Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Risorse e guideSEOZoom che cos’è e come funziona. Guida alla suite italiana per la SEO professionale

SEOZoom che cos'è e come funziona. Guida alla suite italiana per la SEO professionale

SEOZoom è la SEO Suite Italiana efficace per l'organizzazione di progetti SEO e per il monitoraggio di tutte le loro fasi.

Recensione SEOZoom: suite per SEO professionale

SEOZoom è una suite di web marketing italiana, finalizzata all’ottimizzazione dei siti web in ottica SEO on site e off site.
Con gli strumenti presenti nel software è possibile in particolare:

  • ricercare parole chiave e analizzarne i volumi di traffico,
  • individuare i search intent,
  • osservare l’andamento delle keyword del proprio sito,
  • studiare e monitorare i competitor ,
  • creare un piano editoriale ,
  • pianificare una strategia di link building.

Attualmente la SEOZoom suite offre i dati di un miliardo di keyword italiane e oltre 100 milioni di keyword UK.

SEOZoom come funziona

Il SEO Spider di SEOZoom mostra come un sito web viene visto da Google, mettendo in evidenzia le anomalie e tutti i possibili errori.La procedura di accesso al tool è semplice: il login avviene attraverso indirizzo email e password e nel caso in cui viene richiesta una versione di prova, l’utente ha modo di utilizzare nel periodo prestabilito tutte le funzionalità presenti.

La dashboard cui si accede dopo avere effettuato il login è intuitiva e le operazioni sono accompagnate da video tutorial e dalla funzione Help. L’assistenza clienti è uno dei punti forti di questa SEO suite perché, oltre ad avere un reparto dedicato agli help ticket e una guida online per capire come funziona il tool, si serve di una community su Facebook sempre attiva, stimolante per il confronto e perennemente stimolata alla discussione.

Panoramica di SEOZoom
Panoramica di SEOZoom

Le aree di lavoro si trovano alla sinistra dello schermo e per ogni menù è prevista una barra orizzontale con le specifiche voci della categoria. In alto a sinistra è possibile trovare la cronologia delle ultime operazioni svolte, le notifiche relative ai propri progetti e il pannello delle impostazioni relative al proprio profilo.

dashboard del software SEOZoom

La dashboard del software SEOZoom

Report e integrazioni

La reportistica è uno degli elementi fondamentali che un tool può offrire ai propri utenti. Nel caso della suite SEOZoom è possibile realizzare i report in formato pdf, scegliendo direttamente quali widget aggiungere al documento grazie all’editor drag & drop. La suite è disponibile anche sotto forma di plugin per WordPress e permette di visualizzare una selezione di dati direttamente all’interno del sito web. Per quanto riguarda le integrazioni, grazie a Google Api è possibile collegare tutti gli account in modo da ricevere notifiche sia da Google Analytics che da Google search console (ex Google Webmaster Tools).

Creare un progetto su SEOZoom

La creazione di un progetto su SEOZoom è un’operazione semplice che permette di analizzare i diversi fattori SEO che influiscono al rendimento delle parole chiave. La procedura è composta da sei step durante i quali vengono richiesti dei dati e la massima accuratezza nella compilazione dei campi: a una richiesta precisa il tool risponde in maniera puntuale.

Attraverso la creazione di un nuovo progetto, il tool offre la possibilità di monitorare le parole chiave e grazie alla funzionalità di tracking, che tiene traccia dei miglioramenti o peggioramenti del posizionamento, è possibile spiare la concorrenza e ottenere informazioni importanti circa lo stato del sito web.

Il numero di progetti presenti nell’area dedicata varia in base alla tipologia di abbonamento sottoscritto e può essere organizzato in gruppi. Una volta salvato il nuovo progetto la panoramica dello stesso fornisce una serie di informazioni fra le quali

  • Keyword up: il valore indicato rappresenta il numero di keyword monitorate che ha subito variazioni positive. Viene indicato con l’icona del pollice verde rivolto verso l’alto e passando con il puntatore sopra di esso si possono ottenere data e orario dell’ultimo checkpoint;
  • Keyword down: come nel caso del keyword up, attraverso questo valore viene indicata la variazione negativa delle parole chiave monitorate. L’icona è di colore rosso e il pollice è rivolto verso il basso;
  • Keyword stabili:il valore è riferito alle keyword che non hanno subito variazioni all’interno dei risultati organici di Google. Tutti i valori relativi alle keyword possono poi essere approfonditi e filtrati nell’apposita sezione del tool;
  • Performance: una panoramica sulla velocità del sito sia da desktop che da mobile. Nella dashboard del progetto vengono indicate solo le percentuali, ma volendo approfondire questo aspetto lo strumento Page Speed specifica quali sono le operazioni da effettuare per avere dei miglioramenti.

