Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
MarketingLa pasta come “gesto d’amore”: la nuova campagna di Barilla punta sulla tradizione e sulla potenza dei piccoli gesti

La pasta come "gesto d'amore": la nuova campagna di Barilla punta sulla tradizione e sulla potenza dei piccoli gesti

Lo spot Barilla "Un gesto d'amore" si focalizza sui valori che caratterizzano il brand, sottolineando il valore emozionale di un pasto condiviso.

Lo spot Barilla

«Quando le parole non riescono a dire tutto» un gesto semplice può fare la differenza: così si apre lo spot di Barilla Un gesto d’amore“, che si focalizza sui valori che da sempre contraddistinguono la marca italiana, puntando al suo posizionamento globale con il lancio del video in 40 paesi a partire dall’11 aprile.

Emozione e focus sulla tradizione nella nuova campagna Barilla “Un gesto d’amore”

«In un mondo sempre più egoriferito e ora anche isolato, è spesso difficile relazionarsi emotivamente con gli altri». Nella nuova campagna di Barilla “Un gesto d’amore“, il  brand italiano parte da questa premessa per concentrarsi sul valore dei gesti semplici – come preparare un piatto di pasta a una persona cara – per comunicare ciò che spesso si fa fatica a esprimere a parole.

Barilla | Un Gesto D’Amore | 90”
Barilla | Un Gesto D’Amore | 90”

Lo spot presenta così diversi scenari, riportando varie situazioni familiari, con il piatto di pasta che diventa il modo perfetto per esprimere i propri sentimenti, ma anche per “dialogare” (anche in assenza di parole) e magari persino per risolvere piccoli conflitti.

Nella prima scena, per esempio, sembra che il piatto di pasta preparato da una madre alla figlia adolescente sollevi l’umore della giovane; nella seconda scena, la pasta viene preparata da un giovane uomo alla sua compagna – visibilmente preoccupata per una telefonata ricevuta – che sembra riprendersi già solo al guardare il piatto. Viene poi presentato un conflitto tra padre e figlio, risolto dopo un invito all’assaggio in segno di pace, da parte del padre, di una penna rigata.

Le differenti scene proposte seguono dunque questa logica e così riprendono un valore storicamente legato al brand, ossia quello della famiglia, presentando il prodotto come uno strumento che promuove l’unione tra i suoi membri. La campagna globale di Barilla “Un gesto d’amore” richiama in questo modo il «valore emozionale della pasta» e, in senso più ampio, di un pasto condiviso e/o preparato per qualcuno.

L’obiettivo di richiamare la tradizione si evince anche dalla scelta della colonna sonora: il brano “Hymne” di Vangelis, in effetti, come si legge nel comunicato stampa , sottolinea un «ritorno alle origini», perché si tratta di una musica da tempo ormai associata al brand. Inoltre, la presentazione stessa del prodotto durante lo spot richiama uno dei piatti più classici della cucina italiana e cioè gli spaghetti al pomodoro con basilico.

Con la volontà di utilizzare un «linguaggio cinematografico», ormai ricorrente negli spot dell’azienda, si è deciso di affidare la regia dello spot a Saverio Costanzo, che ha diretto di recente “L’amica geniale“.

“A sign of love”: la campagna globale di Barilla

Il brand ha lanciato in Italia i nuovi packaging in edizione limitata, con cinque varianti disegnate da diversi illustratori italiani, volte a raccontare il “Manifesto del Grano Duro“, l’iniziativa che mostra l’impegno del brand nella produzione di una pasta con grano 100% italiano e rivolta perlopiù a un target nazionale.

Mentre il nuovo spot rientra in una più ampia strategia comunicativa del brand nel nostro Paese, “Un gesto d’amore” sembra in realtà puntare in particolar modo al consolidamento del brand a livello globale.

barilla un gesto d'amore nuovi packaging

Fonte: Barilla

Come menzionato in precedenza, lo stesso spot è stato diffuso in 40 paesi, con il titolo “A sign of love” e con leggere modifiche, a seconda del target di riferimento. In Francia, per esempio, lo spot è stato ridotto a un minuto e sono stati sostituiti alcuni frame in modo tale mettere in evidenza una delle salse pronte di Barilla oltre che sulla pasta (mentre nella versione italiana dello spot il primo prodotto non viene proprio presentato).

Barilla | No Words | 60”
Barilla | No Words | 60”

La pasta come un gesto d’amore” è il nuovo concept alla base della strategia comunicativa globale del brand, che però rimanda ai valori riproposti in tante altre campagne lanciate in passato.

Basti pensare a spot come quello diffuso a ottobre 2020, in lingua spagnola, dal titolo “Barilla, l’arte italiana di riunire le persone“: si tratta di un messaggio comunque molto vicino a quello della nuova campagna e perfettamente in linea con la brand identity consolidata negli anni.

Barilla, el arte italiano de reunir a las personas
Barilla, el arte italiano de reunir a las personas

Secondo Gianluca Di Tondo, global chief marketing officer di Barilla, «questa nuova comunicazione segna un momento di svolta epocale per Barilla. La marca ha saputo ritrovare la classicità delle sue campagne più iconiche, ma adattandola perfettamente alle sfide del nostro tempo. Oggi tutti abbiamo bisogno di sentirci più umani, più vicini, e un gesto d’amore può fare tutta la differenza».

Credits campagna Barilla “Un gesto d’amore

Advertising agency: Publicis Italy
Global chief creative officer Publicis WW: Bruno Bertelli
CCO Publicis Italy: Cristiana Boccassini
Executive creative director: Riccardo Fregoso
Creative director / copywriter: Stefano Battistelli
Creative director / art director: Marco Viganò
Associate creative director / copywriter: Stefano Zanoni
Creative supervisor / art director: Roberto Ardigò
Art director: Giulia Di Filippo
Digital art director: Mattia Leporale
Digital copywriter: Jacopo Trotta
Chief strategy officer: Bela Ziemann
Strategy director: Monica Radulescu
Strategy director: Ornella Ciot
Senior digital strategist: Margherita Tuvo
Global client service director: David Pagnoni
Client service director: Federica Papetti
Account supervisor: Alberto De Simone
Account manager: Dario Gambera
Head of social: Alessandro Bochicchio
Head of TV production: Francesca Zazzera
TV producer: Alessio Zazzera, Antonella Capella
Art buyer: Caterina Collesano
Chairman BRW Filmland: Marco Bussinello
Executive producer: Luca Orlando
Head of production: Claudio Cicoli
Production manger : Cristina De Rossi
Production coordinator: Daniela Fabrizio
Line producer – live action: Liza Fisher Foresi
Asst. producer – live action: Irene Rei
Line producer – food: Simona Ferraro
Production manager – Food: Marco Fazio
Director: Saverio Costanzo
DOP: Fabio Cianchetti
Set designer: Luca Merlini
Set decorator: Marcella Galeone
Stylist: Amelianna Loiacono
Ass stylist: Gianluca Francese
Food stylist: Francesca Alberoni
Director/DOP: Luca Robecchi
Post production supervisor Tex: Nicola Scarpinato
Editor: Fabrizio Squeo, Stuart Greenwald
Flame artist: Davide Maccagni, Jacopo Ardit
Colorist : Andrea Baracca
Vfx supervisor exchanges Vfx: Marco Negri, Mirko de Angelis
Producer: Andrea Valeria Peri
Compositor: Roberta Longo, Elena Iankov, Guido Tognoni, Paolo Gerosa

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI