ComunicazioneOra Messenger invia una notifica quando qualcuno fa uno screenshot nelle chat segrete

Ora Messenger invia una notifica quando qualcuno fa uno screenshot nelle chat segrete

Notifiche per gli screenshot su Messenger nelle chat segrete

L'obiettivo è evitare che si possano salvare o ricondividere messaggi originariamente pensati come effimeri. Le notifiche per gli screenshot su Messenger non sono, però, l'unica novità che guarda a privacy e sicurezza in chat

«Entro le prossime settimane», come si legge nell’annuncio ufficiale, si potrebbero ricevere delle notifiche per gli screenshot su Messenger. Quando la chat è in modalità segreta e il mittente ha impostato un intervallo di tempo per l’autodistruzione dei messaggi scambiati lo stesso potrebbe essere automaticamente avvisato se il destinatario fa uno screenshot della conversazione o dei media che essa contiene e la ragione, come sottolineano dal team di Meta, è essenzialmente una ragione di sicurezza.

Come funzioneranno le notifiche per gli screenshot su Messenger nelle chat segrete

Quella dei messaggi effimeri e che si autodistruggono è un’impostazione che le app di messaggistica istantanea di casa Zuckerberg – e non solo – hanno da tempo “copiato” a Snapchat, consapevoli che creare «uno spazio dove poter esprimere se stessi» al meglio e liberamente, e dove gli utenti desiderino trascorrere di conseguenza più tempo, può passare anche dal permettere di condividere solo temporaneamente foto, video e qualunque altro tipo di informazione con il proprio interlocutore.

Salvare lo schermo delle chat è la “tattica” che in qualche caso gli utenti usano per aggirare il meccanismo stesso dei messaggi effimeri: gli intenti possono essere dei più vari e non escludono il conservare o ricondividere scatti intimi, per esempio, o l’usare questo tipo di media o qualsiasi altra informazioni a scopo ricattatorio. Le notifiche per gli screenshot su Messenger, già attive per le chat temporanee e ora in arrivo anche per la chat segrete, avviseranno insomma il mittente di un comportamento insolito da parte dell’interlocutore in modo che, dopo averle ricevute, lo stesso possa chiedere chiarimenti o nel caso peggiore bloccare l’utente e segnalare la conversazione.

notifiche per gli screenshot su messenger

 

«Le persone si aspettano dalle proprie app di messaggistica che siano sicure e rispettose della privacy» sostiene convinto il team di Messenger ed è per questo che, per rendere ancora più “ricca” la user experience , le notifiche per gli screenshot su Messeger nelle chat segrete arrivano insieme a diverse altre novità votate alla sicurezza dell’utente.

Gli altri modi in cui ora Meta punta alla sicurezza delle chat su Messenger

La novità più importante è l’applicazione della crittografia end-to-end anche alle chat e alle chiamate di gruppo su Messenger. La E2EE è diventata nel tempo una sorta di “gold standard” per le app di messaggistica istantanea perché fa sì che il contenuto dei messaggi scambiati sia accessibile solo a mittente e destinatario finale, di fatto impedendo che le informazioni possano essere hackerate, rese disponibili a soggetti politici o governativi per ragioni di cybersorveglianza o warfare o cedute a terzi per ragioni commerciali.

Come sottolinea tra gli altri Tech Crunch, Meta è in ritardo però sul passaggio alla crittografia end-to-end per le app di messaggistica istantanea: basti pensare che lo stesso potrebbe non essere completo, peraltro, prima del 2023[1]. L’azienda aveva annunciato l’arrivo dello standard E2EE nelle chat e nelle chiamate di gruppo su Messenger nel 2021[2] e proseguito con dei test all’interno di chat tra amici e familiari già esistenti e con il roll out progressivo dell’impostazione prima di dare l’annuncio, pochi giorni fa, di aver reso lo stesso disponibile a tutti. Il passaggio alla crittografia end-to-end nelle chat di gruppo su Messenger rimane comunque attualmente opzionale e sta cioè all’utente scegliere, secondo un meccanismo di opt-in, questa modalità di scambio dei messaggi.

Anche sulle chat criptate con questa modalità e per «rendere migliore l’esperienza quando si messaggia», sottolinea ancora il team, arrivano però ora per la prima volta sticker, gif, Reaction, un indicatore per capire se i propri interlocutori stanno scrivendo e la funzione Reply per rispondere a uno specifico messaggio tra le altre novità.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI