Da Google Trends a Snapchat: le notizie tech dal 26 novembre al 2 dicembre 2017

Google, Snapchat, Apple sono solo alcune delle aziende protagoniste di questa settimana. Quali le principali notizie tech?

Da Google Trends a Snapchat: le notizie tech dal 26 novembre al 2 dicembre 2017

Torna la nostra rubrica “Le notizie tech della settimana“, dedicata alle principali novità in ambito digitale, tecnologia e innovazione. Tra le aziende protagoniste spiccano Google – con una novità in Google Trends –, Snapchat – che ha rilasciato una nuova versione – e Samsung che ha brevettato un lettore di impronte digitali.

Di seguito le principali notizie tech del periodo che va dal 26 novembre al 2 dicembre 2017.

Domenica 26 novembre – Furto di dati su Imgur

Tra le notizie tech della settimana vi è quella che riguarda Imgur, piattaforma di condivisione di foto molto popolare soprattutto negli Stati Uniti. Nello specifico si è scoperto che nel 2014 ci sarebbe stato il furto dei dati (solo indirizzi email e password, poiché per la registrazione non è richiesto l’inserimento di dati sensibili) di 1.7 milioni di utenti. A renderlo noto è proprio l’azienda mediante un comunicato sul proprio blog e post sui canali social. Imgur ha consigliato ai propri utenti di modificare la password di accesso e di cambiarla con frequenza.

Lunedì 27 novembre – Samsung e il rilevatore di impronte digitali

Nell’aprile 2017 Samsung avrebbe rilasciato un brevetto relativo ad un lettore di impronte digitali posizionato sotto al display. Tra le notizie tech della settimana c’è il riconoscimento del brevetto da parte della World Intellectual Property Organization (WIPO). Il sensore, su cui si baserebbe il lettore, avrebbe ben 12 punti di pressione sullo schermo del dispositivo e potrebbe essere integrato nel Samsung Galaxy S9, ma in merito non vi sono ancora conferme.

Fonte: gsmarena.com

Martedì 28 novembre – Più dati in tempo reale su Google Trends

Come si legge sul blog di Google, è possibile da ora riuscire ad ottenere su Google Trends – strumento che consente di conoscere la frequenza di ricerca in Internet di una determinata parola o una determinata frase – più dati in tempo reale su cosa le persone cercano in Rete. È possibile ora effettuare la ricerca e settare diverse categorie quali Notizie, Immagini, Shopping e YouTube per affinarla.

Fonte: Google

Mercoledì 29 novembre – Nuova versione di Snapchat

Tra le notizie tech della settimana c’è quella relativa a Snapchat che ha lanciato una nuova versione. Come si apprende dal sito del social del fantasmino, «le Chat e le Storie dei tuoi amici sono sul lato destro di Snapchat, mentre le Storie di editori, autori e community su quello sinistro». Le novità, però, non finiscono qui: a cambiare è anche la pagina degli Amici, che è diventata più «dinamica», come la definiscono dall’azienda, poiché mostra, appunto, gli amici in base alle modalità di interazione e nell’ordine in cui si desidera conversare con loro. Alcune modifiche sono previste anche per Snapchat Discover la cui nuova pagina «include Storie da editori, autori e community. Le Storie alle quali sei iscritto saranno disposte in alto, seguite da altre Storie che potrebbero interessarti. Con il passare del tempo, Discover sarà completamente personalizzato in base ai tuoi interessi», sottolineano.

Giovedì 30 novembre – Apple lancia l’app per scoprire ritmi cardiaci irregolari

Importante novità questa settimana da Apple: l’azienda di Cupertino ha lanciato infatti giovedì l’applicazione Apple Heart Study che, utilizzando il sensore della frequenza cardiaca dell’Apple Watch, raccoglie dati sull’eventuale ritmo cardiaco irregolare, informando gli utenti della possibilità di essere affetti da fibrillazione atriale, termine scientifico che indica, appunto, un’alterazione del ritmo cardiaco che ha origine dagli atri del cuore e il più delle volte asintomatica, cosa che non facilita la diagnosi. Il sensore dell’Apple Watch, in particolare, rileva – mediante specifiche tecnologie – la quantità di sangue che scorre attraverso il polso in quattro distinti punti e, isolando altri rumori, è in grado di identificare un ritmo cardiaco anomalo. Attualmente l’applicazione è disponibile nell’Apple Store degli Stati Uniti ed è scaricabile da utenti in possesso di Apple Watch Series 1 e versioni successive e dai 22 anni in su. La ricerca è stata (e viene) portata avanti con la Stanford Medicine.

Fonte: apple.com

Venerdì 1 dicembre – Aggiornamento di Google per iPad e iPhone

Tra le notizie tech della settimana ancora Google. L’azienda ha aggiornato la propria applicazione per iPad e iPhone con una ricerca vocale multilingue. Prima di poter utilizzare questa nuova feature è necessario aggiornare l’app alla versione 40.0 o successive; dalle impostazioni, cliccando su “Ricerca vocale”, poi, è possibile selezionare “Lingue” ed aggiungere tutte le lingue che si desidera utilizzare, tra quelle supportate; toccando l’icona del microfono si può avviare una ricerca vocale utilizzando la lingua selezionata e ricevendo la risposta nel medesimo idioma.

Le novità, però, non finiscono qui: è stata aggiornata anche la sezione “Foto“, con il supporto della funzione di trascinamento drag and drop su iPad e una estensione di iMessagge per facilitare la condivisione dei contenuti multimediali presenti su Google Foto; “Google Maps“, poi, è stata aggiornata per iPhone X al fine di garantire un’esperienza di tipo full-screen (considerata la struttura del nuovo display Apple).

Sabato 2 dicembre – Amazon lancia “Alexa for business”

Amazon ha lanciato “Alexa for business“, al momento disponibile solo nel mercato nordamericano, attraverso cui il dispositivo smart potrà rendersi utile alle imprese. Tra le attività che può svolgere vi sono la prenotazione di appuntamenti di lavoro, l’avvio di videoconferenze e telefonate tra uffici, come si legge in una nota dell’ANSA.

Come ha sottolineato Werner Vogels, responsabile della tecnologia di AWS (Amazon Web Services), «sino ad ora l’interfaccia dei computer è stata definita dai limiti della potenza di calcolo degli apparecchi. Adesso, grazie al cloud, l’obiettivo è un design centrato sugli esseri umani. La voce è la prima interfaccia naturale, ma ne seguiranno sicuramente altre perché alla fine utilizzeremo tutti e cinque i sensi, incluso probabilmente anche l’olfatto. Già con la voce i cambiamenti sono straordinari», segno che si lavora per un futuro sempre più tecnologico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Le vostre Opinioni
MacroambienteDa Google Trends a Snapchat: le notizie tech dal 26 novembre al 2 dicembre 2017
Iscrizione Newsletter Settimanale

Vuoi essere sempre aggiornato su ciò che avviene nel mondo del marketing e della comunicazione? Iscriviti alla newsletter di Inside Marketing

Acconsento ed ho letto Privacy Policy

Grazie per esserti registrato!

A breve riceverai una mail di conferma per attivare la tua registrazione.

Se non ricevi la mail di conferma, controlla nella cartella "posta indesiderata" ed aggiungi insidemarketing.it ai mittenti attendibili

In caso di problemi puoi contattarci all' indirizzo redazione[at]insidemarketing.it