MacroambienteViaggi e vacanze: gli italiani preferiscono il digitale

Viaggi e vacanze: gli italiani preferiscono il digitale

Il report del 2016 di Kayak.it attesta che la maggior parte degli italiani organizza viaggi e vacanze online. Si fa strada anche il mobile.

Viaggi e vacanze: gli italiani preferiscono il digitale

Viaggiare con il digitale è semplice, veloce e sempre più efficace. È quanto testimonia il Mobile Travel Report 2016 diffuso dal portale Kayak.it, tra i motori di ricerca più famosi nel settore viaggi. Negli ultimi dieci anni le abitudini degli italiani sono progressivamente cambiate a favore del digitale, con una repentina riscossa del mobile, vista l’attuale capillare diffusione dei device tra tablet e smartphone, forti, tra l’altro, delle app dedicate.

I dati parlano chiaro: il 43% degli italiani afferma di impiegare meno tempo nell’organizzazione di viaggi e vacanze servendosi degli strumenti digitali, che accompagnano l’esperienza in tutte le sue fasi, dalla progettazione alla condivisione (ultimo aspetto, questo, decisamente orientato al social).

Prima della definitiva esplosione del web 2.0 i nostri connazionali preferivano affidarsi alle tradizionali agenzie di viaggio e al passaparola tra amici e conoscenti, un processo che si è trasformato in una sorta di self-service online in cui il turista seleziona alberghi, mezzi di trasporti e itinerari nella vastissima scelta offerta dal web.

Il 47% degli italiani si rivolge direttamente ai siti di alberghi e compagnie aeree senza mediazione, mentre il 45% si affida alle agenzie di viaggio online. Anche blog e social media – si pensi, per esempio, all’uso di Instagram per il turismo – ricoprono un ruolo importante in tal senso, ponendosi come ispirazione rispettivamente per il 29% e 26%, percentuale che per i Millennial arriva addirittura al 47%. La categoria di consumatori a mostrare maggiore propensione per gli strumenti innovativi è rappresentata dalle donne che si rivolgono a blog e siti specializzati per ottenere informazioni, a dispetto degli uomini che invece preferiscono i canali tradizionali: le percentuali di riferimento, per quanto riguarda i blog, si attestano al 33% per le donne, contro il 25% degli uomini; stesso discorso per i social media con percentuali pari al 30% e al 23%. Gli uomini puntano sulla stampa, sia cartacea che online, con il 31% delle preferenze, contro il 27% delle donne. In generale si certifica che il PC resta lo strumento preferenziale per la prenotazione delle vacanze, con uno spiraglio per il mobile attestato al 9%.

È curioso notare, tuttavia, che al contrario di quanto si possa immaginare, sono gli over 50 a pensare che i tempi di pianificazione dei viaggi si siano ridotti con l’avvento del digitale (49% dei casi), mentre gli under 24 pensano che, invece, i tempi si siano allungati.

VIAGGI: MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E CHECK-IN

L’81% dei viaggiatori prenota i propri viaggi online ed il 54% di essi procede direttamente sul sito dell’hotel o della compagnia aerea. In rapido declino i centralini telefonici dei suddetti, utilizzati soltanto dal 18% degli italiani che preferisce confrontare prezzi e offerte in autonomia. L’interfaccia del PC esercita maggiore fiducia e sicurezza per i consumatori che tendono ancora a preferirla al mobile (80% vs 11%). Anche per quanto riguarda i check-in all’aeroporto, il 61% dei viaggiatori preferisce munirsi preventivamente di carta d’imbarco, mentre dieci anni fa effettuava l’operazione prima di imbarcarsi in aereo. Il 12%, composto in prevalenza da uomini, si serve della boarding pass disponibile sui dispositivi mobile, tendenza che aumenta progressivamente grazie alle app. I viaggiatori della Sardegna e i giovani tra i 25 e i 34 anni mostrano maggiore propensione a questa modalità d’acquisto.

vacanze onlineVIAGGIATORI SEMPRE CONNESSI

Prima dell’avvento degli smartphone era più facile disintossicarsi dalla tecnologia – concedendosi dei periodi di digital detox – nei periodi di vacanza, oggi invece sembra impensabile. Nonostante la ricerca di relax gli italiani continuano a svolgere le consuete attività online tramite smartphone e device simili. Mentre gli adulti asseriscono di continuare ad utilizzare il PC anche in vacanza (72%), giovani e donne preferiscono lo smartphone.
Impossibile dimenticare di condividere su Facebook le esperienze di viaggio: se fino a dieci anni fa le cartoline e le fotografie da mostrare a parenti e amici facevano da padrone, oggi i social media sono protagonisti incontrastati dello sharing online, in tempo reale e differita, soprattutto tra i giovani che utilizzano il mobile per oltre il 41%.


A firma di: Laura Olivazzi Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni