I sette vizi capitali da evitare nell'eCommerce: l’invidia

L'invidia è uno dei sette vizi capitali da evitare tassativamente nella definizione di un eCommerce. Ecco come costruire la giusta strategia

I sette vizi capitali da evitare nell'eCommerce: l’invidia

L’invidia è uno dei vizi peggiori perché logora e offusca la mente, impedendo di prendere decisioni sensate. Aprire un eCommerce solo perché lo ha già fatto la concorrenza è un primo passo verso il fallimento del proprio store virtuale. Il motivo? Oggi Commerce ed eCommerce sono momenti di un unico processo: il consumatore sceglie prodotti e negozi con disinvoltura, valuta, si confronta, si muove tra marketplace diversi, differenti intermediari e influencer. La multicanalità è all’ordine del giorno: passare dall’online all’offline e di device in device – pc e mobile – fa parte dello stesso processo di acquisto. Credere, quindi, di poter fare impresa online senza aver capito che net retail e omnicanalità rappresentano la realtà in cui viviamo e con cui dobbiamo misurarci significa rischiare un terribile flop.

Al contrario, pianificare la propria presenza online consapevoli che eCommerce è Commerce è fondamentale.
Avere una strategia, studiare ogni passo e adattarlo alla propria identità, ai propri obiettivi, al proprio valore significa partire col piede giusto.

Tra i passi più importanti per “vincere facile” online ci sono un business plan serio e accurato, la definizione della value proposition, l’unica in grado di renderci unici rispetto alla concorrenza, e strategie omnicanale che, oggi, sono le sole in grado di fare davvero la differenza, offrendo un’esperienza d’acquisto personalizzata.

Business plan, per iniziare con il piede giusto

La complessità dell’approdo a nuovi modelli di business digitale è nel 100% dei casi un problema di aspettative sconnesse dalla realtà. Analisi superficiali e approssimative (modello, concorrenza, value proposition), attese al di sopra delle reali opportunità di mercato, problemi organizzativi e tecnologici, (figli di una governance non qualificata), mancanza di supporto nella fase di crescita, ripianificazione costante di modello e strategie (per l’assenza di una chiara definizione a monte del progetto) sono le principali insidie che minano un’idea di e-business.
Approdare online senza aver fatto un business plan serio, a 5 anni, significa rischiare il fallimento dopo pochi mesi.

Il business plan è un vero e proprio strumento di pianificazione economica e finanziaria essenziale nella fase di startup ed essenziale per delineare il quadro dell’azienda in un orizzonte temporale preciso. Fare un business plan in modo professionale spingerà l’imprenditore a porsi le domande giuste per minimizzare le perdite e mettere a fuoco gli obiettivi aziendali.

Value proposition, affinché gli utenti scelgano proprio te

Qual è l’elemento che rende un’azienda unica per i propri clienti? Quella caratteristica che fa sì che una persona compri un prodotto piuttosto che un altro? La value proposition è una promessa di valore che un’azienda deve fare al proprio cliente e che deve costruire a partire dall’analisi del mercato di riferimento, dalla conoscenza del target e delle sue esigenze, dai punti di forza e debolezza dei concorrenti che, insieme ad un sito web che valorizzi la proposta, rappresentano i “fondamentali” per un avvio vincente. In base al valore percepito, l’utente sarà infatti più o meno disposto a fare dei sacrifici per acquistare un prodotto.

Net retail e omnicanalità: ecco il Commerce

Online e offline oggi trionfano insieme. Pensare alla propria impresa online in un’ottica che non sia omnicanale vuol dire partire con il piede sbagliato. Il consumatore non fa più distinzione tra i due mondi, anzi, salta da un canale all’altro con estrema naturalezza: si informa online e poi acquista nel punto vendita, si reca nello store fisico per testare il prodotto e utilizza l’eCommerce per ordinarlo, va nel punto vendita fisico per informarsi e poi ordina online il colore o la taglia che non ha trovato.

Internet, mobile e app sono parte integrante del processo d’acquisto. Sia che avvenga online sia che avvenga in negozio. Separare Net e Retail è un errore strategico. Nella definizione della strategia si dovrà quindi lavorare in un’ottica omnicanale, per offrire al cliente la migliore esperienza d’acquisto.


A firma di: Andrea Cappello CEO Studio Cappello
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Eventi

Ricerca evento
Le vostre Opinioni
MacroambienteI sette vizi capitali da evitare nell’eCommerce: l’invidia