MarketingIl valore strategico delle smart card

Il valore strategico delle smart card

Le smart card: uno strumento formidabile per costruire relazioni stabili e fidelizzate con la base clienti.

Il valore strategico delle smart card

Molto più di un disco rigido, le smart card sono dei piccoli computer contenenti una CPU in grado di custodire dati e informazioni in tutta sicurezza. Per questo motivo sono anche considerate come dei veri e propri drive dotati di cervello, che dispongono di un sistema di archiviazione in parte pubblico, dunque accessibile con qualsiasi applicazione in grado di interfacciarsi con esse, e in parte privato, per questo ideali per gestire informazioni e sistemi operativi criptati, ossia dati privati a cui è possibile accedere solo previa compilazione di un codice.

Sono queste le caratteristiche che rendono l’impiego di smart card particolarmente variegato: possono essere utilizzate, infatti, come badge identificativi per aziende, carte ricaricabili o bancomat, gift card e soprattutto come carte fedeltà e parte integrante di un programma di loyalty. Ed è proprio in queste ultime due prospettive che se ne rivela l’elevato potenziale strategico.

Partiamo dalle carte fedeltà. Un loyalty program di successo deve basarsi su una metodologia semplice e immediata di punteggi e reward, in modo da garantire all’azienda o al brand che i propri clienti fidelizzati compiano specifiche azioni di rilievo – dal ritorno al punto vendita all’acquisto di un dato prodotto in sconto, all’upselling di servizi o accessori legati a un prodotto – e garantire al cliente di ricevere un vantaggio immediato, che dia valore alle proprie azioni e lo faccia sentire premiato. Che sia una riduzione sull’acquisto successivo o un trattamento Vip, è essenziale che la relazione tra azienda e cliente sia solida e fondata sulla trasparenza e l’affidabilità. Per questo motivo è essenziale l’apporto tecnologico di una smart card – come nel caso di quella venduta da Publicenter – pensata per collezionare dati sul comportamento e rilasciare informazioni.

retial gift smart card

Le gift card costituiscono un formidabile strumento di business per incrementare la revenue, ampliare l’awareness di un brand o di un’azienda e l’esposizione a nuovi clienti potenziali, oltre che ovviamente incidere sulla fidelizzazione di quelli acquisiti. Secondo un rapporto di Shift4 entro il 2017 le vendite di gift card sono destinate ad aumentare del 5-6%, grazie soprattutto alla crescita di pagamenti via mobile che influenzano la richiesta di gift card elettroniche. Un piano strategico che includa un programma di gift card non può prescindere dagli obiettivi strategici di un brand o di un’azienda; deve avere anche una visione chiara circa lo sviluppo territoriale e i bacini di audience a cui è orientato. È necessario, inoltre, un piano chiaro ed esaustivo – e sempre aggiornato – sulle condizioni e le validità accordate ai proprietari delle gift card, così come deve essere sostenuto da una piattaforma di contenuti facilmente accessibile e gestita da un chiaro work flow interno, al fine di facilitare tutti i processi e le funzioni.

Anche per le gift card è essenziale che la raccolta e il rilascio di dati e informazioni del cliente – ad esempio gli acquisti effettuati o eventuali budget residui o, non ultimo, il periodo di validità e le condizioni – siano gestiti in maniera trasparente attraverso l’individuazione di soluzioni tecnologiche in grado di assicurare stabilità e affidabilità.


Gerardo Grasso
A cura di: Gerardo Grasso Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni