OpportunityCome richiedere i voucher per la digitalizzazione delle PMI?

Come richiedere i voucher per la digitalizzazione delle PMI?

La procedura online per richiedere i voucher per la digitalizzazione delle PMI è aperta dal 30 gennaio al 9 febbraio 2018. Ecco come presentare la richiesta

Come richiedere i voucher per la digitalizzazione delle PMI?

I voucher per la digitalizzazione delle PMI sono una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che intendono avviare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico. La misura, la cui disciplina attuativa fa parte del decreto interministeriale 23 settembre 2014, prevede la concessione di un contributo di importo non superiore a 10mila euro, finalizzato all’acquisto di software, hardware e servizi specialistici. Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

Soggetti ammissibili

Il voucher per la digitalizzazione delle PMI può essere concesso in favore di micro, piccole e medie imprese, costituite in qualsiasi forma giuridica, aventi sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale e iscritte al Registro delle imprese della Camera di Commercio territorialmente competente. Inoltre, possono beneficiare del voucher le imprese operanti in tutti i settori di attività economica, ad eccezione di quelle del settore della produzione primaria di prodotti agricoli e della pesca e acquacoltura.

Gli studi professionali e i liberi professionisti possono accedere alle agevolazioni solo qualora svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione della domanda, al Registro delle imprese.

Possono accedere alle agevolazioni anche le reti d’impresa dotate di soggettività giuridica.

Spese ammissibili

Le spese per le quali è possibile richiedere i voucher per la digitalizzazione delle PMI sono suddivise per ambiti di attività e devono essere sostenute solo successivamente all’assegnazione del voucher, il quale può essere richiesto per:

  • il miglioramento dell’efficienza aziendale;
  • la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro;
  • lo sviluppo di soluzioni di eCommerce;
  • la connettività a banda larga e ultralarga;
  • il collegamento alla rete Internet mediante la tecnologia satellitare;
  • la formazione qualificata nel campo ICT del personale.

Le spese connesse alla partecipazione a corsi e all’acquisizione di servizi di formazione qualificata sono ritenute ammissibili solo se attinenti ai fabbisogni formativi strettamente correlati agli ambiti di attività.

Possono ritenersi ammissibili tutte le strumentazioni tecniche e informatiche basate su tecnologie digitali che complessivamente considerate sono in grado di assicurare un miglioramento dell’efficienza aziendale (computer e relative periferiche come monitor, stampanti, plotter, ecc., device utilizzati per uso esclusivamente aziendale come tablet, smartphone). Sono, inoltre, ammissibili le attrezzature il cui utilizzo è basato su un software dedicato che consenta la digitalizzazione del processo produttivo; in tal caso, considerata l’ammissibilità complessiva del costo del bene, il titolo di spesa deve contenere l’indicazione della componente di costo relativa al software.

Voucher per la digitalizzazione

Come richiedere i voucher per la digitalizzazione delle PMI?

Le domande possono essere presentate dalle imprese a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. La presentazione delle domande deve avvenire esclusivamente attraverso l’apposita procedura informatica, accendendo alla sezione “Accoglienza Istanze” e cliccando sulla misura “Voucher per la digitalizzazione”. Per accedere alla procedura informatica bisogna essere in possesso oltre che di una casella PEC attiva e registrata nel Registro delle imprese, anche della Carta nazionale dei servizi e del relativo PIN rilasciato con la stessa.

Le domande di agevolazioni presentate nel periodo di apertura dello sportello sono considerate come pervenute nello stesso momento e non esiste, dunque, un ordine cronologico di presentazione delle domande. Nel caso in cui le risorse disponibili a livello regionale non siano sufficienti a coprire le richieste pervenute da parte delle imprese è prevista una procedura di riparto delle risorse finanziarie in proporzione alle richieste delle imprese.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del voucher, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l’altro, i titoli di spesa. Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determina con proprio provvedimento l’importo del voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

r per la digitalizzazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Angela Rita Laganà
A cura di: Angela Rita Laganà Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni