Risorse e guideParole chiave: 8 consigli per non fallire

Parole chiave: 8 consigli per non fallire

Il marketing moderno e le parole chiave, da WebHouse 8 consigli da seguire per evitare trappole e generare traffico/visibilità

Parole chiave:  8 consigli per non fallire

L’evoluzione del marketing e il suo stesso futuro dipendono sempre più dal corretto utilizzo degli strumenti messi a disposizione, in particolar modo quando si tratta di scegliere il giusto modo di comunicare garantendo visibilità al proprio brand/prodotto. E’ in quest’ottica che si inserisce la scelta fondamentale delle keywords, le giuste parole chiave per descrivere in maniera sintetica l’azienda e calcolare il traffico potenziale. Un compito apparentemente facile che in realtà nasconde non poche insidie, a tal proposito WebHouse traccia 8 consigli per non perdere di vista l’efficacia delle parole chiave:

  1. Fattore tempo
    Non basta dedicare risorse a stento sufficienti nella ricerca delle corrette keywords, sarebbe controproducente e si tradurrebbe in una perdita di profitti. Il tempo da investire nella ricerca delle giuste parole chiave deve essere costante, un continuo investimento;
  2. Scegliere la corrispondenza
    Quando si cerca di studiare il volume di ricerca, il dubbio è quello tra corrispondenza estesa (Broad Match, tutte le parole in qualsiasi ordine), corrispondenza per espressione (Phrase match, tutte le parole chiave nell’ordine) e corrispondenza esatta (Exact Match, solo le parole chiave in un dato ordine). La differenza in termini di traffico, tra le tre opzioni, è enorme: per ottenere i migliori risultati sarà inevitabile indirizzarsi sulla terza opzione e garantire una maggiore ottimizzazione della ricerca;
  3. Utilizzare più parole
    L’opinione comune, spesso, considera efficace concentrarsi su una sola parola. Nella maggioranza dei casi risulta estremamente complicato posizionarsi utilizzando un’unica parola, si corre il rischio di non essere precisi e generare risultati confusi. La soluzione, in tutti questi casi, potrebbe essere quella di generare una lista di parole in grado di offrire più contesto e avvicinarsi maggiormente al target desiderato;
  4. La concorrenza
    Una strategia vincente non consente mai di sottovalutare gli avversari, e anche l’utilizzo delle giuste keywords non si sottrae a questo consiglio. Studiare la concorrenza permette di comprendere i motivi per cui alcune parole chiave non ci posizionano tra i primi risultati di ricerca rispetto ai nostri competitor, individuare quelle poco utilizzate e scoprire un arsenale di parole chiave in grado di garantire un elevato vantaggio competitivo. A tal proposito potrebbe tornare utile l’utilizzo di Domain vs. Domain di SEMrush: dopo aver digitato il proprio sito web e quelli dei concorrenti si ottiene un diagramma di Venn che visualizza le parole chiave condivise ed esclusive, ordinabili per volume di ricerca o livello di competitività raggiunto;

    Domain vs. Domain di SEMrush, lo strumento per studiare la concorrenza

    Domain vs. Domain di SEMrush, lo strumento per studiare la concorrenza

  5. Effetto conversione
    Una parola chiave può generare un buon livello di traffico, ma potrebbe non produrre la “conversione” dei visitatori in clienti. Per ovviare ad un simile inconveniente ed aumentare la redditività delle keywords può essere utile effettuare un’analisi di conversione delle proprie parole chiave e dei tassi di conversione più alti, in modo da applicare i modelli ottenuti alla propria strategia di ricerca;
  6. L’equilibrio tra gergo e target
    Molte aziende preferiscono indirizzare le proprie strategie di ricerca sulle parole chiave presenti nel proprio gergo, trascurando l’impatto di queste sul target di riferimento e con il risultato di generare parole chiave scarsamente utilizzate. Il consiglio, in questo caso, appare semplice ma efficace: occorre parlare, comunicare, chiedere a clienti e dipendenti i termini maggiormente utilizzati per descrivere necessità e far emergere domande;
  7. Fattore local
    La dicotomia tra globale e locale lambisce anche il panorama delle parole chiave. Agire in una determinata area geografica comporta anche un adeguamento delle scelte all’utilizzo di determinate parole nel territorio di riferimento: occorre sempre attivare il filtro della ricerca per località e prestare attenzione ai termini impiegati per le ricerche geografiche;
  8. Gestire l’elenco
    Un elenco di parole chiave è un mix di evoluzione e dinamicità, un processo continuo da rivisitare continuamente cambiando direzione se necessario. Il consiglio da seguire, in ambito di ottimizzazione delle proprie strategie di ricerca, è quello di lavorare senza sosta al proprio elenco di parole chiave, aggiungendone di nuove e sostituendo quelle che non funzionano.
Keywords, le parole chiave per garantirsi visibilità

Keywords, le parole chiave per garantirsi visibilità

Precisione, studio attento su tendenze del target e del settore di riferimento, perfetta conoscenza e corretto utilizzo dei mezzi a disposizione: sono parole chiave che descrivono le capacità richieste a chi decide di operare nel marketing moderno. Non c’è spazio per l’approssimazione ed è richiesto un elevato dispendio di energie e tempo: è l’unica strada da percorrere se si vuole concretamente perseguire l’obiettivo di generare traffico e visibilità.


A firma di: Michele Decio Strizzi Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni