Venerdi 20 Settembre 2019
MarketingCome P0rnHub combatte l’inquinamento: le campagne della piattaforma per la tutela del pianeta

Come P0rnHub combatte l'inquinamento: le campagne della piattaforma per la tutela del pianeta

P0rnHub combatte l'inquinamento: ecco alcune delle campagne della piattaforma per adulti volte a educare gli utenti e tutelare il pianeta.


Redazione
A cura di: Redazione
Come P0rnHub combatte l'inquinamento: le campagne della piattaforma per la tutela del pianeta

È «il p0rno più sporco di sempre», ha annunciato P0rnHub, la piattaforma di streaming per adulti, in merito al video pubblicato a fine agosto 2019 e destinato non solo ad aumentare la consapevolezza sul tema della responsabilità ambientale ma anche a combattere, in maniera più pratica, il problema della plastica negli oceani.

Il video “più sporco di sempre”: così P0rnHub combatte l’inquinamento

«A P0rnHub abbiamo un motto: più sporco, meglio è. Persino per noi però c’è un limite». Tale limite riguarda l’enorme quantità di rifiuti presenti sulle spiagge e negli oceani. Con la campagna “The dirtiest p0rn ever, P0rnHub ha proposto al suo pubblico un contenuto alquanto bizzarro ma pensato principalmente per richiamare l’attenzione sulla questione dell’inquinamento degli oceani: rafforzando l’associazione tra il brand e le cause ambientali, la piattaforma ha creato un originale video a luci rosse pieno di rifiuti di plastica.

Nel video di presentazione della campagna, lo scenario è quello di una spiaggia paradisiaca completamente ricoperta di immondizia. Le azioni dei protagonisti (la coppia di pornoattori LeoLulu) vengono a un certo punto oscurate dai rifiuti di plastica presenti sulla sabbia, mentre delle persone tentano di pulirla indossando una tuta Hazmat con il logo di P0rnHub.

P0rnHub combatte l’inquinamento.

Nel video integrale, non censurato, gli spettatori possono assistere all’intera scena, contribuendo in questo modo alla causa: infatti, per ogni visualizzazione P0rnHub devolverà dei soldi all’organizzazione non profit Oceans Polymers, finanziando in questa maniera la rimozione e il trattamento dei rifiuti presenti negli oceani.

Anche se il contenuto in questione resterà, probabilmente, di nicchia, l’organizzazione sembra molto soddisfatta dell’iniziativa. Come ha dichiarato infatti Heather Wigglesworth, direttore esecutivo di Ocean Polymers, in riferimento a P0rnHub, «si tratta di una piattaforma molto efficace per accrescere l’awareness e il supporto alla crisi degli oceani che stiamo affrontando».

Partendo da questa partnership , quindi, P0rnHub combatte l’inquinamento, incentivando non solo la visualizzazione del video completo, ma anche il contributo alla causa in altri modi come, per esempio, limitando l’utilizzo della plastica.

Il gioco comunicativo creato dalla piattaforma per adulti, comunque, non poteva essere più giusto: «Qui a P0rnHub siamo “sporchi”, ma ciò non significa che le nostre spiagge debbano esserlo», ha dichiarato il vicepresidente della piattaforma, Corey Price, a LADbible.

altre campagne di P0rnHub: dal “p0rno Apesessuale” al salvataggio delle balene

È da un po’ che P0rnHub combatte l’inquinamento con iniziative simili. Nell’aprile 2019, per esempio, la piattaforma streaming ha lanciato la campagna “Beesexual”, presentando «un nuovo tipo di p0rno dedicato a salvare le api», chiamato, in italiano, “Apesessuale”. Così, la piattaforma di streaming ha creato un canale di contenuti divertenti sul tema delle api, per sensibilizzare gli utenti sulla necessità di tutelare questi piccoli insetti.

P0rnHub combatte l'inquinamento

Pagina di P0rnHub con contenuti a tema “api”.

Come si può leggere sulla pagina della campagna, «le api sono essenziali per la riproduzione sessuale delle piante da fiore e da frutta, il che significa che il 70% del cibo che mangiamo è una diretta conseguenza» dalla loro attività. «È per questo che qui a Pornhub vogliamo assicurarci che tutti facciano dell’ottimo sesso, anche madre natura».

Anche in questo caso, per ogni visualizzazione di uno dei video del canale Apesessuale” la piattaforma effettua una donazione a degli enti che si occupano della salvaguardia delle api.

Il 13 febbraio 2016, invece, P0rnHub ha deciso di celebrare la giornata mondiale della balena con una raccolta fondi della durata di 21 giorni: l’obiettivo era contribuire alla salvaguardia di questi animali marini, con una donazione – di un centesimo di dollaro per ogni duemila video visualizzati – all’associazione non profit Moclips Cetological Society, che si occupa della salvaguardia di questi cetacei. Le cifre, che possono sembrare irrisorie, in realtà sono sbalorditive: già nel 2015 l’azienda aveva raggiunto 240 milioni di visualizzazioni al giorno, l’equivalente di una donazione complessiva di circa 1200 dollari al giorno.

Ancor più indietro nel tempo, nel 2014, P0rnHub aveva deciso, in occasione della giornata dell’albero, di contribuire ad alcune cause ambientali, combattendo la deforestazione con la promessa di piantare un albero per ogni cento video visualizzati in una determinata categoria del sito: il contatore online di P0rnHub segna oltre 15mila alberi piantati grazie a questa iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2019 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI