seminario neuromarketing

Nasce in Umbria un piano occupazionale fatto su misura per le imprese

La Regione Umbria lancia il piano occupazionale Cre.s.c.o. con l'obiettivo di coinvolgere le imprese e incentivare e migliorare le assunzioni.

Nasce in Umbria un piano occupazionale fatto su misura per le imprese

Con il finanziamento del Programma Operativo Regionale F.S.E. (Fondo Sociale Europeo), la Regione Umbria intende favorire la ripresa del sistema produttivo regionale. In che modo? Sostenendo le imprese che investono nella realizzazione dei loro piani di sviluppo e, conseguentemente, incrementando l’occupazione e migliorando l’efficacia e la qualità dei servizi per il lavoro attraverso i Centri per l’Impiego e gli Enti di Formazione accreditati. Viene così promossa l’impresa che offre un dettagliato e funzionale piano occupazionale.

Per ottemperare a tali esigenze nasce Cre.s.c.o. (Crescita, sviluppo, competitività e occupazione), il piano di sviluppo occupazionale che abbraccia quanto rimane del 2016 e l’intero 2017.

GLI OBIETTIVI DEL PIANO E RISORSE

Gli obiettivi specifici e promossi dal piano occupazionale sono:

  • offrire alle imprese del territorio regionale strumenti formativi e incentivi finalizzati ad agevolare l’attuazione del piano stesso;
  • finanziare progetti presentati da Enti di Formazione accreditati tramite delega di una o più imprese di un medesimo settore o filiera produttiva;
  • offrire alle persone in stato di disoccupazione, iscritte ai Centri per l’Impiego della regione, sostegno per l’inserimento lavorativo, attraverso la promozione di esperienze formative e l’erogazione alle imprese di incentivi per l’assunzione.

Per il progetto (e quindi per le imprese) è stata stanziata la somma complessiva di € 3.000.000,00, ripartita tra gli interventi accuratamente segnalati nel bando.

È prevista con certezza l’offerta di:

  • attivazione del servizio di preselezione e incontro domanda-offerta di lavoro con individuazione dei disoccupati beneficiari degli interventi formativi e degli incentivi per l’occupazione;
  • attivazione di brevi percorsi formativi, della durata max di 100 ore e/o di tirocini extracurriculari della durata di quattro mesi;
  • incentivi alle aziende per l’assunzione a tempo indeterminato.

L’individuazione dei disoccupati beneficiari verrà svolta dal Centro per l’Impiego competente sul territorio, con il supporto dell’organismo di formazione dell’impresa richiedente.

TERMINI, SOGGETTI AMMESSI E MODALITà DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

Le aziende che hanno intenzione di partecipare al piano occupazionale dovranno presentare il proprio progetto al Servizio apprendimenti, istruzione, formazione professionale; questo dovrà contenere l’«illustrazione del suddetto piano di sviluppo o di riconversione, degli obiettivi del processo da intraprendere e dei fabbisogni di risorse umane e professionali individuati, la descrizione dell’attività svolta per l’analisi del piano e per l’individuazione dei fabbisogni, l’indicazione degli strumenti previsti dall’Avviso che intende utilizzare, con i relativi costi, modalità e tempi di attuazione», come si legge nel bando.

I soggetti ammessi sono «per conto di una o più imprese del medesimo settore o filiera produttiva, organismi di formazione pubblici o privati, anche costituiti in associazioni temporanee di imprese (ATI) o di scopo (ATS), accreditati ai sensi della normativa regionale per la macrotipologia formazione continua e permanente e in regola con gli obblighi nei confronti degli enti assistenziali e previdenziali».

La scadenza per la presentazione del progetto è fissata il 30 dicembre 2017, ma potrà subire nel corso del tempo delle variazioni e degli aggiornamenti. Intanto sarà necessario compilare domanda di finanziamento in bollo e apposito formulario di progetto (entrambi i modelli sono reperibili dal bando).

Una volta compilati i modelli bisognerà:

  • stamparli;
  • sottoscrivere in originale la domanda di finanziamento ed allegarvi copia chiara e leggibile di un documento di identità;
  • apporre una marca da bollo da € 16,00;
  • scansionare integralmente e salvare in formato PDF l’intera documentazione.

Il tutto da inviare all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) della Regione Umbria – Servizio apprendimenti, istruzione, formazione professionale formazioneprofessionale.regione@postacert.umbria.it

Nell’oggetto della e-mail andrà indicato “progetti Cre.s.c.o. 2016-2017” mentre è richiesta una specifica dicitura per il testo, reperibile sul bando, così come qualsiasi altra informazione.


Francesca Paola Esposito
A cura di: Francesca Paola Esposito Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Le vostre Opinioni
OpportunityNasce in Umbria un piano occupazionale fatto su misura per le imprese
Iscrizione Newsletter Settimanale

Vuoi essere sempre aggiornato su ciò che avviene nel mondo del marketing e della comunicazione? Iscriviti alla newsletter di Inside Marketing

Acconsento ed ho letto Privacy Policy

Grazie per esserti registrato!

A breve riceverai una mail di conferma per attivare la tua registrazione.

Se non ricevi la mail di conferma, controlla nella cartella "posta indesiderata" ed aggiungi insidemarketing.it ai mittenti attendibili

In caso di problemi puoi contattarci all' indirizzo redazione[at]insidemarketing.it