Martedi 14 Agosto 2018
Marketing“Taste Abruzzo, it’s Xmas Time!”: ecco il destination marketing

“Taste Abruzzo, it’s Xmas Time!”: ecco il destination marketing

Come i social media possono aiutare il marketing territoriale? Dall'Abruzzo un valido esempio di destination marketing.


A firma di: Giovanna D'Urso Contributor
“Taste Abruzzo, it’s Xmas Time!”: ecco il destination marketing

Il Natale si avvicina a passi da leone e si moltiplicano in rete i tanti concorsi a tema. C’è n’è uno in particolare che, coniugando tradizione e cucina, è un esempio davvero intelligente di destination marketing.

Il blog Taste Abruzzo, dove il sapore incontra la natura” racconta l’Abruzzo, cercando di far scoprire e amare questa terra attraverso le eccellenze della sua cucina ma non solo. Per Natale è stato lanciato il contest “Taste Abruzzo, it’s Xmas Time!”  che mette in palio un soggiorno per due persone in Abruzzo. Per partecipare bisogna essere dei blogger e amare la cucina. Bisogna, infatti, creare e realizzare una ricetta per il pranzo natalizio che abbia con determinati ingredienti tipici (spezie, legumi, cereali, miele, frutta secca), condividerla sui propri blog e augurarsi di essere tra i vincitori. “Taste Abruzzo, it’s Xmas Time!”  può diventare un ottimo strumento per conoscere i prodotti tipici abruzzesi attraverso una partecipazione attiva dei blogger. E sono proprio le interazioni continue garantite dai social media possono essere uno strumento consapevole di promozione e valorizzazione in chiave turistica del territorio, trasformandolo in brand. Molti enti turistici italiani hanno comprese le grandi potenzialità del web per le politiche turistiche e in alcuni casi sono nate delle forti e distintive brand image del territorio. Si può parlare di marketing del territorio o meglio di destination marketing che diventerà la nuova frontiera delle politiche turistiche. In Italia casi interessanti e di successo sono quelli dell’Alto Adige o dell’Emilia Romagna. In entrambi i casi c’è una presenza dinamica su Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest, colpendo l’attenzione e l’immaginario del potenziale turista costantemente. C’è una presenza sui social attiva che punta a coinvolgere gli utenti in prima persona con contest ed eventi anche nel mondo off-line. Con foto ad alto impatto e post semplici si riesce così a trasmettere i valori e le tradizioni di una terra, informando ma allo stesso tempo affascinando.

Nel caso del marketing territoriale a monte deve essere formulato un piano di comunicazione che individui i modelli e gli strumenti più adeguati per individuare, gestire e valorizzare le specificità di un territorio. Per quanto rigurarda il marketing online la comunicazione deve essere sempre molto attenta, tenendo conto che l’informazione online è già un primo ed importante strumento di conoscenza dei luoghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.