campagna Rakuten
Venerdi 14 Dicembre 2018
MarketingSEO per startup: come far decollare un’idea sul web

SEO per startup: come far decollare un’idea sul web

Cinque fattori di ottimizzazione SEO per startup approfonditi con Francesca Redaelli, SEO Specialist & Project Manager di Pro Web Consulting.


Marianna Cadoni
A cura di: Marianna Cadoni Autore Inside Marketing
SEO per startup: come far decollare un’idea sul web

Ogni giorno numerose startup continuano a nascere. Secondo l’ultimo censimento del Ministero per lo Sviluppo Economico (MiSE) in particolare sono circa 6400 le nuove aziende che figurano nel registro delle imprese del 2016. La vera scommessa, però, è crescere e diventare delle grandi imprese. Solo l’1% di queste, infatti, riesce ad ottenere un primo finanziamento per avviare l’attività e una startup su tre ha un sito web che non funziona bene. È per questo che il Governo italiano ha previsto nuove normative che daranno la possibilità di ottenere sgravi fiscali per chi investe in startup, ma ciò comunque non è sufficiente per sopravvivere in questo nuovo mercato.

Per crescere, distinguersi dalla concorrenza e far decollare una nuova impresa è necessario pianificare con grande attenzione la propria presenza online, sin dal principio e in ogni suo aspetto, studiando una strategia specifica che permetta di affermarsi sul web. Ci riferiamo alla SEO (Search Engine Optimization) e in particolar modo alla SEO per startup ed eCommerce, cioè quell’insieme di attività volte a migliorare la visibilità di un sito web e il suo posizionamento nei motori di ricerca.

Approccio SEO-first e user-first

Indipendentemente dal settore di mercato, qualsiasi startup oggi può individuare nel web uno strumento in grado di moltiplicare le opportunità di business. Punto di partenza imprescindibile per fare del mondo digitale un importante canale di promozione è avere competenze nella gestione degli elementi essenziali di web marketing a partire dalle strategie di ottimizzazione per i motori di ricerca. La grande ricchezza di una startup è, infatti, la possibilità di costruire un nuovo sito da zero secondo i principi che consentono di massimizzarne la visibilità sin da subito.

Francesca Redaelli seo per startup

Francesca Redaelli, SEO Specialist & Project Manager dell’agenzia SEO Pro Web Consulting

A confermarci l’importanza di un approccio SEO-first è Francesca Redaelli, SEO Specialist & Project Manager dell’agenzia SEO Pro Web Consulting, con la quale, attraverso un’intervista, abbiamo avuto l’opportunità di approfondire il tema della SEO per startup ed eCommerce: «Avere la possibilità di strutturare un sito in ottica SEO fin dalle base è certamente un enorme valore aggiunto: una strategia SEO-driven darà più facilmente ottimi risultati in termini di visibilità e indicizzazione rispetto a un sito già esistente ottimizzato ex-post, definito SEO-compliant».

È inoltre essenziale che il sito sia orientato alle esigenze dell’utente, sia in termini di esperienza che di ricerca, come sottolinea Francesca Redaelli:«Noi parliamo di strategia user-first, uno studio puntuale che porta a comprendere cosa e come l’utente cerca, in modo da garantirgli contenuti interessanti e risposte alle sue domande, attraverso un attento monitoraggio di keyword e volumi di ricerca anche stagionali».

SEO per i siti multilingua

Un aspetto molto delicato nell’ottimizzazione SEO per startup ed eCommerce che si rivolgono a mercati esteri riguarda la geolocalizzazione del sito; incongruenze fra il mercato-obiettivo e la lingua di rifermento non potrebbero che generare danni all’impresa che intende internazionalizzarsi. Accade spesso che chi è alle prese con un nuovo eCommerce multilingua non sappia riconoscere modalità più idonee a favorire il posizionamento desiderato.

