Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
Risorse e guidePostPickr: cos’è e quali sono le principali funzioni di questo social media assistant italiano

PostPickr: cos'è e quali sono le principali funzioni di questo social media assistant italiano

PostPickr è un tool che consente l'automatizzazione dei compiti e la riduzione del carico di lavoro: ecco le principali funzioni e come può facilitare il lavoro di gestione dei social media.

Immagine di un uomo che utilizza il tool PostPickr
All’interno del testo, non promozionale, possono essere presenti collegamenti a siti, in virtù di partnership aziendali.

Si tratta di un assistente digitale ideato per facilitare la gestione di diversi social network a partire da un’unica piattaforma: PostPickr conta ormai su più di 95mila utenti iscritti e si presenta come uno strumento intuitivo e innovativo pensato per agevolare il lavoro di professionisti, digital agency, aziende e organizzazioni.

Le principali funzionalità di PostPickr

Una volta registratisi alla piattaforma, gli utenti possono creare uno o più progetti editoriali, utilizzando questo tool di social media management per svolgere compiti diversi.

Profilo utente PostPickr interfaccia

Fonte: PostPickr

Creazione e pubblicazione dei contenuti sui social

PostPickr permette di gestire le pagine di differenti attività e clienti, su differenti social, anche in team: consente infatti l’accesso a vari utenti in contemporanea, dando la possibilità a diversi clienti, a membri del team o a collaboratori di partecipare alla gestione dei progetti.

Una volta creato un progetto è necessario collegare gli account social sui quali verranno distribuiti i contenuti. Cliccando sul bottone “componi” è possibile creare e personalizzare dei post a seconda del canale o dei canali social dove si intende pubblicare e oltre al testo è possibile aggiungere anche link, foto e video.

Come creare e personalizzare i post su PostPrick

Fonte: PostPickr

PostPickr consente inoltre l’accesso diretto a Design Bold e a Canva per creare delle grafiche adatte ai differenti format (post di Facebook, Storie di Instagram, tweet, ecc.), permettendo di inserirle in maniera automatica nei post.

PostPickr creazione di grafiche su Canva

Fonte: PostPickr

Oltre alla possibilità di inserire tag e menzioni ad altre pagine, vi sono delle funzionalità avanzate per ogni social che permettono per esempio di fare targeting (limitando la visibilità del post a un pubblico specifico), di inserire delle call to action, di geolocalizzare un post e di utilizzare dei formati speciali.

Gestione dei contenuti (anche in team)

Tra le varie funzionalità che riguardano la gestione dei post vi è la possibilità di pianificare in anticipo singoli post, ma anche di ripubblicarli automaticamente quanto si desidera e con una frequenza stabilita.

PostPrick consente, poi, di salvare dei contenuti all’interno di rubriche, che permettono l’organizzazione e la raccolta dei contenuti per argomento, categoria, format o social. Queste ultime risultano particolarmente utili per la gestione di contenuti ricorrenti nel piano editoriale e che vanno condivisi o ricondivisi periodicamente.

Per ciascuno dei progetti creati è possibile impostare team di lavoro diversi. In base ai ruoli o alle mansioni dei diversi collaboratori, possono essere assegnati differenti accessi o privilegi (amministratori, gestori, moderatori ed editor). È però possibile in ogni caso controllare e approvare i contenuti prima che vengano pubblicati dai collaboratori.

Su PostPrick vi è anche una specifica sezione, calendario editoriale, che facilita l’organizzazione e la visualizzazione dei contenuti, permettendo di avere una visione generale di tutti i post programmati e pubblicati in un determinato periodo. Gli utenti possono inoltre applicare dei filtri al calendario, visualizzando per esempio solo i post di un solo social o solo le rubriche oppure esportare il calendario in formato web e condividerlo con chiunque tramite un semplice link.

Gestione delle fonti

Questo strumento di social media management consente di organizzare le fonti di interesse presenti sul web (come blog o account social) da cui importare contenuti, visualizzandoli in un feed per categoria, playlist, tag o chiave di ricerca specifica, a seconda delle esigenze.

Partendo dalle fonti selezionate è possibile pianificare dei post in maniera semplice e veloce (tramite l’inserimento automatico nel post di titolo, descrizione, immagine presente nel link selezionato), importando anche più contenuti contemporaneamente. Grazie agli smart feed si possono inoltre condividere automaticamente contenuti casuali o recentemente pubblicati dalle fonti di interesse selezionate.

PostPickr importare contenuti dalle fonti di interesse

Fonte: PostPickr

Grazie a questa funzione PostPickr può rivelarsi particolarmente utile anche a editori e blogger , poiché difatti offre un supporto nella gestione delle attività di content marketing e di content distribution.

Misurazione della performance degli account e dei contenuti

Le altre funzionalità importanti della piattaforma sono l’analisi e la misurazione dei risultati delle attività svolte sui social: PostPickr permette agli utenti di scoprire quali sono i post che riescono a coinvolgere di più, in modo da riutilizzarli e ripubblicarli facilmente. Inoltre, questo strumento consente di ottenere degli insight sul proprio pubblico (chi sono i follower , da dove provengono e in quali orari sono maggiormente attivi).

Prezzi e piani di abbonamento di PostPickr

In base al tipo di abbonamento scelto (che può essere mensile o annuale), è possibile creare uno o più progetti e gestire un numero maggiore o minore di canali social contemporaneamente.

L’abbonamento Business, per esempio, consente di gestire 10 progetti e 40 canali social rispetto alla versione gratuita, dove è possibile creare un solo progetto e gestire 3 canali social.

Un altro elemento che cambia a seconda del piano scelto è il numero di membri del team che potranno usare la piattaforma: mentre il piano di abbonamento Professional permette la gestione da parte di un solo utente, il piano Agency consente l’accesso da parte di 18 utenti diversi.

A seconda del tipo di abbonamento cambia anche la modalità di assistenza al cliente: la versione Free prevede il supporto solo tramite email; le versioni Professional e Business prevedono anche l’assistenza tramite ticket; il piano Advanced consente l’uso di ticket e di Skype; il piano Agency permette agli utenti di usare sia ticket che il telefono per chiedere aiuto.

Fonte: PostPickr

Fonte: PostPickr

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI