Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
AssociazioniLa ripresa degli investimenti media per il 2021: ecco il report elaborato dal Centro Studi UNA

La ripresa degli investimenti media per il 2021: ecco il report elaborato dal Centro Studi UNA

I nuovi dati provenienti dall'analisi elaborata dal Centro Studi UNA sono una boccata di ossigeno per l’intero comparto: prevista una crescita del 9,2% del fatturato 2021 rispetto all’anno precedente. In forte ascesa il cinema (+35.3%), protagonista assoluto di questa ripresa.

rierca UNa su mercato adv 2021

Dopo un 2020 molto difficile, torna a respirare il mercato degli investimenti media per l’anno corrente. Secondo l’ultimo report elaborato dal Centro Studi UNA (Aziende della Comunicazione Unite) relativo al 2021, si prospetta, infatti, una crescita del 9,2% per l’intero settore, con un aumento di due punti percentuali in più rispetto alle previsioni dello scorso aprile e un fatturato pronto a sfondare il muro degli 8,5 miliardi di euro.

Come ci è stato riferito da UNA in merito alla metodologia adottata, l’analisi prende in considerazione due aspetti principali: il primo consiste nella valutazione del dato mensile con le percentuali di investimento mensile del totale mercato pubblicitario; il secondo raccoglie il materiale informativo elaborato dai centri di ricerca aderenti a UNA, ossia dati precisi e pertinenti riguardanti sia il mercato online, sia quello offline.

Le stime fanno ben sperare e consentono all’intero comparto di avvicinarsi agli investimenti registrati nel 2019, dopo il pesante crollo di fine 2020 (-11%) che aveva provocato una flessione del fatturato da 8,8 a 7,8 miliardi di euro.

ricerca UNA investimenti adv 2021

Boom di investimenti nel cinema, ma soffre ancora il cartaceo

Le proiezioni future sul bilancio finale di quest’anno si riflettono sul cinema, grande protagonista di questa seconda metà del 2021. Tra le aree del mercato dei media più colpite dalla crisi economico-finanziaria causata dalla pandemia, il grande schermo ha assistito però a un aumento esponenziale del 35,3% rispetto ai numeri di aprile: una grande ripresa, frutto dell’allentamento delle restrizioni anti-COVID che hanno consentito un ritorno graduale e sicuro nelle sale cinematografiche.

Nel report del Centro Studi UNA, il cinema domina la scena, anche in relazione al confronto tra 2020 e 2021, con un incremento complessivo del 24,9% rispetto agli investimenti dello scorso anno. A seguire, si assiste allo slancio significativo della pubblicità esterna (+7,7%), mentre il digital continua a vivere il suo stato di grazia (+11,8%), insieme a radio (+9,3%) e TV (+8,5%).

Continua a perdere terreno, invece, il cartaceo: per quotidiani e periodici corrono tempi duri, con gli investimenti che rischiano di subire un rallentamento stimato, rispettivamente, in -0,4% e -4,2%.

ricerca UNA variazione adv 2020 VS 2021

Le quote per mezzo e la media inflation per i mezzi online e offline

Nella ripartizione degli 8,4 miliardi di euro di fatturato previsti per il 2021, a detenere la quota più alta è, ancora una volta, la televisione (43,9%), il cui primato è tuttavia messo in discussione dalla costante crescita del digital (42,9%).

ricerca UNA quote mezzi

L’elaborato Centro Studi UNA fornisce indicazioni anche sulla media inflation per mezzi online e offline. Per quanto concerne i primi, la media ponderata tra i quattro trimestri del 2021 si assesta rispettivamente sul 4,2% per i display e sul 4,8% per i video.ricerca UNA mezzi onlinePer quanto riguarda, infine, i mezzi offline, valori di crescita, seppur più contenuta, si registrano per TV, radio e magazine.ricerca UNA mezzi offline

«Siamo in un momento in cui la stagionalità è ancora instabile e il raffronto con il 2020 rende ancor più evidente questa volatilità del mercato, dipendente ancora in gran parte dai lockdown e dalle progressive “aperture”. Nella stima dell’inflazione media rimane critico il tema delle audience che, più dell’elemento economico, ha contribuito e contribuisce ad alimentare gli effetti inflattivi e deflattivi degli ultimi mesi. Questo andamento apparentemente randomico è sostenuto da un mercato vivace, rinvigorito da molti advertiser nuovi: è un segnale di fiducia verso il futuro» ha dichiarato Alessandra Giaquinta, portavoce UNA Media hub, dichiarandosi comunque fiduciosa per il trend di quest’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI