MarketingSEO per eCommerce: cinque consigli utili

SEO per eCommerce: cinque consigli utili

Anche quando si possiede un eCommerce è necessario pensare ad apposite attività SEO per il relativo sito web: ecco alcuni consigli.

A volte può capitare che un sito eCommerce non riesca a “decollare” per una serie di fattori, nonostante magari una proposta commerciale perfettamente in linea con i parametri del proprio settore di riferimento. Uno dei motivi del mancato successo di un negozio online è la scarsità di traffico organico in arrivo da Google, il motore di ricerca più utilizzato al mondo (secondo i dati forniti da Oberlo[1], Google detiene oltre il 90% della quota di mercato ed elabora oltre 8,5 miliardi di ricerche al giorno). Non essere ben posizionati nei risultati di ricerca di Google impedisce a un’attività commerciale di essere raggiunta da un numero elevatissimo di utenti potenzialmente in target, ecco perché è necessario curare in ogni singolo aspetto la SEO.

Che cos’è la SEO?

Prima di discutere dell’ottimizzazione di un sito eCommerce è necessario focalizzarsi su breve introduzione relativa a che cos’è la SEO.

L’acronimo SEO sta per search engine optimization (ottimizzazione per i motori di ricerca) ed è un’attività indispensabile per ogni tipo di sito Internet. Si tratta sostanzialmente dell’insieme di diverse tecniche che vengono messe in atto per indicizzare (fare in modo che le pagine siano presenti nei risultati di ricerca) e posizionare (conquistare il miglior posizionamento possibile per ogni query di ricerca) le pagine di un sito.

Per fare in modo che un eCommerce appaia nei primi risultati di ricerca a seconda di una specifica domanda posta nella barra di Google, non v’è altro modo che mettere in atto tutte quelle operazioni che rientrano nell’ambito della SEO.

Ottimizzazione SEO di un eCommerce: cinque cose da fare

Essere presenti su Google è dunque particolarmente importante, soprattutto per le attività commerciali che si rivolgono a un target specifico da “strappare via” dalle mani della concorrenza.

Per l’ottimizzazione di un sito eCommerce è possibile, così, seguire alcuni consigli.

1. Ottimizzare tag title e meta description di ogni pagina

Ogni pagina di un sito Internet è composta da alcuni elementi, tra cui il tag title H1 (il titolo principale della pagina) e la meta description, quest’ultima utile per fornire una sorta di sintesi del contenuto presente nella singola pagina. L’ottimizzazione di questi due elementi è dunque un’ottima base di partenza.

Se il tag title dev’essere breve, conciso e con la parola chiave principale presente (sempre a seconda di cosa c’è nella singola pagina), la meta descrizione deve fare un rapido riepilogo di quello che è presente nella pagina, in uno spazio che non deve andare oltre i 160 caratteri. Una meta descrizione professionale è dunque sintetica, descrittiva e contiene al suo interno una o due parole chiave inerenti al contenuto.

2. Usare le parole chiave con alto volume di ricerca

Quali sono le parole chiave che gli utenti utilizzano per effettuare una ricerca su Google? Conoscere questa informazione è essenziale, perché solo con l’utilizzo di tali keyword nelle pagine sarà possibile salire come posizione in SERP e agganciare l’utente che sta cercando qualcosa. Il contenuto delle pagine va costruito partendo proprio da queste parole chiave o almeno da quelle con il maggior volume di ricerca mensile (con continui aggiornamenti man mano).

Sul web sono disponibili vari tool, utili a tale scopo, in cui è possibile inserire una parola chiave principale e ottenere poi un elenco di keyword correlate che possono essere inserite nei testi del sito. In merito alle keyword da inserire nelle pagine di un sito è possibile seguire alcuni consigli per la ricerca delle parole chiave.

3. Assicurarsi che il sito sia veloce

Un sito eCommerce lento non incontrerà mai il gusto degli utenti, anche se i prodotti presenti sul sito sono ottimi e la proposta commerciale conveniente rispetto ai diretti competitor.

Le persone navigano spesso da mobile, tra un impegno e l’altro e spesso non hanno tanta voglia di aspettare un sito con tempi di caricamento troppo alti. Quello che occorre fare è garantire un “motore” potente che permetta al sito di essere veloce in termini di caricamento delle pagine. Una soluzione hosting eCommerce professionale funge da garanzia in tal senso, perché assicura prestazioni elevate e continuità del servizio.

4. Garantire la sicurezza dei dati degli utenti

Negli ultimi anni i siti Internet sprovvisti del protocollo HTTPS (acronimo di hyper text transfer protocol secure) vengono etichettati come “non sicuri” dal browser. Ciò rappresenta un grande problema per un’attività commerciale, specie in una fase di lancio, in cui è necessario conquistare la fiducia degli utenti.

Passare dal protocollo HTTP a HTTPS è imprescindibile. Con il protocollo di sicurezza HTTPS (che è possibile ottenere con un certificato SSL), le connessioni tra client e server non avvengono più in chiaro ma vengono criptate, quindi rese invisibili a possibili malintenzionati. In questo modo, con il lucchetto verde accanto al dominio nella barra di ricerca del browser, l’utente saprà che è garantita la protezione dei suoi dati e che quindi può acquistare i prodotti sul sito senza correre alcun rischio.

5. Trovare backlink di qualità

Oltre alle performance e all’aspetto della sicurezza c’è un altro fattore che Google tiene in grande considerazione per il posizionamento dei siti Internet: l’autorevolezza.

Un sito ritenuto autorevole avrà maggiori possibilità di salire fino alle prime posizioni sul motore di ricerca rispetto ad altri, proprio perché l’obiettivo di Google è fornire all’utente i migliori risultati possibili a seconda della ricerca effettuata. Per questo è importante conquistare dei backlink di qualità, ossia link in arrivo da siti web esterni che risultino autorevoli e affidabili. È possibile ottenerli in maniera “naturale”, ossia con citazioni da parte di altri siti, oppure creando delle collaborazioni con siti e magazine del settore al fine di ottenere traffico e visibilità, oltre al backlink stesso.

Perché pensare a un’accurata strategia SEO per eCommerce

Senza un’accurata ottimizzazione SEO un sito eCommerce avrà enormi difficoltà a portare traffico di qualità sul sito a meno che non si decida di investire consistenti budget in campagne Facebook e Google Ads.

Prima di pensare però a investimenti in attività di advertising (o SEA) è importante mettere in campo diverse strategie SEO per eCommerce in modo che anche tramite il traffico organico arrivino tanti utenti in target, quindi potenziali clienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI