Smau Napoli 2015

Un rapido riepilogo della due giorni di Smau Napoli 2015 e alcuni dei punti salienti ripresi nelle interviste a Pier Antonio Macola e Valeria Fascione.

Smau Napoli 2015

Smau Napoli 2015 è tra i pochi eventi di cui, dopo aver partecipato sul posto, non abbiamo presentato ancora un nostro resoconto finale, eppure, partendo da uno sguardo più interno, è l’evento che, dalla nascita di Inside Marketing ad oggi, ha riunito il più alto numero autori. Complice sicuramente il fatto di essere nella città della sede fisica della Redazione, ma anche l’avere una presenza in fiera con il magazine, oltre che come media partner, anche come “costola” dell’agenzia di comunicazione ComisLab, che per la due giorni del 10 e 11 dicembre è stata allo stand A6 del Padiglione 6 della Mostra d’Oltremare, vivendo così più direttamente l’esperienza del contatto con i visitatori e cogliendo l’occasione per invitare il Vicepresidente della Camera, Luigi di Maio, a realizzare una intervista all’agenzia, precedentemente chiesta dallo stesso in merito all’accesso ad un fondo di microcredito, proprio nella location della fiera-evento.

Puntando invece lo sguardo su una visione d’insieme dell’evento, possiamo dire che, proprio avvalendoci dell’esperienza diretta vissuta partecipando con uno stand, per SMAU Napoli  -come già per SMAU Milano 2015 e più in generale- è rimasto un certo scetticismo sulla gestione di eventi-fiera o, meglio, qualche dubbio sull’effettiva validità del ruolo delle fiere nel mercato attuale; è invece fuori discussione che, sebbene rispetto alla tappa milanese ci sia stata una presenza meno numerosa, anche da parte della stampa, l’interesse per il settore della digital communication resta vivo anche in territorio partenopeo.

Nessuna particolare novità per questa tappa del Roadshow, che ha comunque messo in scena due intensi giorni: sono stati presenti distretti, start- up, aggregati, cluster, acceleratori e fornitori di tecnologie digitali nazionali; si sono tenuti diversi workshop a cura di professionisti ed esperti su svariate tematiche di attualità per le imprese (uno di questi tenuto proprio dal nostro Autore Davide Borelli) e speed pitch di 90 secondi durante i quali si sono alternate 19 realtà del Creative Cluster della Regione Campania e 25 startup per presentare il proprio progetto; sono stati assegnati premi volti a dare merito ad alcuni casi di successo di startup, imprese e pubbliche amministrazioni del territorio che hanno avviato progetti di innovazione.


Tra gli argomenti più caldi, trattati durante alcune tavole rotonde o in occasione delle varie premiazioni, invece ce n’è stato uno particolarmente peculiare per la nostra regione, ovvero quello sulle opportunità della banda ultralarga e del processo di innovazione e ricerca intrapreso dalla Regione Campania. L’argomento è stato presentato abbastanza dettagliatamente dall’Assessore all’Innovazione, StartUp e Internazionalizzazione della Regione Campania, Valeria Fascione, che ci ha rilasciato una veloce intervista che riportiamo di seguito.


Pina Meriano
A cura di: Pina Meriano Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Download White Paper

white paper lusso e moda
Le vostre Opinioni
IntervisteSmau Napoli 2015
Iscrizione Newsletter Settimanale

Vuoi essere sempre aggiornato su ciò che avviene nel mondo del marketing e della comunicazione? Iscriviti alla newsletter di Inside Marketing

Acconsento ed ho letto Privacy Policy

Grazie per esserti registrato!

A breve riceverai una mail di conferma per attivare la tua registrazione.

Se non ricevi la mail di conferma, controlla nella cartella "posta indesiderata" ed aggiungi insidemarketing.it ai mittenti attendibili

In caso di problemi puoi contattarci all' indirizzo redazione[at]insidemarketing.it