Mercoledi 15 Agosto 2018
MacroambienteScalabilità, vitalità e media boost: il ritmo di crescita sui social network.

Scalabilità, vitalità e media boost: il ritmo di crescita sui social network.

I social network come piattaforme di marketing.


A firma di: Paola Imperatore Contributor
Scalabilità, vitalità e media boost: il ritmo di crescita sui social network.

Per un’azienda l’aspetto fondamentale da capire per garantire una strategia e un giusto approccio con i social network é il trend di crescita.

Gli acceleratori della crescita sono:

engagement ads e altre forme di media a sostegno;
promozioni speciali e concorsi;
sinergia con altre web properties e comunicazione;
leverage su database, DEM e altre comunità;
crescita organica.

La crescita organica é quella data dalle attività di content e community management. L’interazione degli utenti con i contenuti genererà una “viralità” endemica della pagina o del canale. Funzioni quali Like, Share, Comment, Embed che i fruitori dei contenuti effettueranno li renderanno visibili alle altre persone del loro network, una frazione dei quali finirà per utilizzare i contenuti e diventare follower dell’azienda o del brand. Mediamente la crescita organica di una pagina Facebook oscilla tra il 3% e il 5% al mese. Ci sono casi di alcuni brand (dei veri lovemark) che hanno crescite più cospicue. In generale, comunque, é difficile raggiungere grandi numeri con la sola crescita organica.
Un modo economico di lanciare una property aziendale su un social network é quello di far leva su comunità e database esistenti.

Parallelamente a database e community proprie si possono immaginare iniziative in partnership con comunità affini. Identificare, ad esempio, una community di appassionati d’auto molto numerosa e attiva e costruire delle leve di ingaggio per cui quella comunità sia motivata a seguire la casa automobilistica sui social network é un buon modo di portare velocemente un pubblico non profilato a seguire l’azienda.

Un modo efficace di coinvolgere traffico profilato sui social network é quello di veicolarlo dalle altre property di comunicazione dell’azienda: sito, campagne, materiale, BTL, signature delle mail e così via. Il vantaggio di questa tecnica è che porta sui social network l’inner circle dell’azienda: dipendenti, fornitori, partner, persone in stragrande maggioranza motivate a sostenere l’azienda per cui lavorano o con cui collaborano.

Le offerte media specifiche per ogni social sono il più potente strumento di recruiting perché concepito a tale scopo dal social network stesso. Questi strumenti consentono di profilare gli utenti del social network e di coinvolgerli con le forme e l’integrazione tipica del social network stesso, garantendo redemption molto alte e una veloce crescita.
Parte della strategia riguarda anche la progettazione e la crescita della pagina. E’ una questione di budget, ma anche contenuti e strategia.
Una strategia di presidio può permettersi crescite più lente e qualitativamente sostenute in momenti topici; una strategia promozionale non può prescindere da un forte media boost, mentre le strategie di progetto possono vivere di piccoli numeri rilevanti o aver bisogno di media o iniziative speciali a seconda della specificità del progetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.