Sabato 20 Ottobre 2018
MarketingSi,Amobellini: un nuovo modo di vivere e pensare Piazza Bellini

Si,Amobellini: un nuovo modo di vivere e pensare Piazza Bellini

Riqualificazione urbana "dal basso" di Piazza Bellini tra le idee di Creative Clusters


A firma di: Giovanna D'Urso Contributor
Si,Amobellini: un nuovo modo di vivere e pensare Piazza Bellini

La tappa di Napoli di Smau è stata un’opportunità per conoscere le idee d’impresa partecipanti al programma Creative Clusters, promosso dalla Regione Campania  e attuato da Sviluppo Campania. Tra le  idee d’impresa nell’ambito della smart cities c’è Si,Amobellini: progetto di innovazione sociale in cui le tecnologie  contribuiscono a migliorare la qualità della vita delle persone rendendo più interessanti le loro esperienze quotidiane.

Si,Amobellini è promosso dall’associazione Riscatto Urbano, un team di giovani professionisti che  lavorano per migliorare l’esperienza urbana della città di Napoli attraverso una rivoluzione tecnologica e sociale. L’obiettivo è la promozione di un modello di sviluppo urbano sostenibile che prende il via dalla riqualificazione di un luogo simbolo della città di Napoli: Piazza Bellini. Oggi la piazza è uno spazio di forte aggregazione soprattutto giovanile, ma allo stesso tempo versa in uno stato di grande degrado nonostante sia in pieno centro storico. Si,Amobellini vuole ribaltare la situazione attuale puntando a creare una forte identità comunitaria  e a stimolare comportamenti virtuosi. “Marketing, comunicazione e gamification saranno usate per creare un nuovo modo di vivere Piazza Bellini. Ad esempio incentiveremo l’uso dell’hastag #siamobellini e a condividere foto sui social network per valorizzare la piazza come luogo d’aggregazione”, spiega Francesco Abbamonte.  I social diventano così un importante strumento per creare una brand identity intorno a cui creare  allo stesso tempo una community sia reale che virtuale. “I social saranno un modo per fidelizzare le persone allo spazio di Piazza Bellini, intesa come comunità. Saranno poi disponibili anche nostre applicazioni mobile dove attraverso il gioco cercheremo di risolvere dei problemi della quotidianità della piazza modificando le abitudini dei cittadini.  Tra i comportamenti virtuosi che vorremmo diffondere c’è la corretta raccolta differenziata. Per questo aspetto immaginiamo  di incentivare la pratica del vuoto a rendere. Nella piazza saranno installati appositi carrellati in cui si potranno gettare le bottiglie e per ognuna di esse l’utente riceverà un voucher in moneta virtuale da spendere per giocare sulle nostre app. Ogni mese sarà decretato il vincitore – il “bellino” – che sarà premiato con prodotti offerti dalle attività commerciali presenti in piazza”, continua Abbamonte

Il progetto Si,Amobellini però è molto di più. Se i social e la gamification permettono di coinvolgere e sensibilizzare le persone su determinate problematiche, sono necessari anche strumenti capaci di promuovere le relazioni trai cittadini, facilitare i servizi e dare informazioni. In cantiere infatti c’è una vera e propria trasformazione digitale per offrire servizi ispirati alla filosofia della sharing economy e costruire nuovi percorsi per la  comunità. Virtuale e reale saranno due facce della stessa piazza: se da un lato sarà sviluppata una piattaforma online “Condominio Bellino” per aggregare la community, dall’altra parte c’è l’intenzione di dar vita a un HUBellini luogo fisico in cui incontrarsi, lavorare e creare insieme nuove forme d’interazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.