MarketingPerchè utilizzare Instagram per l’eCommerce?

Perchè utilizzare Instagram per l’eCommerce?

Instagram è uno strumento di comunicazione con enormi potenzialità, importante per le aziende che intendono instaurare legami duraturi con i propri utenti.

Perchè utilizzare Instagram per l’eCommerce?

Anche le aziende cercano di sfruttare la forza social di questa piattaforma acquistata da Facebook per la modica cifra di 1 miliardo di dollari e che ad oggi conta 300milioni di utenti nel mondo (di cui 4milioni in Italia).

I risultati registrati dalle aziende non sono sempre soddisfacenti: non basta esserci per conquistare il cuore dei clienti, non basta utilizzare questa app come un archivio per postare e mostrare i propri prodotti.

Instagram è una social app che deve essere utilizzata decodificando il suo linguaggio e rispettando le regole, i principi, i consigli.

Interviene in soccorso degli eCommerce offrendo agli utenti un’esperienza più coinvolgente del processo di acquisto, che trae origine proprio dalle emozioni che una foto ben riuscita e pensata riesce a veicolare; condividendo emozioni e raccontantando storie.

Di seguito 7 motivi per cui utilizzarlo:

  1. Integrare fotografie di Instagram sul proprio eCommerce tramite widget.
    L’integrazione di fotografie scattate dagli utenti mentre indossano capi d’abbigliamento o accessori del brand potrebbe essere sfruttata facendo aprire a ogni click sulla foto una finestra che rimanda alla pagina del prodotto. A questo scopo può essere importante promuovere l’utilizzo di un hashtag legato al brand, in modo tale che le foto vengano automaticamente aggregate all’interno del sito.
  2. Pubblicare foto che mostrano l’utilizzo del prodotto nella vita di tutti i giorni.
    Impiegata da molti brand, questa tecnica serve a dare ai consumatori un’idea di come possono utilizzare i prodotti in vendita.
  3. Mostrare i prodotti che compongono il catalogo del proprio eCommerce con una luce diversa.
    Instagram non sarebbe quello che è se a caratterizzarlo non ci fosse un’ampia varietà di filtri tra cui scegliere per dare sfogo alla propria creatività e vestire il contenuto delle foto di una luce e di un’atmosfera diverse.
  4. Inserire un link al proprio sito all’interno del profilo.
    Diversamente da Pinterest, Instagram non consente l’inserimento di link all’interno delle foto e dei commenti (o meglio, è possibile inserire url ma non sono direttamente cliccabili); di conseguenza l’unico spazio che può contribuire a portare traffico al sito è la home del profilo.
  5. Pubblicare immagini del “dietro le quinte”.
    Non tutte le immagini devono per forza mettere in mostra prodotti. Permettere agli utenti di potersi avventurare seppur virtualmente dietro le quinte per seguire da vicino un evento o il processo di produzione di un prodotto o ancora di scoprire la sua fonte d’ispirazione e conoscere le persone che vi lavorano è utile per costruire un legame solido con l’azienda e rendere gli utenti partecipi della cultura aziendale.
  6. Utilizzo di hashtag rilevanti.
    Molto più di Twitter, Instagram si basa sull’utilizzo degli hashtag, fondamentali per categorizzare le immagini e ottimizzarne la diffusione per conquistare nuovi follower con interessi comuni a quelli dell’azienda. Ecco perché è molto importante dedicare grande cura alla scelta degli hashtag che devono accompagnare ogni scatto (es. nome del brand/prodotto, hashtag ufficiali coniati appositamente per eventi o attività specifiche, tema del post, luogo…).
  7. Creazione di contest fotografici.
    Instagram è una piattaforma che si presta molto bene alla creazione di contest. I concorsi sono un’ottima soluzione per accrescere la base utenti e sviluppare awareness (es. invitando 3 amici a seguire il profilo o scattando una foto significativa che mostri l’utilizzo del prodotto, l’utente può essere sorteggiato per vincere un premio).

A firma di: Valeria Brusciano Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni