Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
ComunicazioneOra ci si può abbonare a Twitter per vivere un’esperienza «ancora più forte, ancora più smart»

Ora ci si può abbonare a Twitter per vivere un'esperienza «ancora più forte, ancora più smart»

Si chiama Twitter Blue la versione a pagamento del social dei cinguettii: è in roll out progressivo nei diversi paesi (è appena arrivata in USA e Nuova Zelanda) e ha tante novità e non meno vantaggi rispetto a quella classica

twitter blue cos è e come funziona

Arriva anche in America e in Nuova Zelanda Twitter Blue, una versione di Twitter a pagamento che permette di godere di «più impostazioni, più contenuti, più modi per partecipare alla conversazione», come si legge nel post di presentazione sul blog aziendale.

Perché Dorsey punta tutto su una versione di Twitter a pagamento

Già introdotto in via sperimentale in Australia e Canada a luglio 2021[1], Twitter Blue sembra la conferma che nel futuro del social dei cinguettii ci sarà sempre più spazio per la creator economy. Non molto tempo fa, infatti, erano stati annunciati l’arrivo sulla piattaforma di Tip Jar, una funzione per pagare i propri twitterer preferiti anche in Bitcoin, della funzione Super Follows e dei biglietti a pagamento per i Twitter Spaces: formule diverse ma che permettono tutte di pagare i propri influencer , content creator ma anche media outlet preferiti per dei contenuti e un’esperienza quanto più possibile personalizzati e personalizzabili.

Mentre Zuckerberg pensa al metaverso, Dorsey sembra intenzionato a partire da quello che ha già, ossia una community nutrita e appassionata di twitterer che mai rinuncerebbe a ciò che ha costruito nel tempo sul social dei cinguettii, per riuscire a rendere i propri servizi sempre più user-centric.

Nell’annunciare l’arrivo di Twitter Blue in altri due paesi non a caso il team sviluppatore ha raccontato di aver considerato soprattutto alcuni suggerimenti e feedback che gli erano arrivati da chi aveva già avuto modo di provare altrove il nuovo servizio. Tutto porta a credere che così continuerà a essere anche in futuro e per il roll out progressivo in tutti i paesi del Twitter a pagamento. Il risultato è già, comunque, un modo per twittare «più veloce, più forte, più smart», come recita il breve e ironico spot con cui è stata annunciata la novità di un «prossimo livello» per Twitter Blue. Spot per cui è stata sfruttata, tra l’altro, la metafora del fare jogging e allenare le proprie dita sulla tastiera, a twittare più veloce appunto, e per cui sono stati coinvolti alcuni utenti ben noti e con buon seguito nella twittersfera americana soprattutto.

Come funziona Twitter Blue: le novità

A Twitter Blue in America e Nuova Zelanda si accede pagando una fee mensile di 2.99 dollari statunitensi (o 4.49 dollari neozelandesi).

Chi usa questa nuova versione di Twitter a pagamento potrà personalizzare temi, icone e segnalibri per le proprie cartelle, scegliendo tra diverse proposte originali e colorate, ma anche modificare a piacere la barra di navigazione per rendere immediatamente trovabili le funzioni che usa di più.

La funzione Reader renderà più leggibili per gli abbonati a Twitter anche le conversazioni e i thread più lunghi e, cosa non meno importante, permetterà di scegliere la dimensione dei caratteri.

personalizzare Twitter Blue

Su Twitter Blue gli utenti paganti potranno personalizzare ogni aspetto nella navigazione. Fonte: Twitter

Avranno trenta secondi di tempo, ancora, gli utenti di Twitter Blue per rileggere i tweet appena pubblicati e perfezionarli per scongiurare il rischio che gli stessi siano fraintesi o diano vita a polemiche (Undo Tweet sembra essere stata una delle funzioni più apprezzate da chi ha potuto provare in anticipo la versione a pagamento di Twitter).

Su Twitter Blue, però, si potranno sperimentare prima che sulla versione comune e “free” del social impostazioni di volta in volta nuove e in fase di test in casa Dorsey, come sono al momento la possibilità di caricare video più lunghi di due minuti – fino a dieci – e quella di fissare in alto le proprie conversazioni preferite, le più importanti o le più frequenti anche nei messaggi diretti.

conversazioni fissate in alto su Twitter Blue

Grazie all’abbonamento a Twitter si potranno fissare in alto, nei DM, anche le conversazioni private più importanti. Fonte: Twitter

Quello che dovrebbe rendere davvero diversa e migliore la user experience su Twitter Blue è soprattutto, però, il fatto che la stessa sarà «ad-free».

Il nuovo Twitter in abbonamento si basa sulla passione degli utenti per le news

Gli utenti che pagano l’abbonamento mensile su Twitter non vedranno annunci pubblicitari né quando scrolleranno la propria home, né quando visiteranno per informarsi siti di testate e media outlet partner, come per l’America The Washington Post, The Atlantic, Reuters, Rolling Stones, Insider, BuzzFeed e la promessa è che nel tempo arrivino sempre di più collaborazioni.

twitter blue è ad free

Non vedranno annunci pubblicitari, né nel feed e né su alcuni siti partner gli abbonati a Twitter Blue. Fonte: Twitter

«Per continuare a supportare editori e la stampa libera una porzione dei ricavi dagli abbonamenti a Twitter Blue va direttamente ai publisher del nostro network. Il nostro obiettivo è aiutare ciascuno di loro a incassare il 50% in più a persona rispetto a quanto farebbero semplicemente proponendo annunci pubblicitari: una migliore esperienza per i lettori e più supporti per il giornalismo a cui tengono», si legge ancora nella presentazione dell’abbonamento a Twitter sul blog aziendale

Ciò è tecnicamente possibile, come ha messo in evidenza la stampa di settore, soprattutto grazie alla recente acquisizione di Scroll[2], un servizio – ora non più esistente a sé – che permetteva proprio di nascondere gli annunci pubblicitari dalle pagine web visitate.

Per restare in tema di notizie, comunque, gli abbonati a Twitter Blue potranno velocemente scoprire, grazie alla funzione Top Articles, quali sono le news più condivise e di cosa più si è più parlato all’interno della propria cerchia nelle ultime ventiquattro ore: «un modo nuovo e complementare per restare sempre aggiornati su Twitter», chiosano dalla piattaforma.

top articles su twitter blue

La funzione Top Articles permetterà agli abbonati a Twitter Blue di scoprire velocemente quali sono le notizie di tendenza nelle proprie cerchie. Fonte: Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI