ComunicazioneCosa sarà di tendenza su TikTok nel 2022 secondo la piattaforma

Cosa sarà di tendenza su TikTok nel 2022 secondo la piattaforma

Dal community commerce al protagonismo di influencer e content creator, la piattaforma analizza i trend TikTok 2022 nel report What's Next.

TikTok ha rilasciato il report What's Next in cui analizza, partendo da cosa hanno fatto brand, utenti comuni, influencer e content creator sulla piattaforma lo scorso anno, quali saranno i principali trend per il 2022.

Quali saranno i trend TikTok 2022? Dalla piattaforma è una domanda che si sono posti dopo aver guardato in retrospettiva a cosa è successo lo scorso anno, quali sono stati i temi che più hanno appassionato e coinvolto gli utenti (uno su tutti il beauty, categoria per cui nel corso del 2021 sono aumentati del +41% i video pubblicati e del +85% le visualizzazioni), come creator, TikTok influencer e utenti comuni hanno interagito con i brand e come gli ultimi hanno deciso di articolare la propria presenza sulla piattaforma. Il risultato è il report What’s Next 2022, un documento che aiuta a comprendere meglio i «driver culturali», come li definiscono dalla piattaforma, che muovono le community su TikTok e che può essere un valido aiuto soprattutto per marketer e investitori.

Ottimizzare l’esperienza utente guardando allo shopping (e non solo) è tra i più importanti trend TikTok 2022

Non è ormai un mistero che ciò che succede su TikTok e il modo in cui gli utenti interagiscono con i brand e i loro prodotti sulla piattaforma delle challenge, delle lip sync e dei balletti possa essere sfruttato per interpretare, e in non pochi casi prevedere, i trend di consumo. Lo scorso anno il forte successo anche in Italia dei mochi gelato è partito proprio da TikTok ed è solo uno degli innumerevoli esempi che si potrebbero fare.

Il primo trend TikTok 2022 da tenere d’occhio è, così, quello del community commerce: già oggi il 67% del campione intervistato dalla piattaforma per realizzare il report What’s Next 2022 ha detto di essere stato ispirato ad acquistare da quanto visto su TikTok, anche mentre non si trovava sull’app appositamente per fare shopping e c’è un 73% di utenti che riferisce una connessione «più profonda» con i brand con cui è entrato in contatto su TikTok.

Insight come questi non potranno che spingere i brand, in un futuro molto prossimo, a progettare una shopping experience nativa per la piattaforma e capace di coniugare acquisti e intrattenimento. Di fondamentale importanza saranno in quest’ottica soprattutto gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma per lo shopstreaming , ossia per gli acquisti anche durante le live.

Analizzando un anno di attività sulla piattaforma è venuto fuori, però, anche che per almeno l’88% dei tiktoker un ruolo fondamentale nel definire l’esperienza all’interno dell’app lo gioca il suono. Ciò ha almeno due risvolti pratici. Il primo sul mercato della musica, dal momento che sempre più spesso ci si ritrova a cercare altrove i brani ed eventualmente acquistarli dopo averne sentito anche solo pochi secondi su TikTok: cambia cioè, e potrebbe continuare a farlo in maniera ancora più consistente in futuro, il processo di scoperta musicale e artisti e manager non possono non tenerne conto.

Il secondo, quello che più direttamente ha a che vedere con gli investimenti dei brand su TikTok, è che, un po’ come la musica in store, l’audio nei tiktok rende meno probabile che l’utente salti rapidamente da un contenuto all’altro e aumenta i tempi di visualizzazione, suscitando peraltro nell’utente sentimenti positivi. Non ci sarà da stupirsi, così, se tra i trend TikTok 2022 ci sarà un maggiore investimento in audio immersivo e, soprattutto, nello sviluppare un brand sonoro forte e riconoscibile, soprattutto perché altri insight dello stesso report What’s Next 2022 vogliono che la musica strumentale crei un forte richiamo al brand mentre pop, rap ed R&B siano connessi a un maggiore apprezzamento della marca e melodie e suoni appositamente creati per il brand incuriosiscano e aumentino le probabilità di rispondere alla call to action (seguendo eventuali link presenti nel video, ecc.).

Per le aziende sarà fondamentale investire su TikTok con un dream team di influencer e content creator professionisti

Continuerà ancora a essere fondamentale per i brand collaborare con content creator e TikTok influencer tra i più seguiti e amati. Secondo il report What’s Next 2022, infatti, c’è una buona fetta di utenti comuni (il 62%) che li considera l’intermediario migliore per creare una buona relazione con i brand e, per andare a metriche più robuste, quando realizzati con l’aiuto di content creator e influencer il tasso di visualizzazione delle inserzioni sale del 193% e i branded content su TikTok registrano un ad recall del 27%.

Sono numeri, questi, che fotografano creatività e originalità di cui sono capaci questi creator professionisti, ma anche e soprattutto come molti di loro siano diventati nel tempo veri e propri punti di riferimento per le proprie community e come ora ne conoscano alla perfezione gusti e preferenze e siano capaci di creare contenuti che “risuonano” con il sentire del resto dei tiktoker.

Non è un caso che le collaborazioni con content creator professionisti e TikTok influencer saranno indispensabili soprattutto per le strategie di purpose marketing o per le aziende che vogliano fare brand activism a sostegno di determinate cause: basti pensare a come @millypickles1, atleta che dopo aver perso la gamba in un incidente si sta allenando come velocista, sia letteralmente diventata il volto della body positivity su TikTok ed è ancora una volta solo uno dei numerosi esempi che si potrebbero fare. Il TikTok Creator Marketplace è lo strumento ideale che le aziende possono utilizzare per cavalcare questo trend TikTok 2022, trovando i creator più adatti da coinvolgere e con cui collaborare e potendo gestire al meglio le proprie campagne. Non è l’unico messo a disposizione dalla piattaforma, però, a chi vuole modulare al meglio e rendere più efficace il proprio investimento.

Il 2022 sarà anche l’anno della brand safety su TikTok

Strumenti come il TikTok Spark Ads aiutano gli investitori soprattutto a creare video ad nativi e performanti, mentre il TikTok Brand Study Lift e più in generale gli strumenti di TikTok for Business forniscono metriche e analitiche dettagliate a investitori e marketer.

Stando alle rilevazioni della piattaforma, questo sarà però soprattutto l’anno della brand safety e quindi chi investirà in advertising su TikTok farà attenzione soprattutto a che storia, valori, missione, tono di voce e ogni altro asset che costituisce l’identità di brand non ne escano danneggiati. A questo obiettivo già rispondono alcune partnership chiuse dalla piattaforma, come quella con Zefr, e alcuni strumenti messi a disposizione delle aziende come il TikTok Brand Safety Center.

Altri strumenti e altre collaborazioni saranno messi a punto, però, avendo in mente soprattutto la necessità di garantire la massima trasparenza ai diversi soggetti che frequentano TikTok.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI