Martedi 19 Giugno 2018
ComunicazionePublic speaking: 3 consigli per affascinare il pubblico!

Public speaking: 3 consigli per affascinare il pubblico!

Le regole base per catturare l'attenzione del pubblico mentre parlate e mantenerla anche dopo.


A firma di: Carla Panico Contributor
Public speaking: 3 consigli per affascinare il pubblico!

Saper esporre le proprie idee e farlo in modo vincente non è sempre molto facile, soprattutto per chi non è avvezzo a farlo davanti a tante persone. Eppure, in certi casi non se ne può proprio fare a meno, come quando dobbiamo mostrare il nostro progetto di start-up a dei possibili futuri finanziatori oppure comunicare qualcosa di importante ai nostri dipendenti o colleghi. In queste e in altre occasioni potrebbero esservi utili questi 3 semplici “trucchetti”:

1. Dai una struttura al tuo discorso

Ti sarà capitato di ascoltatore, di assistere a discorsi lunghi, contorti, senza un filo logico e di annoiarti a morte. Non vorrai che i tuoi ascoltatori provino lo stesso con te! Per prima cosa, quindi, devi organizzare i punti che vuoi trattare e dare unatassonomia” a chi ti ascolta: è fondamentale far capire di quanti argomenti parlerai, in modo che l’ascoltatore non si perda e non faccia confusione. Potresti iniziare con “oggi parlerò di questi tre punti…” e cominciare, poi, a snocciolarli uno per uno. Attenzione, però, a non creare delle sottostrutture delle strutture, come ad esempio “Ecco i cinque punti che riguardano uno dei sei argomenti che tratteremo…”: ciò non farà che aumentare la confusione delle persone, che cominceranno presto a perdere la concentrazione e a disinteressarsi al tuo discorso perché il nostro cervello non riesce a gestire troppe informazioni alla volta.

2. Genera emozione

Se vuoi che chi ti ascolta torni a casa riflettendo sul tuo discorso, allora coinvolgilo emotivamente! L’emozione che leghiamo a determinati momenti che trascorriamo ce li fa ricordare in modo molto più vivace ed è importante tenerlo in mente quando parliamo in pubblico. Il contatto emotivo creerà coinvolgimento e questo farà sentire le persone parte del discorso, così continueranno a ricordarlo collegando le tue parole alle emozioni che hai saputo trasmettere.

3. Incuriosisci il pubblico

A causa del fattore tempo non è sempre possibile esporre tutto ciò che si vorrebbe quando si parla in pubblico ma un buon oratore dovrebbe assicurarsi di riuscire ad incuriosire chi lo ascolta al punto da indurlo a chiedergli maggiori dettagli dopo il discorso. Dire “questo è solo uno dei punti che vorrei trattare, ma il tempo è poco e non me lo consente…” può essere utile per far comprendere al pubblico il livello di approfondimento al quali si è potuti arrivare e come ci sia tanto altro di cui discutere. Una buona tecnica per essere contattati anche più tardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.
Cosa aspetti?!

Iscriviti