«Per siti multi-lingua, cioè quelli che offrono contenuti in più lingue, la best practice SEO è avere un dominio gTLD con sottodirectory (nomesito.com/it/) oppure con sottodomini (it.example.com) e l’hreflang con la sola indicazione della lingua – spiega Francesca Redaelli ai nostri microfoni –; mentre per siti multiregionali, ossia quelli che offrono contenuti rivolti espressamente a utenti di paesi differenti, la prima scelta è avere un domino cctTLD per ogni paese (nomesito.it, nomesito.co.uk, nomesito.fr etc.). Ovviamente, è sempre fondamentale avere contenuti tradotti da professionisti madrelingua».

Content is the King: ottimizzazione di testi, categorie e schede prodotto

È la regola numero uno del web marketing, ancora fortemente valida ma non sempre pienamente compresa: content is the King. La strategia di marketing più importante consiste nella creazione di contenuti rilevanti non solo dal punto di vista quantitativo, affinché i motori di ricerca riescano a interpretare e indicizzare le pagine del sito, ma sopratutto dal punto di vista qualitativo. Questo significa saper raccontare il proprio brand o prodotto, offrire qualcosa di nuovo e utile all’utente, alimentare il sito con articoli, testi, immagini e consigli in grado di stimolarne la condivisione, ma soprattutto originalità. Ciò è valido non solo per i portali editoriali ma anche per gli eCommerce, che si tratti di piccoli brand oppure di grandi piattaforme multimarca con centinaia di migliaia di articoli.

«Accade di frequente che i contenuti delle schede prodotto siano identici su tutti i siti che vendono quella specifica referenza, ad esempio se il brand o il produttore si fanno content provider per i rivenditori online. In questo caso, c’è un tema di duplicazione di contenuto che deve essere risolto per evitare effetti negativi sul posizionamento e sul traffico organico», dice l’esperta.Cosa fare, quindi, in questi casi? «Semplificando, è consigliabile o differenziare il contenuto per renderlo originale e unico oppure comunicare ai motori di ricerca qual è la pagina principale (in gergo tecnico “canonical”) da tenere in considerazione rispetto alle copie». 

È importante, poi, non dimenticare di strutturare correttamente l’homepage e le pagine di un sito web. Una struttura chiara e di facile navigazione e la suddivisione coerente di pagine e categorie prodotti secondo l’analisi delle parole chiave consentono di aumentare l’efficienza complessiva del sito e favoriscono il raggiungimento delle conversioni.

Ottimizzazione dei siti per dispositivi mobile

«Mai sottovalutare il potenziale del mobile: app e versioni responsive costituiscono una fonte considerevole di traffico, spesso orientato alla conversione»spiega Francesca Redaelli. Oltre ad essere uno dei fattori di cui Google tiene prevalentemente conto, oggi il mobile SEO è una necessità per qualsiasi startup, visto che il maggior numero di ricerche viene effettuato proprio dagli smartphone. Intercettare questo traffico e prevedere da subito la versione mobile-friendly del proprio sito sono fra le azioni più importanti per chi si occupa di SEO per startup e per eCommerce.

La stessa attenzione va riservata anche alla creazione e indicizzazione delle app. Non basta infatti creare un’app affinché venga utilizzata con successo: dovrebbe, invece, essere pensata per offrire un valore aggiunto all’utente e per essere indicizzata in base alle query di ricerca degli utenti. Solo in questo modo è possibile ottenere maggiore visibilità negli app store e aumentare naturalmente il numero di download.

Differenziare e investire nella SEO per startup da subito

Nell’ambito di un progetto digitale ancora pochi comprendono l’importanza di investire sin dal principio nell’attività SEO, qualunque sia la tipologia di startup o di sito web. «La SEO dà risultati e frutti sul medio-lungo periodo, ecco perché spesso le startup non la ritengono un’attività prioritaria. Al contrario, è essenziale fin da subito, essendo un canale che fornisce un alto ROI nel tempo, nonché risultati tangibili e misurabili»,dice l’esperta. Investire nella SEO rappresenta, inoltre, una strategia per differenziare i canali di marketing e di traffico e rendere la startup più solida nel tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI