MacroambienteDalla collaborazione tra YouTube, il Parlamento europeo e l’EIIS è nato il progetto “Terra Terra, sostenibile è semplice”

Dalla collaborazione tra YouTube, il Parlamento europeo e l'EIIS è nato il progetto "Terra Terra, sostenibile è semplice"

Terra Terra

È stata lanciata l'iniziativa "Terra Terra, sostenibile è semplice". Per l'occasione alcuni youtuber sono stati scelti per veicolare attraverso il social messaggi di sostenibilità ambientale.

A dicembre 2021 Google Italia ha pubblicato sul proprio blog ufficiale la notizia relativa alla nascita del progetto “Terra Terra, sostenibile è semplice“, realizzato attraverso una partnership che ha visto coinvolti YouTube, il Parlamento europeo in Italia e l’European Institute of Innovation for Sustainability. Il progetto si è focalizzato sulla tutela del pianeta e delle sue preziose risorse.

Un ruolo chiave nella divulgazione e nell’attuazione dell’iniziativa è stato ricoperto da alcuni creator di YouTube che, dopo aver approfondito i temi riguardanti la cura dell’ecosistema tramite l’ausilio dell’European Institute of Innovation for Sustainability, hanno realizzato video ad hoc per il progetto e hanno invogliato i propri fan a comunicare le loro idee relative al benessere dell’ecosistema partecipando alla Conferenza sul futuro dell’Europa.

I cittadini europei hanno infatti la possibilità di partecipare a molteplici eventi su diverse tematiche, ma possono proporre idee e inviare contributi (attraverso un’apposita piattaforma digitale), riguardanti in particolare l’avvenire del continente. I creator, inoltre, sono diventati i protagonisti di una delle tappe fondamentali del progetto: a dicembre 2021, infatti, alcuni degli youtuber coinvolti si sono recati presso la sede del Parlamento europeo a Roma per incontrare un rappresentante dei cittadini che hanno partecipato alla Conferenza sul futuro dell’Europa e alcuni europarlamentari.

I video YouTube sono al centro di “Terra Terra, sostenibile è semplice”

Sono nove gli youtuber che hanno offerto il loro contributo al progetto attraverso i propri preesistenti canali YouTube. Si tratta nello specifico di Bosco di Ogigia, Camilla Mendini, DarialNaturale, Viaggiatori ecologici, Matt The Farmer, Naki, Ruggero Rollini, TechPrincess, xenia offwhite.
Occorre sottolineare che tramite i loro canali già in passato questi youtuber hanno potuto dare risalto anche tematiche in linea con questa iniziativa (dagli acquisiti sostenibili alla bioedilizia).

Più nel dettaglio, in questa occasione, come si apprende dal blog post di Google, ogni youtuber ha realizzato video attraverso cui suggerisce alla propria community come vivere in un modo più sostenibile.

I consigli pratici dei creator digitali

I contenuti degli youtuber sono risultati in linea con gli obiettivi dell’intero progetto “Terra Terra, sostenibile è semplice“. Tra questi è possibile menzionare

Gli youtuber hanno quindi fornito ai propri follower interessanti consigli su svariate tematiche: da come riutilizzare più di una volta la stessa quantità d’acqua, riducendo così il consumo questa specifica risorsa rinnovabile ma non infinita, a come combattere, con azioni protratte nel tempo, il cambiamento climatico causato soprattutto da eccessive emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera.

VIVERE IN CAMPER IN MODO SOSTENIBILE – VANLIFE #1 #TerraTerra🌎

VIVERE IN CAMPER IN MODO SOSTENIBILE  - VANLIFE #1 #TerraTerra🌎

In merito alle emissioni di CO₂, più di un creator si è focalizzato su questo tema suggerendo al proprio pubblico per esempio di ridurre il consumo di alimenti di origine animale, la cui produzione tenderebbe a inquinare di più rispetto alla produzione di alimenti vegetali.

L’argomento della sostenibilità è stato affrontato anche da un punto di vista socio-politico: in questo caso sono state consigliate agli utenti di YouTube alcune modalità tramite le quali i cittadini possono far sentire la propria voce. Una di queste è rappresentata dalle manifestazioni volte a far attuare dai singoli paesi europei i piani previsti dal Parlamento europeo per fronteggiare l’emergenza climatica.

Talvolta i creator hanno dato anche spazio nei propri video a brevi filmati realizzati dai fan.

SOSTENIBILITA’: Azioni CONCRETE #TerraTerra 🌍

SOSTENIBILITA': Azioni CONCRETE #TerraTerra 🌍

Il rimando al progetto e ai suoi simboli nei video

I video ideati per l’iniziativa, che ha visto impegnati attivamente sia Google che il Parlamento europeo, sono subito riconoscibili su ciascun canale YouTube dei creator attraverso diversi elementi comuni. Molti filmati, nei loro primi secondi, mostrano il logo del progetto rappresentato dalla scritta bianca “Terra Terra” e da uno sfondo verde.

Alcuni video mostrano inoltre nei primi frame un’immagine contente non solo lo sfondo già descritto in precedenza e il logo dell’iniziativa ma anche quelli di YouTube e del Parlamento europeo, il tutto accompagnato da una musica che rimanda ai suoni tipici della natura.

Terra Terra

Nel frame è possibile osservare il logo del Parlamento europeo e quello di YouTube. Fonte: video YouTube Viaggiatori Ecologici.

Infine, nel titolo o nella descrizione del video i filmati presentano l’ hashtag ufficiale #TerraTerra, talvolta accompagnato dall’emoticon del globo, con la specifica #ad o #adv.

“Terra Terra”: i creator al Parlamento europeo

Come già anticipato, uno degli step più significativi dell’intero progetto è stato l’incontro del 10 dicembre 2021 svoltosi a Roma – trasmesso in diretta anche sul canale YouTube del Parlamento europeo in Italia –  tra i creator e gli europarlamentari tra i quali Brando Benifei, Mario Furore, Salvatore De Meo e Simona Bonafè

L’evento, che si è aperto con i saluti di Carlo Corazza (responsabile del Parlamento europeo in Italia), Francesca Mortari (direttrice YouTube, sud Europa) e Carlo Alberto Pratesi (presidente EIIS), ha visto successivamente un confronto tra alcuni degli youtuber che hanno preso parte al progetto e i parlamentari menzionati in precedenza.

Terra Terra

Dal programma presente sul sito del Parlamento europeo in Italia è possibile apprendere le tematiche delle tre sessioni di dialogo che hanno visto protagonisti i creator di YouTube.

Durante l’evento, nel quale i creator si sono confrontati con i parlamentari in merito alle azione da mettere in atto per tutelare il pianeta, sono stati mostrati alcuni spezzoni di video realizzati dagli youtuber non presenti all’evento.

Rollini al Parlamento di Roma.

L’immagine mostra il dibattito tra il creator Rollini e l’europarlamentare Mario Furore. Fonte: canale YouTube del Parlamento europeo in Italia.

Gli youtuber in questa occasione di confronto hanno potuto porre ai membri del Parlamento europeo non solo le loro domande ma anche quelle che la propria community aveva precedentemente espresso tramite commenti ai video diffusi in Rete.

Terra Terra | Sostenibile è semplice

Terra Terra | Sostenibile è semplice

Scegliere YouTube come mezzo di comunicazione per divulgare contenuti in linea con l’iniziativa “Terra Terra, sostenibile è semplice” si è rivelata, dunque, una scelta probabilmente vincente in quanto il social, la cui mission è proprio quella di «dare a tutti la possibilità di far sentire la propria voce», come ha ribadito anche Francesca Mortari durante l’incontro al Parlamento, consente di affrontare tematiche complesse in modo semplice, attraverso contenuti di tipo audiovisivo, seguendo il tone of voice degli youtuber in questione, cosa che può aiutare a rendere alcuni contenuti percepiti come noiosi più attraenti agli occhi degli spettatori-utenti, spingendoli a interagire e a interessarsi a essi.

Inoltre, è probabile che la scelta di YouTube fosse finalizzata a raggiungere generazioni più giovani, come per esempio la generazione z .

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI