Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
ComunicazioneNuove linee guida per Instagram Reels: stop ai video “riciclati” da TikTok e altre piattaforme

Nuove linee guida per Instagram Reels: stop ai video "riciclati" da TikTok e altre piattaforme

Tra le nuove linee guida per Instagram Reels la piattaforma ha annunciato che non favorirà più i contenuti "riciclati" da altri social network.

Linee guida per Instagram Reels

La notizia ha fatto in poco tempo il giro del web: l’algoritmo di Instagram potrebbe ben presto limitare la visibilità dei video importati da altre piattaforme. Il riferimento – non troppo velato – è a TikTok, il social network cinese amato dalla generazione z e diretto competitor di Instagram Reels, il formato di video verticali introdotto sei mesi fa dalla piattaforma di Mark Zuckerberg.

Se quindi fino a questo momento la maggior parte dei Reels pubblicati su Instagram è stata costituita da video riciclati” dall’app rivale, da oggi in poi brand , influencer e creator saranno costretti a diversificare ulteriormente i contenuti pubblicati sulle diverse piattaforme: pena una minore visibilità nella sezione “Esplora” dei contenuti stessi.

Le nuove linee guida per Instagram Reels

La notizia è stata diffusa attraverso un post pubblicato dall’account ufficiale di Instagram dedicato ai creator (@creators), in cui la piattaforma ha chiarito le nuove linee guida per Instagram Reels.

Nello specifico, tra le buone pratiche da adottare per ottenere il massimo della visibilità ci sarebbero l’utilizzo di audio originali o brani musicali disponibili nella libreria del social, la creazione di video in formato esclusivamente verticale e l’impiego di strumenti di editing creativi come filtri, effetti o testi sovrapposti. Tutto questo senza dimenticare di prestare attenzione ai trend della piattaforma e creare contenuti che siano in grado di ispirare e intrattenere il proprio pubblico di riferimento.

Quanto ai comportamenti da evitare, il social network limiterà la visibilità di tutti quei contenuti che hanno una bassa risoluzione dell’immagine, presentano una grande percentuale di testo al loro interno o, come già si anticipava, risultano essere visibilmente “riciclati da altre app (riconoscibili dall’algoritmo grazie alla presenza di sfocature, bordature nere, watermark o loghi). È bene sottolineare che i contenuti in questione non saranno rimossi dalla piattaforma: sarà esclusivamente la loro visibilità a essere limitata. Ciò significa che sarà sempre possibile pubblicare video ripresi da altri social network (a meno che non violino le linee guida della community), ma gli stessi non saranno visibili nella sezione “Esplora” di Instagram.

L’obiettivo del social di casa Zuckerberg sembrerebbe quello di migliorare l’esperienza dell’utente, incentivando i creator a pubblicare contenuti originali e di maggiore qualità. In base a quanto riportato da un portavoce dell’azienda, Devi Narasimhan, ai microfoni di The Verge, gli utenti di Instagram sarebbero meno soddisfatti di video ricaricati e a bassa qualità e l’algoritmo che regola il funzionamento della piattaforma sarebbe così avanzato da riuscire a riconoscere questo genere di contenuti penalizzandoli in termini di visibilità. Come ha precisato ulteriormente il portavoce:

Stiamo lavorando su ciò che abbiamo imparato dalla sezione “Esplora” per migliorare la sezione Reels con video realmente divertenti e capaci di intrattenere il pubblico, personalizzandone così l’esperienzaStiamo migliorando nell’utilizzo dei segnali di ranking che ci aiutano a prevedere quali Reels le persone troveranno più divertenti e quali dovremmo consigliare loro.

qual è il futuro prossimo di instagram reels?

Non è una sorpresa che queste raccomandazioni arrivino esattamente dopo sei mesi dal rilascio della funzione negli Stati Uniti e subito dopo alcune dichiarazioni del CEO di Instagram sul futuro prossimo dei Reels. Come ha specificato, nonostante sia stata riscontrata una crescita sensibile nell’uso e nelle visualizzazioni dei Reels, a oggi sono troppi i contenuti “riciclati” da social network come TikTok. È arrivato dunque il momento che Instagram Reels cammini con le proprie gambe e per farlo è necessario puntare sulla creatività e sull’originalità dei contenuti postati dai creator, anche eventualmente con un maggior carico di lavoro per questi ultimi (che dovranno difatti creare contenuti specifici e diversificati per le varie piattaforme).

Le nuove linee guida per Instagram Reels sembrano essere solo il primo passo di un processo che si prospetta ancora lungo e che vedrà il social network di Mark Zuckerberg investire molto su questo formato creativo. Come si evince dalle parole di Mosseri con riferimento agli stessi Reels, in futuro Instagram cercherà di sviluppare maggiormente il potenziale creativo della piattaforma attraverso l’introduzione di nuovi strumenti e funzionalità e l’ottimizzazione di quelle esistenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI