Sabato 22 Settembre 2018
MacroambienteDa F8 al lancio di Amazon Pay in Italia: le notizie tech dal 16 al 22 aprile 2017

Da F8 al lancio di Amazon Pay in Italia: le notizie tech dal 16 al 22 aprile 2017

IoT in Italia, sensori biometrici su carte di credito e la conferenza annuale di Facebook: queste le principali notizie tech della settimana.


Giuseppe Petrellese

A cura di: Giuseppe Petrellese Autore Inside Marketing

Da F8 al lancio di Amazon Pay in Italia: le notizie tech dal 16 al 22 aprile 2017

Come ogni settimana torna la nostra rubrica “Le notizie tech della settimanache raccoglie le principali novità degli ultimi sette giorni che riguardano digitale, tecnologia e innovazione. Tra le notizie principali vi è sicuramente la conferenza annuale di Facebook (F8) – in cui sono state annunciate tutte le principali novità della piattaforma – e le news di Amazon che lancia in Italia il suo servizio di pagamento digitale.

Di seguito le notizie più rilevanti del periodo che va dal 16 al 22 aprile 2017.

DOMENICA 16 APRILE – SALUTE DEL PAZIENTE: COME MONITORARLA IN TEMPO REALEbende-smart

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Swansea ha annunciato che entro il 2017 partirà il processo di testing di un nuovo gadget smart legato all’ambiente medico, cioè di bende che comunicano in tempo reale lo stato di una ferita al paziente ed anche ai medici.
Le fasce sono prodotte attraverso una stampante 3D e includono dei sensori in grado di monitorare l’effettiva guarigione delle lesioni. Questo nuovo articolo potrebbe aiutare i medici nella personalizzazione della cura tenendo conto di vari fattori, quali la posizione e il tipo di attività fisica che svolge il paziente durante la cura: il percorso riabilitativo di un individuo capace di svolgere determinate attività fisiche sarà sicuramente diverso rispetto a quello di una persona che è costretta a restare ferma per curarsi. Come mai si è deciso di utilizzare una tecnologia 5G? La velocità con cui vengono trasferiti i dati consente ai medici di ricevere un flusso continuo di informazioni dai propri pazienti.

LUNEDì 17 APRILE – ACCORDO TRA GOOGLE E IL GOVERNO RUSSO

Quando si acquista uno smartphone Android non solo un gran numero di applicazioni preinstallate è di proprietà di Google: anche il motore di ricerca predefinito del browser appartiene a Big G. Ad inizio settimana a Mountain View Google ha siglato un accordo con l’agenzia antitrust russa: la compagnia avrà meno controllo di ciò che faranno i produttori di smartphone del paese. Oltre al pagamento di una multa di circa 8 milioni di dollari cui è stata sottoposta, l’azienda ha deciso di non impostare il proprio motore di ricerca come predefinito e non avrà più la possibilità di richiedere l’esclusiva sull’installazione di alcune applicazioni. A chi invece possiede già un dispositivo Android in Russia la società consentirà di selezionare un altro motore di ricerca attraverso un nuovo widget. L’accordo avrà una durata di 6 anni e 9 mesi.

MARTEDì 18 APRILE – AMAZON PAY ARRIVA IN ITALIA amazon-pay

Dopo l’annuncio di Apple che ha previsto il lancio italiano del servizio di pagamento digitale nel secondo semestre del 2017, la compagnia di Jeff Bezos ha invece ha introdotto nella giornata di martedì il servizio Amazon Pay, anticipando la concorrenza. La funzione esiste dal 2007 e nel 2016 ha registrato 33 milioni di utenti provenienti da 170 paesi; di questi il 33% ha compiuto una transazione dal proprio smartphone.

MERCOLEDì 19 APRILE – FACEBOOK F8

Tra le notizie della settimana vi è sicuramente quella relativa alla conferenza annuale tenuta da Facebook (F8), le cui principali novità annunciate sono: 

  • Facebook Spaces: si tratta del primo prodotto social virtuale. disponibile attualmente in versione beta tra le applicazioni per Oculus. Spaces è pensata per consentire agli amici di Facebook di incontrarsi, attraverso i loro avatar, in un ambiente virtuale e completamente interattivo, per trascorrere del tempo insieme.
  • Messenger Platform 2.0: la piattaforma di messaggistica istantanea di Zuckerberg è sicuramente una delle più utilizzate e il nuovo aggiornamento renderà l’applicazione ancor più multifunzionale.
  • Tra le principali novità, poi, vi sono le Chat Extension, che permetteranno l’utilizzo di altre applicazioni senza lasciare Messenger, ma anche le risposte automatiche intelligenti, i giochi in real time e Facebook M, il nuovo assistente digitale di Messenger.
  • Workplace: è stato annunciato l’aggiornamento di questo tool che verrà offerto con un nuovo piano gratuito. Le funzionalità incluse comprendono streaming video in tempo reale, chiamate audio e video, archiviazione illimitata di file, integrazione con i vari servizi cloud. Anche i bot verranno inclusi e saranno sviluppati per ordinare del cibo oppure chiamare un taxi per raggiungere un evento.
  • Notizie anche per gli sviluppatori: sono stati introdotti AR Studio e Caffe2. Il primo è un ambiente di sviluppo per la creazione di applicazioni in realtà aumentata, mentre Caffe2 è una nuova versione del framework open source per l’addestramento dell’intelligenza artificiale.

GIOVEDì 20 APRILE – LA CARTA DI CREDITO CON SENSORE BIOMETRICO mastercard-sensore

I pagamenti da dispositivi mobile attraverso l’utilizzo del sensore di impronte digitali ha riscosso molto successo negli ultimi anni: i servizi di pagamento digitale offerti da Aliexpress, Amazon, Apple, Google e Samsung sono molto utilizzati a livello globale. In breve, comunque, utilizzando il sensore non c’è la necessità di inserire il codice di sicurezza rendendo così la transazione immediata. Questo però solo per quanto riguarda gli acquisti online.
Per gli acquisti offline, Mastercard ha deciso di integrare un sensore biometrico sulla carta di credito. L’azienda ha mostrato la nuova scheda e non risulta più spessa del normale, l’unica differenza è la presenza di un chip biometrico. La nuova carta di credito, il cui test sta avvenendo in Sudafrica, dovrebbe funzionare con tutti i POS attualmente esistenti. Ajay Bhalla, responsabile della sicurezza di Mastercard, ha definito questa nuova tecnologia come uno strumento che non può essere rubato o replicato, poiché la presenza dello scanner d’impronte dovrebbe far diminuire sensibilmente le probabilità di cadere in una frode.

VENERDì 21 APRILE – L’ITALIA E L’IOT

L’Internet of Things sembra piacere molto agli Italiani: l’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano ha rilevato che il valore dell’IoT nel 2016 era pari a circa 3 miliardi di euro, con un incremento del 40% rispetto all’anno precedente ed un aumento di utilizzo, per la prima volta, rispetto agli altri paesi europei. La crescita vertiginosa dipende dall’adozione dei sistemi che consentono la telelettura e telegestione dei contatori di energia elettrica, gas e acqua, permettendo così un utilizzo più efficiente dei servizi, evitando gli sprechi. I risultati restano comunque sorprendenti poiché l’Italia, a causa di suoi deficit strutturali, si ritrova sempre ad inseguire gli altri quando si parla di adozione di nuovi strumenti tecnologici.

SABATO 22 APRILE – APPLE CAR: NUOVE INDISCREZIONI apple car

La società con sede a Cupertino ha ottenuto il permesso da parte del governo californiano per testare sulle strade pubbliche le auto a guida autonoma. Un documento trovato dalla redazione di Business Insider, in particolare, fornisce ulteriori informazioni sulle tecnologie utilizzate nell’automobile. In realtà sembra che l’azienda si stia concentrando principalmente sul software, ma non è da escludere un futuro impiego della piattaforma software su un hardware – nello specifico un veicolo – prodotto dalla Mela.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Articoli sull'argomento

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.