Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
MacroambienteMigliori piattaforme trading online regolamentate 2021: come scegliere

Migliori piattaforme trading online regolamentate 2021: come scegliere

Non sempre è semplice muoversi nel contesto delle piattaforme trading online: ecco quali parametri considerare per la scelta e come evitare truffe.

piattaforme trading online regolamentate 2021

Se si vuole iniziare a investire con il trading online spesso non si sa bene da dove partire e, soprattutto, quale piattaforma scegliere. La ricerca di piattaforme trading online serie può impegnare molto tempo e alcune volte è semplice incappare in situazioni poco professionali.

Il trading online negli ultimi anni ha avuto una grande esplosione in termini di richiesta, anche a causa della pandemia, che ha determinato l’aumento delle utenze nel trading online e ha portato a una digitalizzazione forzata. Di conseguenza sono aumentate in modo esponenziale le piattaforme che permettono di entrare nei mercati borsistici. Molte sono le piattaforme, al 2021, con cui può valere la pena iniziare a investire, ma un consiglio utile è partire con un broker che dia la possibilità di fare pratica con un conto demo gratuito.

Nel 2018 i broker erano 132 e in un solo anno, ossia nel 2019, sono arrivati a quota 242. Tra questi broker molti hanno la sede in Italia: per la precisione il numero è 14.

Quanto vale, però, il trading online in Italia? La cifra è molto alta, ma è difficile poterlo stimare con certezza e va considerato anche che ci sono trader dall’investimento sporadico e professionisti.

Dopo questa panoramica è possibile analizzare più nello specifico le migliori piattaforme trading online del 2021.

Come scegliere una piattaforma trading online nel 2021

Per scegliere una piattaforma di trading che possa affiancare un individuo nei propri investimenti vi sono degli accorgimenti da seguire.

Per iniziare, il broker deve essere regolamentato dalla CySEC, autorizzato dalla CONSOB ed essere iscritto ai registri ESMA. La sicurezza viene prima di tutto: solo dopo essersi sincerati che il broker che si sta valutando sia realmente serio e conforme a tutte le norme previste, si possono prendere in considerazione gli altri aspetti, ossia:

  • è importante che vi sia la possibilità di accedere tramite conto demo;
  • una piattaforma che si rispetti deve garantire la protezione dei dati sensibili;
  • un broker deve offrire solo i migliori sistemi per le transazioni finanziarie;
  • nella scelta della piattaforma è bene verificare che vi sia l’asset su cui voler fare trading.

Oltre a queste caratteristiche una piattaforma di trading deve utilizzare i CFD e avere dei costi contenuti ma principalmente trasparenti.

Le caratteristiche che rendono una piattaforma vincente

Dopo le caratteristiche esposte nel paragrafo precedente, le peculiarità prettamente tecniche e rivolte alla sicurezza è possibile soffermarsi su quelle particolarità che rendono una piattaforma unica nel suo genere.

Nella scelta del broker è bene verificare che sia semplice da utilizzare: non tutte le piattaforme sono state pensate per utenti alle prime armi, ecco perché è molto importante fare pratica a costo zero con il conto demo. Dopo avere fatto questa ulteriore scrematura è necessario verificare che il broker metta a disposizione la sezione formazione, in cui si possono conoscere la basi del trading: solo con la preparazione il trading darà i suoi frutti.

Il trading è una settore tecnico ed è necessario conoscere e saper utilizzare gli strumenti di analisi tecnica: nella scelta della piattaforma occorre verificare che ci siano molti indicatori, oscillatori e grafici, ma ancor di più che abbiano una grafica facile da leggere. Accostando la formazione alla pratica in breve tempo si potranno eseguire investimenti mirati e fruttuosi.

Come evitare le truffe

Di truffe ce ne sono sempre molte: nell’ultimo anno sono aumentate in modo esponenziale e secondo il rapporto della Polizia Postale sono stati denunciati circa 3.741 truffatori online e tante sono le fake news identificate nel corso del 2020.

Insomma, questo per dire che bisogna sempre essere molto vigili quando ci si accinge ad operare sul web.

La CONSOB, per sostenere gli investitori e metterli al sicuro da piattaforme poco serie, ha voluto sviluppare una sezione apposita. All’interno del sito è possibile trovare tutte le direttive per individuare e riconoscere le truffe per tempo.

Ecco alcuni punti essenziale per provare a difendersi dalle truffe:

  • il sito della CONSOB dà l’opportunità di verificare l’elenco completo delle imprese di investimento che operano in Italia. Per poter fare questa ricerca è necessario conoscere il nome della società;
  • il consiglio che viene dato dalla CONSOB è quello di verificare in partenza se il soggetto è già stato segnalato;
  • occorre verificare, inoltre, che vi sia una reale autorizzazione e per averne piena certezza è necessario verificare il numero della licenza;
  • è opportuno conoscere la sede e verificare il sito Internet.

Oltre a queste accortezze è possibile anche effettuare delle verifiche sul web iscrivendosi a dei forum in cui leggere le recensioni fatte da altri utenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI