Lunedi 15 Ottobre 2018
MarketingSocial Media&Brand Protection

Social Media&Brand Protection

Recenti ricerche rivelano quanto sia importante proteggere il proprio brand. Social media&brand protection: quali i rischi e i vantaggi dei social media?


A firma di: Sergio Menichini Contributor
Social Media&Brand Protection

I social media sono nei programmi di ogni azienda. Insieme ai vantaggi per la costruzione del marchio e al coinvolgimento dei clienti, grazie ai social media, vi sono anche grandi rischi. Oggi la capacità di identificare e  agire contro i dirottatori di marca, imitatori e altri che cercano di offuscare il vostro marchio, è fondamentale.

Esistono passi da compiere necessariamente.

– Creare account verificati.

E’ necessario assicurarsi di “essere ufficiali” su quelle piattaforme che permettono di farlo. Per gli account di social media che non offrono la verifica, bisogna assicurarsi che l’account presenti il logo ufficiale e altre informazioni di identificazione.

– Elenco canali ufficiali sul sito web corporate.

E’ d’obbligo assicurarsi che il sito principale dell’azienda elenchi tutti i canali dove il brand è presente, compresi i collegamenti, in modo che i visitatori possano capire quali account sono validi. Bisogna dare ai fan e follower un modo per convalidare la presenza sui social media offrendo vantaggi aggiuntivi.

– Essere globali.

Bisogna trattare gli account dei social media come i domini, cosicché tutti i clienti e appassionati abbiano accesso ai contenuti nella propria lingua, a prescindere da dove si trovino.

Oggi, anche la più robusta strategia di social media è incompleta senza una componente di protezione del marchio. Al fine di rendere al meglio la protezione del marchio digitale e la strategia sui social media, è imperativo integrarli in maniera ragionata. La chiave è quella di evitare che qualcuno con cattive intenzioni cerchi di ingannare i clienti e di indurre i consumatori fuori strada. E’ ad esempio il caso di chi sta usando il brand con un “spoof” account, facilmente confondibile con quello del brand agendo con intenzioni criminali. I marchi e i contenuti protetti da copyright sono utilizzati liberamente, anche all’interno del nome o della descrizione di pagine, blog, etc.

L’aspetto grafico è difficile da distinguere dalla presenza legittima dell’azienda colpita sui social media. Monitorare in questi casi la violazione del marchio dovrebbe essere parte integrante della strategia di protezione del brand nei social media.

Una componente fondamentale per mitigare i rischi presentati dagli imitatori e contraffattori è l’attuazione degli sforzi.

La segnalazione al sito di social media è una delle chiavi per agire quando i brandjackers usano i nomi dei brand impropriamente. I termini di servizio di solito vietano l’attività di contraffazione o azioni che hanno come intento la frode. Dopotutto i siti vogliono che i loro visitatori interagiscano in un ambiente sicuro e i brandjackers attaccano la sicurezza. Una vigilanza costante è necessaria per scoraggiare i recidivi e gli opportunisti.
La vigilanza porterà un vantaggio in più, perché si sarà in grado di identificare le attività illecite nelle loro fasi iniziali, quando i colpevoli non hanno ancora investito tempo e risorse nella generazione di traffico e di business.

Un player che si distingue nel campo della  protezione dei marchi è  MarkMonitor, leader mondiale nella parte della divisione Intellectual Property & Science di Thomson Reuters, che  utilizza un modello SaaS per fornire tecnologia avanzata e competenza in grado di tutelare il fatturato e la reputazione dei più famosi marchi a livello mondiale.

Oggi, nell’era digitale, i marchi devono affrontare i nuovi rischi derivanti dall’ anonimato del web, dalla sua portata globale e da mutevoli modelli di consumo relativi a contenuti digitali, merci e servizi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.