Prova SEOZOOM GRATIS

Che cos’è la Zoom Authority?

All’interno di questa panoramica è anche presente il valore Zoom Authority: un punteggio basato su posizionamenti e traffico del sito web che caratterizza il tool. Risponde alla domanda “quanto un sito è influente agli occhi di Google” e questo valore nasce come effetto delle interazioni fra quattro fattori: traffico da motori di ricerca, trust da parte di Google, stabilità del posizionamento organico e potenzialità del sito. Ogni singola voce di cui è composta la Zoom Authority viene mostrata agli utenti per fornire uno sguardo d’insieme del proprio progetto.

Search Intent Tool: come scoprire le intenzioni di ricerca?

Ad integrare il pacchetto di strumenti a disposizione di chi crea contenuti per il web, la suite SEOZoom fornisce il Search Intent Tool che, partendo dall’analisi del comportamento di Google e grazie ad un nuovo algoritmo, aiuta a comprendere su quali parole chiave sia possibile ottenere risultati e su quali sia meglio concentrarsi per contenuti secondari.

Nel corso della diretta di presentazione delle funzionalità di questo strumento (realizzata sulla pagina Facebook di SEOZoom e disponibile per la visione), Ivano di Biasi ha dichiarato che l’obiettivo nella creazione di questo tool era quello di tentare di risolvere una problematica che accomuna un po’ tutti e che è relativa ai risultati della keyword research: trovarsi con numerose keyword e non avere la più pallida idea di come gestirle e raggrupparle per definire il piano editoriale.

Il Search Intent Tool, infatti, aiuta a comprendere se la keyword scelta è una main key per la quale ha senso creare un contenuto dedicato finalizzato al posizionamento su Google, quante sono le keyword con lo stesso intent e il peso di ogni singola keyword nell’identificazione del search intent.

SEOZoom Keyword research

Nella finestra relativa all’analisi delle keyword, l’utente avrà a disposizione:

  • la possibilità di capire se la keyword scelta è una main key e quindi se rappresenta la keyword principale del search intent;
  • la possibilità di utilizzare un editor di testo che fornisca indicazioni relative alla SEO;
  • il numero di keyword con lo stesso intento di ricerca;
  • il volume di traffico stimato totale per cui il contenuto può competere;
  • il numero di argomenti che sono stati trattati dai 10 siti posizionati in prima pagina;
  • il numero di argomenti utilizzabili per scrivere articoli correlati;
  • le keyword secondarie da posizionare in un unico articolo focalizzato sulla main keyword e le rispettive percentuali di SERP affinity (percentuale di similitudine fra le keyword) e di InContent (percentuale di siti web presenti in SERP che hanno fatto uso della parola chiave).
coupon seozoom prova gratuita

Prova SEOZoom gratis per 15 giorni con il nostro coupon SEOZoom

La voce “keyword research” del menù di sinistra permette di accedere a tutte queste informazioni e inoltre aiuta a capire quali sono gli aspetti di un determinato argomento su cui si concentra il maggiore interesse degli utenti. Come ricorda Max, la mascotte del tool, per assicurarsi di ottimizzare in maniera corretta una pagina è fondamentale avere sempre presenti non solo le parole chiave principali ma anche le ricerche correlate e parole chiave con lo stesso search intent.

La funzione “contenuti”

SEOZoom permette di analizzare, monitorare, ottimizzare il rendimento delle pagine web del sito inserito a progetto. Fra queste è possibile individuare:

  • pagine con potenziale: pagine rilevate da SEOZoom con molte keyword posizionate nella seconda e terza pagina di Google. Per ogni pagina web analizzata SEOZoom indica quali sono le keyword per cui la pagina web è posizionata anche se la parola chiave non è stata utilizzata all’interno del testo;
  • pagine principali: pagine web del sito in analisi con un volume di traffico attuale maggiore. Per ogni URL viene indicato il volume stimato mensile e la Zoom Authority;
  • pagine in calo e in crescita: pagine delle quali si è registrato rispettivamente un rendimento negativo o uno positivo. In questo modo è possibile identificare la variazione di ranking che ha determinato un cambio nel traffico stimato;
  • pagine con più keyword: pagine web posizionate per un maggiore numero di parole chiave nell’insieme delle cinque pagine del motore di ricerca. Si possono scoprire da qui le pagine per esempio che hanno molte keyword posizionate nella quarta e quinta pagina;
  • pagine nuove: nuove pagine che hanno ottenuto dei posizionamenti nella SERP. Attraverso questa funzione è possibile scoprire su quali nuovi contenuti i competitor stiano entrando nella SERP;
  • pagine peggiori: elenco di pagine web del sito che non ottengono risultati per svariati motivi.

Spazio agli editori per creare contenuti competitivi

Una delle funzionalità di SEOZoom è interamente dedicata al coordinamento dei team che si occupano della creazione di contenuti. Una sorta di redazione virtuale dalla quale assegnare gli articoli agli autori che ne fanno parte, analizzarne il rendimento e gestire le pubblicazioni attraverso un calendario editoriale. L’autore è seguito nella fase di scrittura da un assistente editoriale che fornisce consigli per migliorare il posizionamento del contenuto in base alle keyword. Lato editore è possibile, nel fornire le indicazioni all’autore attraverso le apposite note, servirsi degli strumenti editoriali quali i suggerimenti per keyword e sinonimi, l’accesso alle news di settore e l’analisi della rilevanza delle keyword.

Assistente Editoriale di SEOZoom
Assistente Editoriale di SEOZoom

Piani SEOZoom e prezzi

Il listino prezzi di SEOZoom è molto variegato, organizzato in 4 piani Lite per chi ha pochi siti da monitorare, Professional e Business per SEO Specialist e addetti ai lavori ed infine il piano Corporate indicato per agenzie. 
Tutti i piani sono personalizzabili tramite l’acquisto di specifici add-on e di pacchetti custom, che rendono il rapporto qualità/ prezzo davvero unico se paragonato ai competitor del settore SEO software.

prezzi piani SEOZoom 2021

Prezzi mensili piani SEOZoom 2021

Coupon SEOZoom gratis per 15 giorni

Con il  coupon “insidemarketing” è possibile provare gratuitamente SEOZoom per 15 giorni e testare i suoi strumenti senza limiti sul servizio.

SEOZoom Academy

Chi sceglie la suite SEOZoom come alleato per il proprio business ha a disposizione uno strumento completo per l’ottimizzazione sui motori di ricerca. Professionisti e chi è alle prime armi con il mondo della SEO, possono usufruire sia di una guida dettagliata della suite che di un ampio programma di formazione sull’argomento che ha inizio con i SEOZoom webinar gratuiti a cadenza quasi mensile e si conclude con un vero e proprio percorso di studio certificato.

Le certificazioni SEOZoom sono pensate per i professionisti che desiderano conoscere e usufruire al meglio dei servizi offerti e per gli aspiranti trainer che decidono di tenere corsi sull’utilizzo della piattaforma.

webinar SEOZoom

Guida completa di SEOZoom

Impatto Covid-19: un algoritmo per lo studio del cambiamento

A rendere ancora di più performante la piattaforma in un periodo di stravolgimento che ha coinvolto anche le intenzioni di ricerca degli utenti, l’integrazione di una nuova funzione all’interno del grafico della stagionalità dell’analisi keyword.

Prende il nome di “Impatto Covid-19” ed è basata su un algoritmo che, in tempo reale e sulla base degli attuali volumi di ricerca, analizza i cambiamenti della search intent fornendo ai web marketer informazioni utili per restare competitivi e intercettare nuovi bisogni. La funzionalità rivede le procedure di stima del traffico tipiche dell’analisi SEO e alla luce dello scenario attuale permette di conoscere le nuove esigenze degli utenti.

Se da un lato si osserva il crollo del traffico della keyword “viaggi”, dall’altro si registra un aumento esponenziale del volume di traffico legato alla keyword “pane fatto in casa”.

SeoZoom Gratis per 15 giorni -> Coupon: insidemarketing

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI