Lunedi 15 Ottobre 2018
MarketingTre consigli per una scrittura efficace

Tre consigli per una scrittura efficace

I segreti per una scrittura efficace: dal blog MySocialWeb una lista di consigli da seguire per rendere attrattivi i contenuti e fare la differenza


A firma di: Michele Decio Strizzi Contributor
Tre consigli per una scrittura efficace

Scrivere è un’arte, direbbe qualcuno. Più propriamente, si potrebbe affermare che la scrittura andrebbe trattata come una vera e propria strategia di marketing. La rete è uno spazio (più o meno) democratico, tutti si improvvisano blogger e scrittori, ma al tempo stesso anche chi legge sembra essere diventato nettamente più attento ai contenuti. In questo scenario, il valore aggiunto è dato dalla sommatoria tra una scrupolosa cura dei dettagli e un utilizzo intelligente degli opportuni “mezzi di seduzione”.

Ma come sedurre i lettori e generare un corretto feed-back? Dal Blog My Social Web, tre passi da seguire per provare a diventare un blogger di qualità:

Il Target – Il primo passo fondamentale è quello di stabilire il pubblico di riferimento, chi leggerà articoli e contenuti del blog. La prima domanda da porsi, dunque, è relativa al tipo di lettori su cui focalizzarsi e a cui rivolgere le proprie attenzioni. Argomenti e contenuti di qualità, per un target specifico e ben delineato.

Lo stile di scrittura – È il marchio di fabbrica, il tratto distintivo della propria abilità, il vantaggio competitivo che differenzia chi scrive sullo stesso argomento. In quest’ottica occorre prestare molta attenzione al ritmo, la leggibilità, l’utilizzo dei termini giusti. Lo stile è ciò che darà forma ai testi, delineando la sfumatura tra una comunicazione efficace o noiosa.

Il tono della “voce” – Una volta definiti target e stile, occorre prendere una decisione fondamentale: utilizzare un tono diretto e amichevole, o assumere un atteggiamento distaccato e professionale? La risposta, come è facile intuire, dipende proprio dal tipo di pubblico al quale rivolgeremo i nostri contenuti. Il tono andrà dunque tarato, talvolta opportunamente combinato, sul target e sull’argomento trattato. In questa fase occorre focalizzarsi su due elementi:

  • Lo storytelling – Le informazioni, se divulgate in maniera asettica e priva di personalità, risulteranno noiose e deludenti. Il segreto, nell’epoca delle community e del dialogo continuo, è da ricercare nella tecnica dello “Storytelling”: le informazioni vanno raccontate, più che semplicemente trasmesse. Trasformare gli argomenti in storie affascinanti, al fine di coinvolgere maggiormente chi legge e fare in modo che non smetta di appassionarsi alla consultazione, produrrà risultati soddisfacenti. Il blogger moderno punta sulle descrizioni emotive, gioca con i luoghi comuni e sfrutta le espressioni gergali/dialettali che possono essere plasmate sul target di riferimento.
  • Il piano editoriale – Sono due gli elementi su cui focalizzarsi: regolarità e costanza nella pubblicazione dei contenuti. La programmazione settimanale dei post, in questa fase, assume un ruolo cruciale. Il consiglio è quello di non far passare troppo tempo tra i vari post, ma anche evitare di sovraffollare il blog di contenuti frenetici.
Scrittura efficace

Scrittura efficace

Pochi consigli che attraversano tutte le fasi della scrittura, assimilandola ad una vera e propria strategia di marketing. Dal target di riferimento alle azioni (stile – tono – modalità del racconto) da mettere in pratica per raggiungere un unico obiettivo: differenziarsi e rendere i propri contenuti più attrattivi. In un mondo sempre più omologato, il segreto è ancora una volta rappresentato dalla cura dei dettagli e quell’estro creativo in grado di fare concretamente la differenza.

Ai lettori l’ardua sentenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.