Martedi 18 Dicembre 2018
ComunicazioneUnione Europea: qual è il grado di interesse reciproco tra gli stati membri?

Unione Europea: qual è il grado di interesse reciproco tra gli stati membri?

L'analisi condotta dall'Università di Milano-Bicocca rivela il grado di interesse reciproco tra gli stati membri in base alla rilevanza mediatica.


A firma di: Laura Olivazzi Contributor
Unione Europea: qual è il grado di interesse reciproco tra gli stati membri?

Nell’Unione Europea c’è poco interesse reciproco tra gli stati membri, parola dell’Università di Milano-Bicocca che ha condotto una ricerca pubblicata sul Journal of Common Market Studies. Focus dell’indagine, l’effetto della moneta unica sulle citazioni reciproche dei paesi che hanno adottato l’euro. Lo studio è stato condotto da Giuseppe Vittucci Marzetti, ricercatore di Politica Economica nel Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università meneghina, in collaborazione con Andrea Fracasso dell’Università di Trento e Nicola Grassano , ricercatore presso il Joint Research Centre della Commissione Europea.

L’analisi è stata sviluppata per un arco di tempo che va dal 16 agosto al 15 novembre 2010, prendendo in considerazione 148 testate europee, sia quotidiani che settimanali e due milioni di articoli. Secondo gli articoli pubblicati, il tasso di citazione si ottiene dividendo il numero degli articoli usciti in Italia che citano un determinato paese per il totale degli articoli usciti nello stesso periodo (fonte: “Il Sole24Ore”).

Dai risultati ottenuti emerge che l’Italia sia maggiormente interessata alla Francia (4,2%), Germania (3,2%), Regno Unito (2,35%) e Spagna (2,06%), mentre nutriamo scarso interesse per la Slovacchia, la Lituaniza, Malta, Lettonia e Cipro, al di sotto dell’1%.

Stesso calcolo, a parti invertite, è stato effettuato per i paesi che citano l’Italia. L’interesse per il nostro paese da parte degli altri stati rileva risultati discordanti con la precedente stima: il paese più interessato all’Italia è Malta (10,22%), seguita dalla Slovenia (5,33%), Lussemburgo (4,8%), Romania (4,42%), Irlanda (4,4%), Gran Bretagna (4,33%) e Bulgari (4,32%). Gli stati meno interessati sono invece Portogallo, Svezia, Estonia, Danimarca e Ungheria.

Per quanto riguarda gli altri interessi reciproci al di fuori dell’Italia, vediamo che si registra un forte interesse da parte di Cipro per le questioni riguardanti la Grecia, del Lussemburgo verso Francia e Germania e dell’Irlanda particolarmente interessata al Regno Unito. Al centro dell’Europa, osservando le stime totali, troneggiano da un punto di vista mediatico Francia e Gran Bretagna.

La Germania risulta essere il paese più citato dai giornalisti dell’Unione Europea, mentre Malta è il fanalino di coda. In una delle note della ricerca, infatti, si legge che più esteso è il paese di riferimento, minore sarà l’interesse verso gli altri stati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI