Venerdi 19 Ottobre 2018
Risorse e guideTool Sendinblue per l’email marketing automation

Tool Sendinblue per l’email marketing automation

Il tool Sendinblue per l'email marketing automation è uno strumento all-in-one con scenari personalizzati e personalizzabili.


Angela Rita Laganà

A cura di: Angela Rita Laganà Autore Inside Marketing

Tool Sendinblue per l’email marketing automation Fonte: Depositphotos

Con il tool Sendinblue per l’email marketing automation fin dal primo accesso alla piattaforma è possibile usufruire di tutte le funzionalità offerte dallo strumento. Organizzato in tre principali settori, il tool si configura come uno strumento all-in-one attraverso cui convertire e fidelizzare.

Dopo aver eseguito una semplice registrazione con il proprio indirizzo di posta elettronica, alcuni passaggi consentoni di convalidare il proprio account freemium. La scelta di questa strategia di prezzo riflette la natura dello strumento stesso, componibile e personalizzabile in base alle esigenze aziendali e integrabile in qualsiasi momento con funzionalità aggiuntive e a pagamento. Il primo passaggio da compiere prevede l’importazione dei contatti attraverso un file .csv o .txt, il loro inserimento manuale o il copia/incolla ma in tutti e tre i casi gli attributi di contatto possono essere modificati in qualsiasi momento. Sempre in questa fase avviene una mappatura dei dati attraverso la quale Sendinblue, se sono già stati definiti gli attributi di contatto nelle impostazioni, abbina i dati del proprio file alla lista di contatti esistente. I contatti, infine, possono essere raggruppati in liste.

Il secondo passaggio è relativo al completamento del proprio profilo inserendo i dati che non sono stati richiesti in fase di registrazione, ma soprattutto dichiarando che tutti gli indirizzi email utilizzati sono di tipo opt-in e che non sono stati acquistati o recuperati su Internet. La spunta obbligatoria della casella impegna l’utilizzatore a importare unicamente contatti di cui ha l’autorizzazione all’utilizzo dell’indirizzo email per campagne di email marketing. Accanto all’inserimento dei propri dati, Sendinblue richiede anche delle informazioni sull’esperienza di utilizzo della piattaforma al fine di migliorare i propri servizi e coinvolgere l’utente in beta test delle nuove funzionalità. Fra i casi d’uso troviamo l’invio di campagne email, l’utilizzo di servizi di email transazionali, l’invio di SMS, la creazione di scenari di automation e la gestione delle campagne utenti attraverso offerte white label.

Il terzo passaggio di convalida del proprio account è invece il primo momento in cui l’utente entra nel vivo della creazione della sua prima campagna e ne definisce i parametri. Il focus di questo step è sull’oggetto della campagna, primo elemento visualizzato dal destinatario e elemento fondamentale per l’efficacia di una campagna di email marketing. La procedura guidata di creazione della campagna è arricchita da suggerimenti e indicazioni che rendono semplice il processo anche a chi non ha mai utilizzato uno strumento del genere. Interessante osservare come la possibilità di personalizzazione è messa in evidenza in ogni singola voce facendo una distinzione per livello di esperienza. Chi ad esempio volesse modificare l’indirizzo di risposta alla propria email cliccando sull’icona del punto interrogativo si troverà il seguente messaggio: «Si tratta dell’indirizzo email che sarà usato quando il destinatario ti risponderà. Ti consigliamo di usare un indirizzo email che controlli e di evitare gli indirizzi no-reply, che non instaurano un clima di scambio e dialogo con il contatto. [DEFAULT_REPLY_TO] è il valore predefinito del tuo account o delle tue liste se hai impostato delle liste. Puoi modificare il valore predefinito in ‘Impostazioni avanzate’. Se sei un utente esperto, puoi usare anche l’indirizzo email del tuo server SMTP. A tale scopo usa il valore [DEFAULT_SMTP]» che lo guiderà nella scelta dell’opzione più adatta alle proprie competenze ed esigenze.

Una volta definite le impostazioni della campagna ci si può dedicare al layout della stessa utilizzando dei modelli o creandone uno da zero. I modelli disponibili sono totalmente personalizzabili e anche in questa procedura guidata sono numerosi i consigli per rendere più efficaci i propri invii. Un esempio è quello del focus sul colore di sfondo della email o quello sul numero di caratteri di cui è composta la preintestazione, un rapido riassunto visibile subito dopo l’oggetto nella webmail e di cui i primi 35 caratteri, sugli smartphone, sono visibili in modalità verticale. Verificata la visualizzazione su dispositivi desktop e mobile, selezionati i destinatari ed eventuali liste segmentate è possibile confermare l’invio della mail e di conseguenza l’effettiva creazione di una campagna.

dashboard sendinblue

La dashboard di Sendinblue è organizzata a blocchi a cui è possibile accedere sia dal pannello centrale, sia dai menu laterali. In alto i tre grandi settori in cui è possibile operare: Campagne, Transazionale e Automation.

Il settore Campagne di SendinBlue permette d’inviare delle newsletter e delle email commerciali all’interno della piattaforma; il settore Transazionale prevede la connessione di un account dal proprio client di posta elettronica servendosi dei server SendinBlue SMTP per inviare delle email transazionali. La scelta di utilizzare Sendinblue SMTP appartiene spesso a tutti quei clienti che utilizzano già gestionali di invio e si affidano a Sendinblue per consultare l’archivio delle email inviate, le aperture, i click, indirizzi sconosciuti e altre informazioni.

Il settore Automation permette di inviare il messaggio giusto alla persona giusta e nel momento giusto, usando i dati comportamentali e personali dei propri contatti. La creazione dello scenario avviene in tre semplici passaggi:

  • aggiunta di un punto d’ingresso allo scenario automation. Uno scenario tipico è quello del compleanno utilizzando l’attributo di contatto “data di nascita”;
  • completamento di un workflow;
  • svolgimento automatico dell’azione. Sendinblue esegue una scansione degli scenari, verifica se le condizioni sono soddisfatte e fa partire le azioni definite.

L’identificazione dei contatti avviene tramite cookie, consentendo di identificare tutti i contatti che hanno cliccato nelle email o attraverso la funzione Identify identificando automaticamente tutti gli utenti grazie ad una stringa di codice.

A completare il Sendinblue tool per l’email marketing automation un sistema API per l’integrazione all’interno dei siti web, la possibilità di utilizzare plugin per connettersi ai CMS e la presenza di un webhook per recuperare in tempo reale nel sistema diversi dati come quelli di apertura e di click.

Libri di approfondimento

  • Email marketing automation: il motore che accelera il rapporto con i clienti e le vendite
    Email marketing automation: il motore che accelera il rapporto con i clienti e le vendite

    L’email marketing automation come motore per accelerare le vendite e ottenere il massimo dalle campagne di digital marketing.

    Leggi
  • Email Marketing - Acquisisci clienti e aumenta le tue vendite
    Email Marketing – Acquisisci clienti e aumenta le tue vendite

    L'email marketing può aumentare il bacino d’utenza di un'azienda ed aiutare ad avere nuovi clienti? La risposta nel testo di Arrigoni.

    Leggi
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Articoli sull'argomento

email marketing
Email marketing

Email marketing è una forma di marketing diretto (DEM) che integra strategie e tattiche per creare e distribuire comunicazioni via email.

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.