Mercoledi 19 Settembre 2018
MacroambienteDal nuovo algoritmo di Google Search a Wikitribune: le notizie tech dal 23 al 29 aprile 2017

Dal nuovo algoritmo di Google Search a Wikitribune: le notizie tech dal 23 al 29 aprile 2017

La lotta alle fake news prosegue con il nuovo algoritmo di Google Search e la novità di Wikitribune. Quali le altre notizie della settimana?


Giuseppe Petrellese

A cura di: Giuseppe Petrellese Autore Inside Marketing

Dal nuovo algoritmo di Google Search a Wikitribune: le notizie tech dal 23 al 29 aprile 2017

Nuovo appuntamento con la nostra rubrica settimanale “Le notizie tech della settimana” che raccoglie le principali novità degli ultimi giorni in ambito digitale, tecnologia e innovazione. Protagonista indiscusso questa settimana è Jimmy Wales che con il nuovo progetto Wikitribune vuole contribuire alla battaglia contro le notizie false. Importanti novità anche da Google che ha aggiornato l’algoritmo di Search proprio per contrastare il fenomeno delle fake news.

DOMENICA 23 APRILE – IBM WATSON MARKETING INSIGHTS 

La prima delle notizie della rubrica ha come protagonista IBM che ha annunciato un nuovo servizio – per i venditori – in grado di sfruttare le analisi comportamentali degli utenti per aumentare l’efficacia delle campagne mirate e personalizzate. IBM Watson Marketing Insights, infatti, sfrutta tutte le capacità dell’intelligenza artificiale sviluppata da Big Blue per scoprire ed analizzare i comportamenti degli utenti: la macchina prima esamina le interazioni dell’utente con le aziende e valuta in che modo comunicano attraverso email, social e strumenti digitali, successivamente il servizio estrae tutti i dati necessari alla creazione di campagne di marketing personalizzate. Questo nuovo strumento combina Watson con varie conoscenze di marketing, commercio e processi di produzione e distribuzione in un sistema end-to-end attraverso il cloud.
Un suo possibile utilizzo? WMI può essere utilizzato per predire la risposta di un potenziale cliente a una campagna pubblicitaria basata sul suo comportamento d’acquisto oppure, quando un cliente abbandona il carrello prima di effettuare l’acquisto, affinché i venditori possano scoprirne il motivo e modificare l’offerta personalizzata.

LUNEDÌ 24 APRILE – WIKITRIBUNE: INFORMAZIONE FATTA DALLE PERSONE PER LE PERSONE

In un’intervista rilasciata a Wired il fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, ha raccontato che lancerà presto un servizio di news definito community-driven per cercare di arrestare o quantomeno far diminuire la portata del fenomeno delle fake news.
Wikitribune potrà contare sulla collaborazione di importanti firme del giornalismo – pagate attraverso crowdfunding – ed una rete di collaboratori volontari in grado di modificare gli articoli e verificare la veridicità delle fonti.

Il progetto è nella mente di Wales da tempo, ma l’elezione di Donald Trump ha accelerato il processo di creazione della piattaforma. Come la celebre enciclopedia, anche questo portale sarà consultabile gratuitamente.

MARTEDÌ 25 APRILE – WEEMOGEE

Fonte: Samsung Italia

L’afasia è un disturbo neurologico che interessa la parte del cervello umano relativa al linguaggio e crea nelle persone difficoltà a parlare, leggere e scrivere. Samsung crede che le emoji possano aiutare le persone affette da questo disturbo a comunicare e a questo scopo ha creato un’app: Wemogee.

Gli utenti possono selezionare una serie di frasi (circa 140) di uso comune da inviare ai propri contatti. L’applicazione è al momento disponibile sui device Android ma presto lo sarà anche per iOS.

MERCOLEDÌ 26 APRILE – BUONE NOTIZIE: CONTINUA LA GUERRA ALLE FAKE NEWS

Google ha apportato delle modifiche al proprio algoritmo per rafforzare la propria strategia anti fake news: questo privilegerà pagine web con contenuti di qualità, tenendo conto anche delle segnalazioni da parte degli utenti su contenuti inappropriati e poco affidabili. A Mountain View credono che circa lo 0.25% del traffico giornaliero abbia restituito agli utenti dei contenuti qualitativamente discutibili o offensivi. A questo si aggiungono le modifiche al completamento automatico e ai Featured SnippetsTrattandosi comunque di un procedimento generato da una macchina, esiste la possibilità che a volte possano scaturire dei risultati inattesi e, proprio per questo, verrà data agli utenti la possibilità di segnalare i contenuti sia nelle predizioni del completamento automatico sia negli snippets.

GIOVEDÌ 27 APRILE – AGGIORNAMENTI PER GOOGLE TRIPS

Fonte: The Verge

Con l’avvicinarsi dell’estate molte persone cominciano a pianificare vacanze e viaggi. Nel 2016 ha debuttato l’applicazione di Google dedicata ai viaggi, Trips, una via di mezzo tra una cartellina che contiene tutti i documenti e un diario in cui segnare e archiviare le proprie attività vacanziere. Questa settimana l’app ha ricevuto un aggiornamento che ha introdotto nuove interessanti funzioni che l’hanno trasformata in un vero centro di raccolta di dati che riguardano i propri viaggi.
Prima dell’ultimo aggiornamento l’applicazione raccoglieva tutte le informazioni dall’account Gmail dell’utente, adesso offre la possibilità di aggiungere manualmente ogni genere di dettaglio, come le modifiche last minute oppure biglietti di autobus e treni aggiunti poi. 

VENERDÌ 28 APRILE – NOVITÀ PER ALEXA, L’ASSISTENTE DIGITALE DI AMAZON 

Tra le notizie della settimana anche vi è quella di Amazon sta tentando di rendere il suono della voce del suo assistente digitale più umano. L’ultimo aggiornamento permette ad Alexa, che fino a quel momento disponeva di una cadenza uniforme e monotona, di sussurrare e variare la velocità nel parlare. Oltre a questo gli sviluppatori possono aggiungere delle pause, modificare la pronuncia di un termine e inserire frasi o parole speciali. Per vedere all’opera, anzi, ascoltare Alexa con il suo nuovo aggiornamento bisognerà attendere il webinar organizzato dalla compagnia di Jeff Bezos il 18 maggio.

SABATO 29 APRILE – Il NUOVO PROGETTO DI ELON MUSK

Dopo Tesla e SpaceX, l’imprenditore sudafricano Elon Musk ha presentato in modo ufficioso attraverso Instagram la sua nuova compagnia, la The BoringCompany. L’idea nasce con l’intento di risolvere il problema del traffico cittadino costruendo dei tunnel sotterranei su 30 livelli in grado di smistare il traffico cittadino. Come è possibile vedere dal video, le auto vengono trasportate nei tunnel attraverso un carrello  e “trasportate” a destinazione fino a raggiungere la velocità di 200 km/h. Una volta raggiunta la meta l’auto torna in superficie attraverso la piattaforma che diventa disponibile per un altro veicolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Articoli sull'argomento

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.