Domenica 14 Ottobre 2018
MacroambienteRating e web: come capire se si tratta di recensioni false?

Rating e web: come capire se si tratta di recensioni false?

A lanciare l'allarme circa il fenomeno sempre più diffuso delle recensioni false online è l'AGCOM. Come, però, scovarle?


A firma di: Annette Palmieri Contributor
Rating e web: come capire se si tratta di recensioni false?

La preoccupazione rispetto alle recensioni false online è sempre più diffusa, tanto che Angelo Marcello Cardani, Presidente dell’AGCOM, le ha definite come «una pratica sempre più diffusa a danno dei consumatori». Le segnalazioni che si sono susseguite e che tutt’oggi proseguono preoccupano seriamente le autorità che dovrebbero arginare questo fenomeno per proteggere i consumatori che cercano opinioni online.

Non è difficile incappare in queste farse molto spesso messe in piedi proprio da ristoratori e albergatori. Prima di recarsi in un locale le persone, infatti, cercano recensioni online, ma non sapranno mai se si tratta di giudizi veritieri o meno, cadendo così nella trappola del commerciante.

È noto, ormai, che il 67,7% degli utenti viene influenzato dalle opinioni online di altri utenti nel processo di acquisto. Google, inoltre, mostra anche le recensioni tra i risultati di ricerca. Per questi motivi le aziende cercano di dotarsi di recensioni positive per risultare maggiormente competitive, considerando che il 22% degli utenti abbandona l’acquisto anche per un singolo giudizio negativo.

È necessario, dunque, riuscire a capire quando si tratta di recensioni false e quando si tratta di recensioni vere.

Suggerimenti per scoprire recensioni false

  • Considerare la lunghezza della recensione e il tono di voce utilizzato dagli utenti. Se ci si trova di fronte ad una recensione eccessivamente breve potrebbe trattarsi di un falso. Un breve elogio, con 4 o 5 stelle assegnate, dovrebbe indurre gli utenti a pensare che si tratti di un giudizio non veritiero. Questa tipologia di recensioni è solitamente molto vaga e non parla del prodotto o del locale in sé, ma spinge verso una generalità sospetta. Un altro elemento sospetto potrebbe essere un infinito elenco di prodotti all’interno di una sola recensione: che si tratti di un utente pagato per recensire?
  • Verificare l’utilizzo di un linguaggio emozionale. Una recensione obiettiva solitamente cerca di riassumere le critiche che si possono muovere alle caratteristiche di un prodotto o al servizio di un ristorante. Quando invece ci si trova di fronte ad una recensione falsa, tutti i prodotti verranno descritti come meravigliosi, incredibili, ideali per tutti, ecc., abbondando quindi con il sensazionalismo. Se invece la recensione proviene da un competitor – anche una recensione eccessivamente negativa, infatti, può essere spia di un giudizio falso – i prodotti diventeranno di pessima qualità, orribili, deludenti, sottolineando quindi attributi eccessivamente negativi.

false-recensioni

  • Verificare che l’utente abbia scritto altre recensioni. Se l’utente non è particolarmente attivo potrebbe trattarsi una recensione mirata e quindi falsa. Molte piattaforme consentono di visualizzare il profilo di un utente e leggere tutti i suoi commenti su vari servizi/prodotti. Se sono presenti solo recensioni vaghe che mirano ad elogiare amici è probabile che il giudizio espresso non sia veritiero. 
  • Fare attenzione al periodo in cui un utente è attivo. Se tutte le recensioni sono state redatte nello stesso breve periodo l’utente potrebbe essere autore di falsi e devianti pareri.
  • Verificare che l’utente che scrive abbia un profilo attendibile. Quando si legge e si valuta una recensione è giusto voler sapere se l’utente che commenta abbia un profilo che la piattaforma reputa affidabile in base, ad esempio, alle molte recensioni redatte, mostrando grande collaborazione. Se così non fosse ci si potrebbe iniziare ad interrogare sulla genuinità del giudizio espresso. Alcune piattaforme, inoltre, consentono spesso di scrivere recensioni in forma libera, senza aver acquistato il prodotto direttamente dal sito, ricevendone invece uno in omaggio: questo potrebbe essere sinonimo di non imparzialità del giudizio.
  • Prestare attenzione al rating massimo e minimo. Spesso le recensioni più accurate, precise e minuziose, prive di sensazionalismo e negatività al massimo, sono quelle che esprimono votazioni intermedie e, quindi, le più affidabili. 
  • Leggere con senso critico. È fondamentale leggere le recensioni con spirito critico, basandosi molto anche sulle proprie sensazioni. Un giudizio genuino, “da madre”, è espressione di una recensione veritiera.
  • Verificare che l’utente che scrive stia cercando di aiutare effettivamente chi legge la recensione. È opportuno comprendere se l’intento della recensione pubblicata sia quello di aiutare altri utenti in procinto di acquistare il medesimo prodotto oppure se il fine sia soltanto promozionale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.