Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
ComunicazioneArrivano i contenuti a pagamento (e in abbonamento) su Twitter: ecco il Super Follows

Arrivano i contenuti a pagamento (e in abbonamento) su Twitter: ecco il Super Follows

La nuova funzione era già stata annunciata nella primavera 2021, tra quelle che dovrebbero rendere più facile per i content creator professionisti monetizzare le proprie attività online. Pagando una certa cifra mensile i "super follower" avranno accesso a contenuti esclusivi, originali, personalizzati e potranno interagire direttamente e in via privilegiata con i loro autori.

Ci si abbonerà pagando una fee mensile e si accederà a contenuti esclusivi e personalizzati: cos'è e come funziona il Super Follows su Twitter

A pochi giorni dalla notizia che si potrà far pagare un biglietto ai partecipanti alle proprie dirette audio su Spaces, arriva l’ufficialità anche del lancio di Super Follows su Twitter, una sorta di abbonamento premium che permetterà di accedere a contenuti esclusivi e appositamente pensati per un pubblico pagante.

«Con il Super Follows su Twitter – si legge nella presentazione del nuovo strumento di monetizzazione per i tweetle persone possono creare un livello “extra” di conversazione […] per interagire con i propri follower più coinvolti, il tutto mentre guadagno dei soldi». La nuova impostazione – non ne fanno mistero dal team di Dorsey – nasce dalla consapevolezza di quanto affezionate e attive siano le community cresciute attorno a certi twitterer di lungo corso: poter offrire ai loro membri contenuti di maggiore qualità, unici, personalizzati e per i quali si è disposti a pagare è per gli ultimi un modo per ringraziarle e continuare a “curarle” e, allo stesso tempo, per provare a guadagnare da quello che fanno ogni giorno in Rete.

Il Super Follows su Twitter potrà servire per diversi scopi: per fornire consulenze uno a uno sulla migliore skin care routine, come sta già facendo, tra chi parla di beauty su Twitter, @MakeupforWOC; per commentare insieme ai propri “super seguaci” gli appuntamenti e i migliori punteggi sportivi della giornata, come fa @KingJosia54 con la propria community di follower paganti; per ricevere l’oroscopo del giorno o una consulenza astrologica personalizzata, opportunità di cui possono già approfittare i fan di @tarotbybronx.

I contenuti in abbonamento su Twitter, insomma, «sono pensati per chiunque porti la propria prospettiva e la propria personalità uniche su Twitter e le usi per condurre conversazioni pubbliche, inclusi quindi attivisti, giornalisti, musicisti, scrittori, gamer, astrologi, esperti di beauty, comici, sportivi», chiosano dalla piattaforma.

Cos’è e come funziona il Super Follows su Twitter

È questa la ragione per cui stanno lavorando, come spesso accade con le novità social, al roll out progressivo della nuova impostazione in diversi paesi e alle diverse tipologie di utenti.

Al momento a poter usare il Super Follows su Twitter sono, infatti, solo alcuni utenti iOS di Stati Uniti e Canada, selezionati tra quelli che a inizio 2021, quando era stato annunciato per la prima volta ufficialmente l’arrivo di un piano in abbonamento per tweet e altri contenuti esclusivi[1], si erano candidati per testarlo in anticipo. Si può ancora chiedere, però, di essere inseriti in una sorta di “short list” per accedere con priorità alla nuova feature per la monetizzazione dei contenuti su Twitter, anche se ci sono alcuni requisiti che al momento la piattaforma chiede – e non è escluso che continuerà a farlo anche quando il rilascio sarà completato – a chi intende approfittare del Super Follows su Twitter: avere almeno 18 anni e un minimo di 10mila follower, ma anche aver twittato almeno venticinque volte nell’ultimo mese.

Chi soddisfa queste condizioni può attivare il Super Follows su Twitter scegliendo al momento tra tre diverse opzioni che prevedono di far pagare ai propri follower un prezzo mensile di rispettivamente 2.99, 4.99 e 9.99 dollari per pacchetti di contenuti evidentemente differenziati (somma da cui la piattaforma tratterrebbe una commissione del 3% per entrate fino a 50mila dollari (oltre la commissione si alzerebbe al 20%[2]).

Il content creator riconoscerà i propri “super follower paganti da uno speciale badge rosa visualizzato sotto al @nomeutente e ogni volta che risponderanno a un tweet o menzioneranno il twitterer.

Dal canto loro gli utenti disposti a pagare i content creator più interessanti che seguono su Twitter possono verificare direttamente dal profilo se gli stessi hanno già attivato la funzione Super Follows ed eventualmente visualizzare dal bottone rosa Super Follows i piani disponibili, scegliere quello che più soddisfa le proprie esigenze e proseguire direttamente con il pagamento in-app: da questo momento si ritroveranno sul feed solo contenuti che quell’utente ha riservato a propri follower paganti e potranno intrattenere con questo conversazioni uno a uno o che solo gli altri “super follower” potranno leggere.

profili con super follows su Twitter

Come appare un profilo che ha attivato il Super Follows su Twitter. Fonte: Twitter

Non è escluso, però, che in futuro compreso nell’opzione Super Follows su Twitter possa esserci anche l’accesso ai Ticketed Spaces o a dirette audio su Spaces in esclusiva per i propri super sostenitori o l’iscrizione a delle newsletter per esempio.

Perché Twitter sperimenta modi per pagare gli utenti più attivi sulla piattaforma (anche in Bitcoin)

Dal social dei cinguettii sembrano aver preso sul serio, più di altre piattaforme (sono ancora vaghi i piani per le Storie Instagram a pagamento), il trend emergente di pagare per seguire influencer e content creator più in vista o più affini ai propri interessi o, meglio, di fornire loro opportunità di guadagno e per monetizzare le attività che fanno ogni giorno sui social.

Basti pensare alla piccola rivoluzione che ha rappresentato per il fan funding l’arrivo, nei mesi scorsi, di Tip Jar su Twitter, funzione che permette – letteralmente – di dare una mancia ai propri twitterer preferiti. Secondo il reverse engineer Alessandro Paluzzi, proprio Tip Jar potrebbe essere utilizzata in un futuro molto prossimo per sperimentare su Twitter i pagamenti per i content creator in bitcoin , senza che sia esclusa peraltro la possibilità che in futuro le valute virtuali diventino modalità di pagamento per ogni altro piano di contenuti in abbonamento su Twitter.

Lo sforzo della piattaforma per retribuire i propri utenti più attivi, o almeno per trovare modalità grazie alle quali gli stessi possano rendere più profittabili e sostenibili nel lungo termine le proprie attività online, deriva dalla consapevolezza che sono «le incredibili conversazioni [che avvengono al suo interno ogni giorno] a rendere Twitter quello che è». E sono conversazioni che non avverrebbero se non ci fossero utenti che per qualche ragione, anche eventualmente economica, trovano appetibile “stare” su Twitter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI