo un’esperienza non solo piacevole ma anche utile per i consumatori. Nel caso preso in analisi, la strategia si rivela ancora più accattivante perché offre ai clienti la possibilità di prendere parte a una causa rilevante – quella della lotta allo spreco alimentare – che diventa in un certo senso parte del proprio stile di vita grazie all’aiuto di Morton, un brand che per molti consumatori americani era già un elemento presente nella cucina di casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI