Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
MacroambienteDagli addetti all’eCommerce agli educatori: quali sono i professionisti più cercati su LinkedIn

Dagli addetti all'eCommerce agli educatori: quali sono i professionisti più cercati su LinkedIn

La piattaforma ha stilato una classifica di mansioni e specializzazioni per cui più sono aumentate vacancy e opportunità di lavoro, in un anno vissuto tra emergenza sanitaria e suoi effetti socio-economici.

Professioni più cercate su LinkedIn nel 2021: quali sono

Quali sono le professioni più cercate su LinkedIn o, meglio, quelle per cui attualmente esistono sul social professionale più vacancy e offerte di lavoro? Dagli addetti all’ ecommerce agli esperti di mutui e prestiti e passando per il personale sanitario, la piattaforma ha stilato circa quindici mansioni di cui i reparti HR – tutti, non solo quelli che abitualmente fanno social recruiting – sono al momento più alla ricerca.

La sensibilità di LinkedIn ai cambiamenti in atto nel mercato del lavoro non è nuova: la piattaforma ha dedicato periodicamente un report ai job trend emersi nei cinque anni precedenti e nel farlo di volta in volta individua appunto le professioni più cercate su LinkedIn e per le quali esistono maggiori opportunità di carriera. Se altri studi concordano però nel sostenere che la pandemia da coronavirus ha avuto un impatto disruptive” anche sul mercato del lavoro, gli sforzi di LinkedIn non potevano non concentrarsi quest’anno sulle trasformazioni più imminenti nel tentativo di offrire una valida guida a chiunque cerchi lavoro «proprio adesso»[1], come sottolinea Search Engine Journal – SEJ a commento dei risultati.

Mansione per mansione, così, la piattaforma ha confrontato com’è cambiata la percentuale di posizioni aperte su LinkedIn tra aprile e ottobre 2020 e lo stesso periodo nell’anno precedente e, a margine, anche il tipo di retribuzione prevista. La buona notizia è che le opportunità di lavoro sono di più, ma sono anche più varie di quanto si potrebbe immaginare e «per persone con tutti i tipi di background e aspirazioni professionali», hanno commentato a Business Insider dalla piattaforma.

Tra le professioni più cercate su LinkedIn al momento ci sono certamente nuove professioni digitali che dovranno guidare imprese e liberi professionisti nella digitalizzazione ormai letteralmente imposta dall’emergenza sanitaria, ma anche ricerche per professionisti sanitari, educatori, coach, che proveranno a rispondere a nuovi bisogni sociali, di nuovi consumatori.

Perché ci sono addetti all’eCommerce, esperti di finanziamenti e sanitari tra le professioni più cercate su LinkedIn al momento

Tra le professioni per le quali è più aumentata la domanda, fino a un +73% rispetto alla rilevazione precedente, ci sono senza dubbio gli addetti all’eCommerce: è una conseguenza prevedibile del boom di acquisti online durante la pandemia e di dati sulle vendite digitali che si sono mantenuti incoraggianti per l’intero 2020. Su LinkedIn si cercano in particolar modo addetti alle consegne e a confezionamento e imballaggio, ma anche personal shopper per chi acquista online abiti e accessori moda: il salario previsto varia dai 42mila ai 56mila dollari.

Anche la professione di esperto finanziario, e in particolar modo di esperto in prestiti e mutui, è tra quelle al momento più ricercate su LinkedIn e sul mercato del lavoro. Anche in questo caso gli effetti dell’emergenza coronavirus e delle sue conseguenze socio-economiche sono evidenti: nei prossimi mesi la disponibilità di liquidità delle famiglie potrebbe crollare, sempre più persone potrebbero essere costrette a ricorrere a finanziamenti e nel farlo potrebbero aver bisogno di consulenze finanziarie personalizzate.

Prevedibilmente anche per il personale sanitario dall’inizio della pandemia vacancy e offerte di lavoro si sono moltiplicate. Su LinkedIn si cercano in particolar modo figure assistenziali, come quella di chi si occupa di assistenza sanitaria a domicilio per cui la domanda è aumentata quest’anno del +39%. Anche gli infermieri, soprattutto se infermieri professionali o infermieri di terapia intensiva, hanno visto aumentare in questi mesi le opportunità di impiego (del +30%) oltre che quelle di guadagno: la paga prevista per questi professionisti sanitari si aggira dagli oltre 65mila dollari ai 111mila.

Quali specialisti cercano le aziende (su LinkedIn e non solo)

In ambito aziendale non si ferma la ricerca di addetti alle vendite così come quella di strategic advisor capaci di guidare anche le realtà più tradizionali attraverso questo periodo di transizione continuando ad assicurare loro buoni risultati a fine anno.

Indipendentemente dal settore in cui operano, però, molte aziende sembrano alla ricerca anche di figure tecniche e altamente specializzate come quelle di web developer o game developer, ma anche di ingegneri full stack (domanda in crescita del +25%), user experience designer (+20%) e data scientist (+46%), questi ultimi in particolare responsabili di sfruttare in maniera vantaggiosa la grande mole di dati a disposizione delle aziende. Per il ruolo sempre più importante che svolge, sia a livello organizzativo e sia nello sviluppo di nuovi prodotti o servizi, però, molti business sembrano interessati ad avere in-house anche esperti di intelligenza artificiale: per questi professionisti la domanda è aumentata in un anno del +32% e il salario varia dai 124mila dollari ai 150mila.

Buone notizie ci sono ancora per gli esperti di digital marketing: le aziende continuano a cercare e a collaborare con social media strategist, SEO specialist e altre figure simili per ottimizzare la propria presenza digitale. Sarà – e non potrebbe essere diversamente – una presenza digitale basata sulla creazione di contenuti digitali di ottima qualità: per questo tra le professioni più cercate su LinkedIn continua a esserci (in crescita del +49%) anche quella del digital content creator.

Se quello da poco passato è stato anche l’anno del primo grande sciopero dei dipendenti Facebook contro il mancato supporto pubblico da parte dell’azienda ai propri collaboratori appartenenti alla Black Community, sempre più prioritario sarà per le aziende prendersi cura di inclusione e diversità al loro interno: è per questo che tra le professioni più cercate su LinkedIn, con oltre il 90% di job vacancy in più rispetto alla precedente rilevazione, c’è quella del diversity manager. Gestire le differenze culturali all’interno di un’azienda non assicura solo un ambiente lavorativo migliore e più favorevole all’ employee retention , ma anche risultati migliori nello sforzo di internazionalizzazione che sempre più vedrà impegnati numerosi business.

Le professioni più cercate su LinkedIn pensate per nuovi ed emergenti bisogni sociali

Come già si accennava, le trasformazioni in atto nel mercato del lavoro non potranno non tenere conto di bisogni nuovi, emergenti, “post-pandemici” e che hanno a che vedere a diverso titolo con il benessere delle persone.

Non è un caso, per esempio, che sia aumentata quest’anno (del +20%) la domanda per educatori professionisti e in particolare per assistenti insegnanti o tutor per le materie scientifiche, anche per ovviare alle carenze educative lascito della didattica a distanza.

Personal coach e professional coach sono sempre più “assoldati” (la domanda è cresciuta in un anno di oltre il +50%) da chi intende intraprendere un percorso di crescita personale o professionale o vuole migliorare se stesso sotto diversi punti di vista.

Anche per professionisti come psicoterapeuti, psichiatri o terapisti comportamentali le opportunità di lavoro si moltiplicano (+24% in un anno) come effetto della sempre maggiore attenzione pubblica riservata al tema della salute mentale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI