Enti e ImpreseUrban Value, il modello per la rigenerazione urbana temporanea, si aggiudica la prima regata Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup

Urban Value, il modello per la rigenerazione urbana temporanea, si aggiudica la prima regata Marina Militare Nastro Rosa Veloce - Fincantieri Cup

Urban Value Nastro Rosa Veloce Fincantieri Cup

Urban Value by Ninetynine ha conquistato un importante traguardo alla regata Marina Militare Nastro Rosa Veloce - Fincantieri Cup, occasione non soltanto di competizione sportiva quanto anche di esposizione mediatica.

Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup, la regata più iconica e lunga nelle acque del Mediterraneo, è partita il 6 novembre 2021 da Venezia e, a vele spiegate circumnavigando l’Italia, da Venezia a Genova, ha compreso 1492 miglia nautiche, con i gate obbligatori di Ancona, Brindisi, Crotone, Marina di Licata, Amalfi e Pisa. Il team Urban Value by Ninetynine, composto dalla campionessa mondiale ed europea Sophie Faguet e dall’esperto Pierre Leboucher, è stato il primo a tagliare il traguardo di Genova regalando una vittoria straordinaria e inaspettata.

Al di là della natura agonistico-sportiva, l’iniziativa Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup si presenta come un’importante occasione di esposizione mediatica per la bellezza delle coste italiane. Si tratta, dunque, di una manifestazione che promuove i valori della marineria italiana tramite la trasformazione delle acque costiere in un perpetuo campo di regata, esaltando alcuni degli aspetti più autentici della penisola, parte fondamentale del patrimonio culturale italiano (si pensi a tal proposito alla valorizzazione dei fari e di diversi edifici costieri).

 

Value by Ninetynine: la regata e la rigenerazione urbana temporanea

Urban Value by Ninetynine è stato tra i protagonisti di questa regata: la società ha accolto con gioia la proposta di coinvolgimento ricevuta da Difesa Servizi S.p.A., società in house che si occupa di valorizzare gli asset del Ministero della Difesa che insieme a SSI Events, leader nell’ideazione e realizzazione di eventi velici internazionali, e Marina Militare, testimone della massima espressione del legame uomo-mare, ha organizzato la gara.

Si è trattato di un’iniziativa speciale che condivide i valori alla base della mission di Urban Value by Ninetynine e che ha avuto come principale obiettivo la valorizzazione, oltre che della bellezza delle coste italiane, anche degli immobili che le popolano: grazie infatti a ristrutturazioni realizzate nell’ambito del progetto Valore Paese Italia questi sono stati restituiti al patrimonio culturale italiano.

«La nostra sponsorship ha raggiunto un obiettivo davvero inaspettato grazie alla vittoria di questi due eccezionali atleti, Sophie e Pierre. Siamo molto felici, oggi ancor di più, di aver preso parte a un evento così unico per natura e finalità. La nostra società Urban Value by Ninetynine si occupa da anni di rigenerazione urbana temporanea, con l’intento di valorizzare, nel breve tempo, grandi immobili in disuso che fanno parte del patrimonio architettonico del nostro Paese. Condividere i nostri intenti con Difesa Servizi S.p.A., SSI Events e Marina Militare, attraverso la nostra partecipazione come sponsor a questa importante manifestazione che unisce agli alti valori e contenuti sportivi anche quelli del progetto “Valore Paese Italia”, non può che renderci orgogliosi. Un grazie sentito dunque a chi ha pensato e organizzato questa regata, che siamo certi diventerà un appuntamento fisso nelle competizioni del Mediterraneo, e a tutti gli atleti che vi hanno preso parte» ha affermato Alessandra Attena, project leader Urban Value by Ninetynine, durante la serata di premiazione.

Come sottolineato in apertura, l’iniziativa Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup rappresenta sicuramente, e per diverse ragioni, un’importante occasione di esposizione mediatica.

A conferire ulteriore valore, comunque, hanno contribuito ovviamente i continui successi quotidiani inanellati dal duo Sophie Faguet-Pierre Leboucher in oltre otto giorni di navigazione in mare, conquistando la vittoria finale, arrivando per primi al traguardo di Genova. La skipper normanna, naturalizzata belga, dopo aver ottenuto importanti riconoscimenti a livello europeo e mondiale nelle principali competizioni velistiche internazionali, è rimasta stabile alla guida della prima delle dieci imbarcazioni che hanno circumnavigato lo Stivale, insieme al compagno di regata Pierre Leboucher.

«È stata una regata molto interessante, lunga e impegnativa e averla vinta è una grande soddisfazione. La presenza dei gate ti obbliga a non guardare solo alla tattica o alle scelte a lungo termine: è determinante saper portare la barca al meglio, veloce in ogni condizione e Pierre in questo è uno dei migliori dato che conosce molto bene il Beneteau Figaro 3. Per me sono stati otto giorni di full immersion, nel corso dei quali ho imparato davvero tantissimo» ha commentato Sophie Faguet a fine gara.

Presso il Galata-Museo del Mare di Genova, dove, davanti alla darsena, hanno ormeggiato le imbarcazioni giunte all’arrivo, si è tenuta la cerimonia di premiazione che ha visto celebrare la vittoria del team Urban Value, con l’assegnazione del trofeo Fincantieri Cup e il premio Repubbliche Marinare. Hanno presenziato alla cerimonia il Sottosegretario di Stato per la Difesa, Senatrice Stefania Pucciarelli, e il sindaco di Genova, dottor Marco Bucci.

In occasione della cerimonia di chiusura della Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup, la Lanterna di Genova, simbolo della città, si è illuminata di rosa, promuovendo il valore della cultura del mare.

La regata Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup, regata “alla francese” con 1.492 miglia, è la più lunga del Mediterraneo e si sviluppa lungo la rotta che, lasciando la Sicilia a destra e passando per alcuni gate obbligatori (tra questi Amalfi e Pisa a unire tutte le Repubbliche Marinare), congiunge Venezia e Genova. I dieci equipaggi in gara, oltre a lottare per la Fincantieri Cup, destinata al vincitore, e a fissare il primo tempo di riferimento, si contendono un montepremi complessivo di 50mila euro.

Ad animare la competizione Marina Militare Nastro Rosa Veloce sono stati dieci equipaggi: Team ENIT (Irene Bezzi-Pietro D’Alì), Team Softway (Pam Lee-Andrea Fornaro), Team Genova The Ocean Race (Dominique Knuppel-Guillerno Altadill), Team Fratelli Visconti (Lisa Berger-Alex Laline), Team Sanfer (Maggie Adamson-Matteo Ichino), Team Urban Value (Sophie Faguet-Pierre Leboucher), Team Venezia Salone Nautico (Cecilia Zorzi-Alessandro Torresani), Team Acone (Catherine Hunt-Alexis Thomas), Aeronautica Militare (Margherita Digrazia-Giancarlo Simeoli) e Marina Militare (Elisabetta Maffei-Federico Piani).

Il progetto di Urban Value by Ninetynine

Modello di marketing per la rigenerazione urbana temporanea, Urban Value by Ninetynine è un innovativo progetto votato alla valorizzazione di grandi immobili caduti in disuso, permettendo, in tempi brevissimi, la riapertura e l’utilizzo degli spazi da parte dei cittadini e delle associazioni culturali, prima della loro riqualificazione definitiva.

Il finanziamento dei lavori per il recupero e la gestione delle strutture proviene dagli usi temporanei degli stessi, contribuendo in questo modo alla creazione di un circolo virtuoso win-win, in grado di generare uno sviluppo del territorio, in termini anche economici, combattendo al tempo stesso il degrado.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI