Mercoledi 17 Ottobre 2018
MacroambienteSocial eating: stasera chi viene a cena?

Social eating: stasera chi viene a cena?

Nasce un nuovo modo di mangiare in compagnia. Per molti è l’ alternativa anti-crisi


A firma di: Martina Eboli Contributor
Social eating: stasera chi viene a cena?

Oggigiorno c’è chi il lavoro se lo inventa, mettendosi in gioco con la speranza che le proprie idee abbiano un riscontro positivo.

La novità del momento? Il sociale eating: locali clandestini che nascono dall’ idea di giovani imprenditori che mettono a disposizione la propria cucina invitando un numero di persone, sconosciute fra loro, in modo da creare sia un luogo per socializzare, parlare di lavoro, passioni e perché no incontrare la persona dei tuoi sogni, un progetto che potrebbe essere una fonte di guadagno.

Come funziona? E’ tutto online: si può sbirciare il menù tramite blog e social network e la prenotazione avviene via mail e si riceve l’indirizzo a cui presentarsi. L’ obiettivo del social eating è quello di aumentare la rete di contatti, trascorrendo una serata in pieno relax.

In Italia la situazione è diversa rispetto all’estero: i locali sono ben nascosti e non sono molto diffusi. Lidia Forlivesi, milanese che apre le porte della sua casa per colazioni e cene, afferma di fare tutto ciò per pura passione culinaria e dopo aver vissuto a New York è ritornata in Italia per lanciare l’ idea. Aggiunge: “Voglio che i miei ospiti si sentano a casa loro”. La sua sala da pranzo riesce a contenere un massimo di otto persone. Al termine della colazione si lascia il contributo per la spesa di circa 30 euro, che ovviamente include anche il lavoro della padrona di casa.

Il social eating all’ estero è molto più diffuso ed è un’ attività ormai ben avviata, soprattutto in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Dalla cucina casalinga, ai più esclusivi pop-up restaurant temporanei, con tanto di chef e ingresso a pagamento, la varietà è molta. Questo nuovo modo di “sedersi a tavola” ha avuto grande riscontro perché amplia i propri giri di amicizie ed è utile, secondo molti, a chi è in cerca di lavoro.

Le regole non sono molte: tollerare il vicino, aver voglia di socializzare ed arrivare puntuali. Sarà questo il modo giusto per trovare l’ amore oltre che il lavoro?

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.