Martedi 13 Novembre 2018
OpportunityMobile journalism: un concorso premia il miglior progetto

Mobile journalism: un concorso premia il miglior progetto

Nasce il contest dedicato al mobile journalism: i progetti dovranno essere realizzati tramite smartphone.


Francesca Paola Esposito
A cura di: Francesca Paola Esposito Autore Inside Marketing
Mobile journalism: un concorso premia il miglior progetto

Nella cornice del festival del MOJO, l’incontro della comunità italiana del mobile journalism, viene lanciato il concorsoMO’JO’NVENTAMO”, aperto a opere esclusivamente realizzate attraverso i dispositivi mobili. I progetti verranno mostrati durante l’evento (che si terrà dal 4 al 6 maggio 2018 a Roma). Non ci sono limiti d’età per la partecipazione al concorso, ma esso si dividerà in due categorie: quella rivolta agli autori italiani (Sezione Italia) e quella invece rivolta agli autori stranieri (Sezione Mondo). Entrambe le sezioni vedono riservato ai giovani da 20 a 30 anni un premio speciale junior.

TERMINI E REGOLAMENTO DEL CONCORSO SUL MOBILE JOURNALISM

La scadenza è fissata, per la “Sezione Mondo”, il 6 aprile 2018; per la “Sezione Italia” invece il 20 aprile 2018. I lavori devono però essere stati realizzati nel periodo compreso tra l’1 gennaio 2017 e i termini di chiusura del concorso.

Come requisito essenziale le opere dovranno essere state girate quasi esclusivamente attraverso gli smartphone; sarà possibile però integrare e utilizzare immagini realizzate con altri dispositivi (come, ad esempio, action camera e droni) o di repertorio per non oltre il 10% della durata complessiva.

La lunghezza non sarà un fattore discriminante: non c’è un limite di durata, in quanto potrà trattarsi sia di video brevi da tg, sia di reportage di maggiore ampiezza. Essendo requisito fondamentale l’approccio giornalistico, potrà trattarsi anche di opere di fiction purché aventi ad oggetto la ricostruzione o reinterpretazione di notizie, ovvero eventi reali che hanno avuto spazio nella cronaca.

Si richiede, inoltre, per le opere della “Sezione Mondo” la sottotitolazione in inglese, mentre gli organizzatori si riservano la possibilità di utilizzare ove necessario sottotitoli in italiano.

I lavori saranno sottoposti a una giuria e un comitato di selezione le cui decisioni saranno inappellabili e finali. Potranno infatti assegnare ex aequo e premi o, al contrario, decidere di non assegnare premi ove non ce ne siamo le condizioni di merito; così come potranno decidere di spostare un lavoro da una sezione all’altra se ritenuto necessario. Per ulteriori informazioni si invita a consultare il regolamento MOJO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.