Martedi 14 Agosto 2018
MarketingReal time marketing per il Pesce d’aprile 2014: gli scherzi più belli delle aziende

Real time marketing per il Pesce d'aprile 2014: gli scherzi più belli delle aziende

Real time marketing? Ecco una classifica degli scherzi più belli realizzati dalle aziende per il Pesce d'aprile 2014.


Virginia Dara

A cura di: Virginia Dara Autore Inside Marketing

Real time marketing per il Pesce d'aprile 2014: gli scherzi più belli delle aziende

Il 1° aprile è da sempre il giorno degli scherzi e un po’ tutti si aspettano il classico “Pesce d’aprile” da parte di amici o parenti. Cosa succede, però, quando sono brand molto noti a prendersi gioco dei loro clienti annunciando novità delle più bizzarre o coinvolgendoli in simpatiche gag?

Costruiti ad arte perché sembrassero veri, insomma, gli april fool delle grandi aziende – rivelatisi esempi di real time marketing – nel 2014 hanno tenuto con il fiato sospeso e fatto divertire il web: ecco, allora, i meglio riusciti.

Per approfondimenti su: "Real Time Marketing"
Cosa è il Real Time Marketing?

Nokia 3310

La nota azienda finlandese ha proposto una riedizione del cellulare più amato di sempre: il Nokia 3310. L’iconico 3310 sarebbe tornato sul mercato in versione smartphone, con Windows Phone 8, fotocamera da 41megapixel, flash Xenon ed ovviamente Snake II preinstallato: il sogno di tanti (diventato, poi, in un certo senso realtà, dato che una grande “operazione nostalgia” ha permesso di realizzarlo davvero).

Ceres e Sam Adams

Anche gli amanti del luppolo sono stati bersaglio di due brand iconici del settore. Ceres, per far riuscire al meglio il suo scherzo, ha aperto il 24 marzo 2014 un sito dedicato a un nuovo prodotto da lanciare sul mercato di lì a pochi giorni: Softale, una nuova birra di colore rosa, al sapore di lampone e zenzero e con una bassa gradazione alcolica.

Decisamente più “estremo” il gusto della nuova Sam Adams, presentata niente meno che da un volto storico del brand: HeliYUM rappresenterebbe la prima birra al mondo con infusione di elio e ne basterebbero pochi sorsi per godere di tutti gli effetti benefici della speciale aggiunta.

Google

Google, come ogni anno, è l’azienda che si è divertita di più. Da Big G si sono inventati, infatti, più di uno scherzo. A partire dall’invasione di Pokémon su Google Maps: grazie a un’applicazione, disponibile per Android ed iOS, era possibile visualizzare sulle mappe di Google la posizione esatta di tutti i Pokémon in modo da catturarli in tutta semplicità.

Agli utenti giapponesi, sempre alla ricerca del gadget tecnologico dell’ultima ora, Google ha presentato invece Magic Hand, un dispositivo in grado di smanettare con smartphone e tablet al posto nostro.

Nelle stesse ore, a tutti gli utenti di Gmail è stata presentata una nuova applicazione, con testimonial addirittura Katy Perry, che avrebbe permesso di impostare come tema per il proprio inbox un selfie e di condividerlo con tutti i propri contatti email, in modo che anche loro potessero utilizzarlo come sfondo, non a caso il nome dell’applicazione era SHareable sELFIE.

Sempre sul tema applicazioni bizzarre e scatti inopportuni, un altro pesce d’aprile di casa Google è stata l’app per Google + che permetteva di aggiungere comodamente un photobombing di David Hasselhoff in qualsiasi foto: per amanti di Baywatch e non solo.

Un’estensione per Google Chrome ha tradotto per un giorno tutto il web in emoticon: pensata per chi proprio non riesce a rinunciare alle faccine.

E per finire, persino Chromecast ha annunciato una nuova “era” dell’intrattenimento televisivo con unici protagonisti gli scoiattoli.

HTC, Samsung e Toshiba

Le tre aziende sembrano aver avuto, inconsapevolmente, la stessa idea: hanno presentato al mondo un guanto hi-tech che in breve tempo sarebbe stato disponibile sul mercato. Htc ha presentato Htc Gluuv, in grado di effettuare fotografie con una risoluzione pari 81 megapixel e, addirittura, chiamate oleografiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’azienda sudcoreana ha lanciato, invece, Samsung Fingers, uno strumento così potente e avanzato che renderebbe inutili gli smartphone.

E Toshiba ha pensato a DiGiT, un guanto ideale per chiunque voglia avere la tecnologia a portata di mano: fin troppo letteralmente.

Sony

L’azienda nipponica ha presentato una nuova applicazione, chiamata Power Food, in grado di consentire di ricaricare i propri dispositivi avvicinandoli a qualsiasi alimento, dai cereali alle barrette energetiche ovviamente.

Samsung

Oltre al guanto di cui si è già detto, la divisione mobile UK di Samsung ha pensato a un modo semplice per portare la rete Wi-Fi in tutta la città: il nome era Fli-Fly e non poteva esistere senza i piccioni cittadini.

Netflix

Dal mondo delle serie tv sono venuti fuori alcuni degli scherzi che più hanno fatto arrabbiare gli affezionati, sempre così attenti a evitare gli spoiler. House of Cards, per esempio, ha rivelato con un post su Facebook e un’immagine di quella che è stata spacciata come la sceneggiatura originale una presunta scena chiave della terza stagione.

Da Netflix, invece, hanno annunciato una nuova serie tv, “Sizzling Bacon”, con tanto di immagini promozionali, dedicata al mondo del bacon fumante.

Airbnb

Stanchi di avere sempre lo stesso vicino di scrivania? Per la primavera 2014 la soluzione era stata proposta da Airbnb attraverso un nuovissimo servizio: dopo case e appartamenti, avrebbe permesso di scambiare la propria postazione di lavoro.

Airbnb Presents: Airbrb from Airbnb on Vimeo.

Microsoft

A proposito di operazioni “nostalgia” come quelle di Nokia, anche da Microsoft hanno pensato a un ritorno discutibile: Clippy, la graffetta che faceva da assistente e guida per il pacchetto Office, avrebbe dovuto fare il suo ritorno.

Twitter e Tumblr

Anche due delle più popolari piattaforme social, per finire, si sono prese gioco dei loro utenti. Twitter con l’annuncio del lancio di uno speciale “elmetto” che avrebbe permesso di scrivere messaggi in 140 caratteri solo scuotendo la testa. Tumblr, invece, ha annunciato un servizio pro per le idee più originali e d’ispirazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.