Domenica 24 Giugno 2018
MacroambienteLe notizie tech della settimana: 2-8 aprile 2017

Le notizie tech della settimana: 2-8 aprile 2017

Dal nuovo servizio in abbonamento YouTube TV al robot che prepara insalate: quali le altre notizie in ambito tech e digitale della settimana?


Giuseppe Petrellese

A cura di: Giuseppe Petrellese Autore Inside Marketing

Le notizie tech della settimana: 2-8 aprile 2017

Come ogni domenica torna “Le notizie tech della settimana”, la nostra rubrica che raccoglie le principali novità degli ultimi sette giorni su digitale, tecnologia e innovazione. Tra i protagonisti di questa settimana ancora Uber, anche se probabilmente la notizia più interessante arriva da YouTube che ha presentato il nuovo servizio TV. 

Di seguito le notizie del periodo che va dal 2 all’8 aprile 2017.

DOMENICA 2 APRILE – GRAB ACQUISISCE KUDOGrab

La prima delle notizie della settimana arriva dall’Asia. Grab è una startup, nata nel 2012 a Singapore, che si occupa di ride-sharing ed opera in tutti i paesi del sud est asiatico dove rappresenta il maggior competitor di Uber. Pur occupandosi dello stesso servizio, la società asiatica, definita non a caso “Uber dal volto umano”, opera secondo un’altra filosofia: si prende cura dei propri dipendenti e delle rispettive famiglie grazie alle proprie politiche di welfare aziendale. Ad esempio gli autisti più meritevoli dispongono di un fondo di emergenza e vengono organizzati corsi di formazione per i figli dei dipendenti.
Nei primi giorni di Aprile 2017 Grab ha compiuto la prima grande acquisizione comprando la startup indonesiana Kudo per migliorare i pagamenti sulla propria piattaforma mobile.

LUNEDÌ 3 APRILE – VERIZON ANNUNCIA LA NASCITA DI OATHOath

Yahoo, uno dei primi fornitori di servizi Internet, verrà acquisito da Verizon nel maggio 2017. Il noto ISP statunitense ha annunciato la fusione della società californiana con AOL, altra compagnia acquisita dal provider nel 2015. Dalla fusione di queste due società nascerà Oath.
Da lunedì 3 aprile circola Rete un’indiscrezione del Business Insider su Oath, poi confermata tramite Twitter da Tim Armstrong, CEO di AOL. Non sono stati comunicati al momento né dettagli né tantomeno delle date, tuttavia il lancio potrebbe avvenire nei prossimi mesi, una volta conclusa l’acquisizione di Yahoo.

MARTEDÌ 4 APRILE – IL ROBOT CHE PREPARA L’INSALATA

Chowbotics, una startup che si occupa di robotica nel campo alimentare, ha presentato una nuova macchina in grado di preparare e vendere delle insalate. Il funzionamento è molto semplice: una volta riempiti i 21 contenitori con gli alimenti ed i condimenti necessari alla preparazione, la macchina sarà in grado di operare autonomamente. Attraverso il display touch il cliente ha la possibilità di selezionare una delle cinque insalate prestabilite, oppure è possibile scegliere gli ingredienti autonomamente. Una volta completata la preparazione, l’insalata viene servita in una ciotola. Per quanto interessante, questo robot non è da considerarsi rivoluzionario: Sally non prepara insalate dall’inizio alla fine, c’è ancora bisogno di un umano che si occupi della preparazione degli alimenti da inserire nella macchina.

Il lancio è previsto per il 13 aprile ed il prezzo di listino è di 30 mila dollari.

MERCOLEDÌ 5 APRILE – NASCE YOUTUBE TV

Molti giovani negli Stati Uniti hanno già effettuato il passaggio dalla televisione ai servizi di streaming on demand. Negli ultimi anni la quantità di tempo spesa nel guardare la TV è diminuita costantemente, mentre il consumo di contenuti audiovisivi in streaming ha avuto una notevole crescita.
YouTube TV prova ad unire i broadcaster tradizionali allo streaming video. Con 35 dollari al mese gli utenti hanno accesso a 4 dei principali network USA (NBC, CBS, Fox e ABC), per un totale di 40 canali. In questo momento è possibile usufruire del servizio in sole 5 città degli Stati Uniti; il costo dell’abbonamento è decisamente superiore rispetto a quello dei competitor, ma si tratta di programmi televisivi e può essere utilizzato su sei dispositivi diversi. Ciò che la rende differente dalle altre piattaforme è il DVR illimitato: è possibile registrare qualsiasi programma sul cloud della piattaforma, così da non perdere mai una puntata del proprio show preferito.

GIOVEDÌ 6 APRILE – LA GUIDA DI FACEBOOK ALLE FAKE NEWS

Nella giornata di giovedì la compagnia di Menlo Park ha annunciato l’inizio alla lotta alla disinformazione, pubblicando sul news feed dei propri utenti di 14 paesi un banner che li collega ad un decalogo, riportato da Techcrunch, su come riconoscere una fake news. Scritto in collaborazione con First Draft, questi suggerimenti suggeriscono come riconoscere URL falsi e di essere scettici verso titoli sensazionalistici.
«Non si tratta di un nuovo fenomeno e tutti noi – parlando delle compagnie tecnologiche, dei media e degli insegnanti – abbiamo il compito di contribuire facendo la nostra parte, affrontando il problema«, ha dichiara Adam Mosseri, Facebook VP di News Feed.

VENERDÌ 7 APRILE – LA PRIMA SCARPA CON SUOLA STAMPATA IN 3DAdidas-carbon

Carbon è una compagnia tecnologica e manifatturiera specializzata in stampa 3D che ha sviluppato insieme ad Adidas la prima scarpa con la suola stampata in tre dimensioni. L’azienda californiana utilizza un metodo di stampa del tutto inedito rispetto ad altri: al posto del materiale plastico vengono utilizzati dei liquidi. A giovarne è il processo di stampa che risulta molto più veloce rispetto alle classiche stampanti 3D.
Dalla Germania Adidas ha reso noto che avvierà presto la prima produzione di massa di circa 100mila paia di scarpe Futurecraft 4D entro la fine del 2018.

SABATO 8 APRILE – IBM PRESENTA L’HELP DESK CON L’A.I. WATSONIBM_Watson

IBM vuole rendere il supporto tecnico per gli utenti un servizio semplice da svolgere, inserendo la propria intelligenza artificiale, Watson, nell’help desk aziendale. IBM Support Services Workplace with Watson è il nuovo sistema ideato dalla società di Armonk per rendere il supporto tecnico rivolto agli utenti un servizio semplice da svolgere, progettato per anticipare, prevedere e agire in base alle richieste di supporto del personale aziendale.
«Abbiamo bisogno di un sistema in grado di capire e comunicare attraverso il linguaggio naturale, un sistema che risolve problemi e continua ad apprendere mentre lo fa», ha dichiarato in un comunicato Richard Esposito, dirigente di IBM.
L’A.I. di Big Blue possiede le capacità cognitive che le permettono di imparare dal comportamento degli utenti che interagiscono con lei per migliorare ogni volta che viene utilizzata; nel caso in cui il sistema non sia in grado di aiutare l’utente, la richiesta viene inviata ad un agente umano in grado di risolverla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.
Cosa aspetti?!

Iscriviti