I testimonial del food più apprezzati?

Un'analisi e un'infografica di Blogmeter mostrano che sui social gli chef sono tra i testimonial di maggiore successo nel settore food.

I testimonial del food più apprezzati?

Gli spot pubblicitari passati ogni giorno in televisione che si riferiscono al settore food sono tantissimi, ma numerose sono anche le discussioni che si generano sul web intorno a questi: molti sono i commenti sui social che riguardano in particolare i testimonial dei vari spot di prodotti alimentari.
Blogmeter ha condotto un’analisi durante il mese di febbraio, la “Top Social Celebrities” con focus nel settore food. Sono stati monitorati in rete, con questa ricerca, 18 dei più famosi testimonial scelti da vari brand nel settore food per pubblicizzare i loro prodotti e se ne è studiato il posizionamento.
Più nello specifico, come si può leggere nella stessa infografica, la metodologia che è stata usata per l’analisi è questa: sono state prese in considerazione le principali celebrità (del mondo dello sport, della cucina e dello spettacolo) scelte, a partire dal secondo semestre del 2014, come testimonial per campagne pubblicitarie di aziende operanti nel settore food. Per ogni personaggio analizzato sono stati presi in considerazione:
– tutti i messaggi con l’hashtag personale del testimonial stesso;
keyword o nickname usati per riferirsi al testimonial;
profili ufficiali del testimonial sui diversi social (Twitter, Facebook, Google+, pagina Facebook e canale Youtube).

infografica testimonial FOOD

Dall’analisi di Blogmeter, condotta in vista di Expo 2015, è risultato che le aziende del settore food solitamente scelgono come testimonial rappresentanti del mondo della cucina e la ragione di questa scelta potrebbe essere da un lato la loro maggiore credibilità nell’invitare a fidarsi di un determinato prodotto e dall’altro il grande successo che stanno avendo i programmi televisivi di cucina che hanno come giudici o presentatori proprio degli chef. Su 18 personaggi analizzati infatti ci sono ben 6 chef, oltre ad altri cuochi amatoriali lanciati dai talent televisivi. Tra questi ultimi  Tizianza Stefanelli (tra le vincitrici delle scorse edizioni di Master Chef Italia e tra i giudici del programma Cuochi e Fiamme, ora testimonial di Star), una delle sole due donne presenti tra i 18 testimonial analizzati (l’altra è Licia Colò, nota conduttrice televisiva, testimonial Kinder).

Per quanto riguarda l’engagment e il più alto numero di interazione sui social, l’analisi rivela che al primo posto c’è il testimonial Nestlè per il brand Buitoni, Joe Bastianich, l’imprenditore italo-americano della ristorazione e giudice di Masterchef Italia e USA. Joe Bastianich è seguito dal calciatore Stephan El Shaarawy (testimonial Pavesi per il brand Ringo) e dallo chef Antonino Cannavacciuolo.
Il primo tra i testimonial più discussi risulta invece essere lo chef Carlo Cracco, con 56 mila messaggi rilevati a febbraio, un numero alto nel quale rientrano anche quelli in cui è citata l’accoppiata brand/testimonial, ovvero San Carlo/Carlo Cracco, che risulta essere al primo post; a seguire le accoppiate brand/testimonal più citate sono poi Mulino Bianco/Antonio Banderas e Nespresso/George Clooney. Antonio Banderas però è anche il testimonial più criticato a febbraio in rete (ma, effettivamente, la scelta fatta da Mulino Bianco di sceglierlo come testimonial è stata soggetta a critiche sin dall’inizio). Al contrario, il sentiment più positivo in rete nel mese di febbraio è stato per il testimonial di Orogel, Marco Bianchi (tra l’altro, autore di libri di cucina), che risulta il più amato specialmente per le sue ricette e i suoi consigli sugli alimenti e gli ingredienti.


Pina Meriano
A cura di: Pina Meriano Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
MarketingI testimonial del food più apprezzati?