Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
MarketingServizio link building: backlink per un business online

Servizio link building: backlink per un business online

backlink business online

Pensare a una strategia di link building è fondamentale per un business. Vi sono però alcuni fattori da prendere in considerazione.

Fare in modo che uno specifico portale venga trovato, in primo luogo da Google: questo è un obiettivo centrale per chiunque si occupi di digital marketing e che può essere ottenuto tramite tutta una serie di strategie SEO; tra queste, la link building si distingue come un eccellente strumento, da maneggiare tuttavia con estrema cura. Consapevoli di ciò, in Italia molte web agency usano ormai la link building per generare traffico sui portali dei clienti e, tra queste, si distingue LinkBuilding-SEO.

Perché richiedere un servizio backlink

Essere trovati su Internet è una questione di posizionamento. Raramente gli utenti scivolano oltre i link più in alto della prima pagina della SERP: per questa ragione, fare in modo che il sito su cui si intende lavorare sia ben quotato da Google, ottenendo dunque le prime posizioni nella SERP per l’ambito e le keyword in cui intende collocarsi e per cui desidera competere, è determinante per ottenere traffico.

La link building – se sapientemente usata e senza forzature o storture disoneste o poco professionali – può rivelarsi un utilissimo strumento per ottenere questo obiettivo. Il vantaggio diretto è il miglioramento del ranking del sito nel più generale algoritmo di Google: quando il motore di ricerca reputa affidabili i link in entrata a un determinato sito più o meno automaticamente comincerà a considerare altrettanto affidabile il sito stesso, premiandolo dunque con un migliore posizionamento.

Conseguenza che deriva dal migliore posizionamento del sito è un maggiore traffico di utenti sul portale stesso, con una più ovvia possibilità di conversione e fidelizzazione dei visitatori in clienti desiderosi di usufruire del servizio o del prodotto offerto.

L’importanza di una corretta strategia di digital marketing

Per fare marketing digitale è fondamentale conoscere il funzionamento di Google, al fine di ottimizzare al meglio uno specifico sito per il motore di ricerca più utilizzato al mondo. Da qui deriva la definizione di SEO (search engine optimization, ossia ottimizzazione per i motori di ricerca), con cui si intende l’ottimizzazione di un sito per essere valutato come autorevole da Google e dunque essere posizionato in alto nella SERP (search engine results page, ossia la pagina dei risultati offerta da un motore di ricerca).

Il ragionamento di fondo è semplice: più Google stima un particolare sito – in base a diversi fattori – più in alto lo posiziona nei risultati che offre in risposta alle ricerche pertinenti degli utenti di Internet che digitano determinate domande e determinate parole chiave nella stringa di ricerca. Compito di una strategia di digital marketing è proprio fare in modo che questo risultato si verifichi, agendo sui diversi elementi valutati da Google: tra questi ci sono i link che da altre pagine web conducono al sito per cui si sta lavorando.

Infatti, uno degli elementi che Google valuta positivamente è il numero di fonti esterne autorevoli che conducono a un particolare sito. Va da sé che più collegamenti (link appunto) conducono alla stessa pagina partendo da portali che Google stima affidabili, più il grande motore di ricerca finirà per valutare positivamente anche il destinatario di tanta attenzione. La creazione di una simile rete di link è quella che si definisce link building.

I vantaggi dei backlink

Una strategia mirata a fornire a un sito i backlink richiesti per migliorare il proprio posizionamento può portare a vantaggi collaterali altrettanto preziosi: infatti, mettere in piedi una campagna di link building permette di instaurare relazioni proficue e possibilmente durature anche con altre personalità del mondo digitale, comprese alcune appartenenti alla stessa nicchia di mercato del sito che si vuole portare avanti.

Ciò che più conta, in questo senso, è agire in maniera onesta e affidabile, rispettando almeno due metriche che Google prende in considerazione nella valutazione di una mappa di backlink: da una parte viene valutata la qualità della pagina che offre il backlink; dall’altra, invece, la quantità di link in ingresso sul sito in questione.

La qualità si basa sull’autorevolezza della pagina che invia il link in ingresso, stabilita come distanza, in termini di link, da siti considerati come riferimento nel web. La quantità di link in ingresso è un altro elemento fondamentale nella valutazione, ma a patto che non ci siano forzature o disseminazioni di link privi di contesto nella rete (pratica un tempo abusata ed estremamente invasiva). In quest’ultimo caso il mancato rispetto di un atteggiamento dalla parvenza spontanea potrà danneggiare profondamente il sito, che potrebbe anche sparire dai motori di ricerca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

© Inside Marketing 2013 - 2022 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI