MacroambienteDai cibi più apprezzati ai valori associati: le tendenze dell’aperitivo in Italia da parte dei turisti, secondo un’indagine Sanbittèr

Dai cibi più apprezzati ai valori associati: le tendenze dell'aperitivo in Italia da parte dei turisti, secondo un'indagine Sanbittèr

Turisti e aperitivo: le nuove tendenze secondo un'indagine Sanbitter

Come è cambiato il modo di vivere l'aperitivo e che impatto ha avuto nel resto del mondo? A questa domanda cerca di rispondere un'indagine condotta da Sanbitter.

In Italia l’aperitivo è divenuto una sorta di ritualità a cui viene riservata sempre più importanza. Quest’abitudine principalmente italiana, sinonimo di convivialità e socialità, ha convinto e in parte anche conquistato, stando ad alcuni dati, anche i turisti provenienti dall’estero.

L’aperitivo, come riportato in un comunicato stampa diffuso da Sanbittèr, che ha promosso uno studio per coglierne le tendenze e gli aspetti principali, viene riconosciuto come «simbolo della ricercatezza e dello stile italiano». Basterebbe, probabilmente, guardare alle principali consumazioni delle persone di ogni nazionalità nei bar che si trovano nelle strade e città italiane; a confermarlo, però, è un’analisi, condotta con metodologia WOA (web opinion analysis) e quindi attraverso il monitoraggio di social network , ma anche forum, blog e community, su un campione di 300 turisti.

Turisti e aperitivo: i principali insight dell’indagine Sanbittèr

Per i turisti in Italia l’aperitivo sarebbe un modo di vivere da un lato i sapori delle eccellenze enogastronomiche italiane, dall’altro un’atmosfera e delle abitudini tipicamente italiane. Sembrerebbe, infatti, che alcune delle principali caratteristiche che i turisti vedono nell’italiano, ossia spontaneità, spensieratezza e grande vitalità, si riflettano anche nel modo di vivere l’aperitivo, un trend che, forse anche per questo, non ha mai avuto battute d’arresto.

Già la sola atmosfera che si respira nelle piazze italiane farebbe la differenza per sette turisti su dieci (sempre considerato il campione dell’azienda). Altri punti a favore sarebbero, poi, gli orari non fissi e la possibilità di poter ripetere l’esperienza anche più di una volta al giorno (almeno per il 44% del campione preso in esame), ma anche la possibilità di beneficiare di prodotti di qualità (39%) e di godersi attimi di leggerezza (34%).

Tendenze per l’aperitivo: cosa ordinano i turisti in Italia?

I più grandi estimatori dell’aperitivo italiano sarebbero, stando ai dati della ricerca Sanbittèr, tedeschi (61%), americani (56%), francesi (45%), turisti dall’est (37%) e cinesi (32%).

In quanto a preferenze, tedeschi, francesi e spagnoli sembrano apprezzare i gusti particolarmente intensi di ‘nduja e pesto alla genovese, mentre tra americani e inglesi spopolerebbe l’interesse verso la mozzarella di bufala (33%) e le molteplici e variegate proposte di pizze e focacce (41%). Inoltre, soprattutto per tedeschi e statunitensi sarebbe il tagliere di prodotti tipici regionali (salumi e formaggi) a dare quel pizzico di particolarità in più da essere quasi indispensabile.

Gli appetizer vengono accompagnati nella maggior parte dei casi da vini tipici italiani (76%) o drink analcolici (59%). Una minore percentuale (tra il 40% e il 20%) invece preferisce cocktail alcolici.

Vista quindi l’importanza che l’aperitivo riveste nell’esperienza globale del vivere la vacanza, il food & beverage sembrerebbe comunque ricoprire un ruolo fondamentale per i turisti in Italia.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI