Martedi 14 Agosto 2018
MarketingCome ottimizzare la creazione del proprio catalogo aziendale

Come ottimizzare la creazione del proprio catalogo aziendale

Realizzare il proprio catalogo aziendale può diventare un’attività facile e veloce con lo strumento dell’impaginazione automatica.


Redazione

A cura di: Redazione Autore Inside Marketing

Come ottimizzare la creazione del proprio catalogo aziendale

Uno strumento di vendita considerato indispensabile per le aziende dei più svariati settori è il catalogo o il listino prodotti. Questo risulta essere uno strumento pubblicitario molto importante, perché presenta l’intera gamma dei prodotti che si offrono al pubblico. Un catalogo aziendale è solitamente composto da immagini e informazioni varie sui prodotti: dai prezzi alle dimensioni, passando per le specifiche tecniche. Viene realizzato affinché il cliente scelga il prodotto più vicino alle proprie necessità e perché conosca in dettaglio ogni caratteristica degli articoli offerti. Questo strumento risulta utile anche per far sì che i clienti siano aggiornati sui cambiamenti dei prodotti offerti. Basti pensare ad un’azienda di abbigliamento che ha la necessità di far conoscere al pubblico ogni nuova collezione o al supermercato che deve aggiornare le offerte della settimana.

Un catalogo aiuta anche a definire l’immagine di un brand e per questo motivo viene creato secondo uno stile grafico preciso, a seconda delle necessità e dell’immagine di sé che l’azienda vuole trasmettere. Nel caso di un’azienda di calzature è necessario che renda attraenti e ben visibili i prodotti, mentre nel caso di un distributore di prodotti informatici la necessità sarà quella di essere chiaro, preciso e vasto.

Un catalogo aziendale viene consultato online o inviato in formato PDF a clienti e distributori ma viene ancora oggi stampato e distribuito in formato cartaceo: a dispetto del calo generale delle performance nel settore della stampa, il formato fisico del catalogo risulta essere uno strumento ancora molto diffuso e che presenta un buon ritorno in termini di investimenti. Questo può essere spiegato dal fatto che la ricezione di una copia fisica del catalogo instaura un rapporto che appare più concreto e vicino tra azienda e consumatore, con maggiori probabilità che il listino venga consultato, rispetto a quanto può avvenire con la versione digitale. D’altro canto, la versione digitale è caratterizzata da una serie di vantaggi facilmente intuibili quali il risparmio sui costi, la facilità di distribuzione, la possibilità di modifiche costanti.

La creazione del catalogo aziendale può però risultare un compito molto gravoso all’interno dell’azienda. È necessario, infatti, che ci si affidi ad un’agenzia grafica oppure ad un grafico per la creazione del design e l’impaginazione. Inoltre, è necessario che venga fatto un lavoro di inserimento e aggiornamento dati, che nella maggior parte dei casi viene effettuato dal reparto marketing in modo manuale, con il classico copia-incolla.

Per ovviare a questi problemi, negli ultimi anni si è diffusa la pratica di creazione di cataloghi e di listini prodotto con il metodo dell’impaginazione automatica. Con questo strumento i dati aziendali vengono trasformati automaticamente in un catalogo finito. È sufficiente, infatti, fornire i dati e le immagini dei prodotti e scegliere un layout grafico di proprio gradimento. Il processo di impaginazione realizzerà in automatico i documenti, senza più la necessità di inserire manualmente ogni singola immagine e ogni singola informazione del prodotto. Questo porta ovviamente a notevoli risparmi di tempo e costi e “libera” i dipartimenti marketing e grafici da attività spesso lunghe e gravose.

I cataloghi e i listini prodotto non sono gli unici strumenti da poter realizzare con questo servizio: è possibile, infatti, creare brochure, volantini, manuali multilingua e ogni strumento che richieda l’unione di dati, immagini e testo in un unico documento pronto per la distribuzione.

Nel mercato sono presenti diverse alternative per servirsi dell’impaginazione automatica. È possibile, ad esempio, utilizzare un software da scegliere a seconda delle proprie necessità e da installare ed utilizzare all’interno dell’azienda oppure installare dei plug-in per programmi grafici. Vi sono, però, anche soluzioni cloud come Pagination.com. La novità in questo servizio sta proprio nel cloud, che rende l’impaginazione precisa, flessibile e veloce. Il sito consente di scaricare template di cataloghi gratis nel caso si avesse bisogno di un layout grafico già pronto da essere utilizzato per creare il proprio catalogo aziendale. Inoltre, è possibile scoprire il funzionamento del servizio attraverso i vari tutorial presenti all’interno del sito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.