Risorse e guideUna guida scientifica all’uso degli hashtag – Seconda Parte

Una guida scientifica all'uso degli hashtag - Seconda Parte

In questa seconda parte della guida: i migliori tool per l'uso degli hashtag, per scegliere, gestire e monitorare i più adatti al vostro business.

Una guida scientifica all'uso degli hashtag - Seconda Parte

Eccoci arrivati alla seconda puntata sul corretto utilizzo degli hashtag. Speriamo che abbiate compreso a pieno il valore degli hashtag da utilizzare sui vostri canali social nella prima parte . Se siete alla ricerca di qualche semplice regola per utilizzare gli hashtag nei post, tenete sempre a mente che:

Twitter è per classificare;
Instagram aiuta a costruire una comunità e a diventare unici;
Google+ è per classificare (il tag viene generato automaticamente in base a ciò che si pensa sia più rilevante);
Facebook: una specie di hashtag fail. Se il pubblico è molto business-minded, seguire le regole di Twitter; se è orientato alla costruzione della community, seguire le regole Instagram.

Che hashtag si usano abitualmente sui social media? Come scegliere gli hashtag da includere nelle vostre strategie? Utilizzando gli strumenti giusti, è possibile utilizzare gli hashtag come un sistema di organizzazione per le campagne social. Raccogliendo tutto in un’unica interfaccia, si può monitorare la portata della campagna e le discussioni che avvengono intorno al tema. Tra i migliori tool che vi permettono di scegliere e monitorare un hashtag vi suggeriamo:

1. Hashtagify.me

Uno degli strumenti più completi che troverete, Hashtagify.me ha risme di dati che è possibile utilizzare per analizzare hashtag. Il più utile potrebbe essere la prima cosa da tenere sotto controllo: gli hashtag correlati e la loro popolarità. Quando si digita un hashtag, il servizio vi mostrerà altri hashtag da considerare e mostrerà visivamente quanto ogni hashtag è popolare e come si correla strettamente all’originale inserito.

2. RiteTag

RiteTag aiuta a garantire che gli hashtag utilizzati siano ben scelti, mostrando se un particolare hashtag è buono oppure troppo utilizzato. L’organizzazione visiva di hashtag in barre colorate aiuta a fornire a colpo d’occhio una rapida analisi.

3. Tagboard

Con Tagboard, si può vedere come un hashtag è utilizzato su più reti. Le pagine dei risultati di Tagboard mostrano i messaggi che sono “hashtaggati” con quella parola chiave su Twitter, Facebook, Instagram, Google+, Vite, e App.net.

4. Trendsmap

Le imprese locali potrebbero trovare valore in Trendsmap, il quale trova gli hashtag più rilevanti che vengono utilizzati nella propria area geografica.

trendsmap

Come trovare l’hashtag giusto da utilizzare?

1. Impara dai migliori: quale hashtag stanno usando gli influencer?

Twitalyzer può dirvi da dove cominciare per la ricerca degli hashtag, mostrandovi come gli influencer stanno utilizzando gli hashtag. Prendete dei nomi utente di persone e brand del vostro settore e inseriteli in Twitalyzer. Nella parte inferiore della pagina dei risultati, vedrete una sezione dedicata agli hashtag più comunemente usati. Aggiungete quelli rilevanti per la vostra lista di potenziali hashtag.

2. Ci sono hashtag relativi alla vostra attività che dovreste utilizzare?

Armatevi di una lista di potenziali hashtag e inseriteli in Hashtagify.me per vedere quale hashtag correlato potrebbe valere la pena di implementare. Mentre fate questo esercizio, prendete nota delle dimensioni dei cerchi sui risultati: più grande è il cerchio, più popolare è l’hashtag.

3. Identificare le All-Stars: quali hashtags sono i migliori da usare?

La popolarità e il volume possono essere buoni indicatori del valore di un hashtag, ma si potrebbe decidere di fare un passo avanti. Hashtagify.me fornisce strumenti di alta qualità che consentono di andare più in profondità  per visualizzare le statistiche sui singoli hashtag. In poco è anche possibile ottenere alcuni dati solidi da RiteTag e la visualizzazione di quanto ogni modifica può aumentare la portata di un post.

4. Fare un doppio controllo: potrebbero i tuoi hashtag significare qualcosa di completamente diverso?

Un ultimo controllo prima di portare a termine la vostra lista di hashtag dovrebbe essere la ricerca relativa ad altri possibili contesti in cui viene utilizzata quella parola. La cosa peggiore che può accadere quando si utilizza un hashtag è realizzare soltanto a posteriori che lo stesso hashtag viene utilizzato per un argomento completamente diverso.

Queste sono piccole dritte per scegliere gli hashtag giusti. Oltre che essere fastidiosi per i vostri collegamenti, trovare un giusto hashtag vuol dire dare maggiore visibilità al proprio brand consentendo a più utenti di conoscervi e visionare i vostri prodotti. Non sottovalutatene la potenziale portata,

 


A firma di: Annette Palmieri Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni