“Vulcanicamente, dal talento all’ impresa”. Un business plan competition tra idee innovative di impresa da trasformare in Start-Up

Il presidente di Vulcanicamente, Antonio Prigiobbo, illustra l ’iniziativa finalizzata ad individuare talenti e portatori di brillanti idee imprenditoriali

“Vulcanicamente, dal talento all’ impresa”. Un business plan competition tra idee innovative di impresa da trasformare in Start-Up

Inside Marketing da voce al coach di Vulcanicamente, Antonio Prigiobbo, che ci illustra i punti fondamentali per promuovere l’ innovazione e le idee di giovani emergenti per un futuro basato sulla community e sulla novità.

Lei è stato tra i protagonisti del T-biz, evento tanto atteso dagli esperti di tecnologia del sud Italia. Quanto è importante, secondo Lei, prendere parte a manifestazioni simili e cosa l’ ha spinta a partecipare?

E’ importante partecipare perché credo che le ricette da sviluppare non siano generaliste, ma territoriali: quì vediamo tutti i soggetti del nostro territorio che in qualche modo vogliono promuovere l’ innovazione. Se non c’è una rete locale, non si può costruire una rete nazione o/ed internazionale.

Cosa mira ad offrire Vulcanicamente?

Noi siamo un programma culturale di marketing che dà alle idee di giovani (ma non solo) un’ accelerazione comunicativa. La difficoltà di una vera idea innovativa sta nella non completa comprensione da parte di tutti: il primo passo che noi facciamo è l’ accettazione, non definiamo cos’è innovazione ma creiamo un processo che metta su una sorta di palestra dei talenti, in modo che le persone si confrontino fra di loro e capiscano come moltiplicarsi prendendo spunto da una persona che ha avuto successo e usarla come modello per portare avanti la propria idea e farla crescere sempre di più.

Come mai questo marchio? Di chi è stata l’idea?

Il marchio è un “marchio bene-comune” e nasce da un progetto che ho avuto la fortuna di avviare al comune di Napoli: nasceva per sviluppare i servizi legati agli incubatori. Ho capito, però, che il bene comune non può essere legato solo a quattro mura, vuoi che c’ erano anche problemi burocratici per cui la società non permetteva di far funzionare questa gestione, mi sono fatto carico ed ho coordinato i ragazzi di Napoli in attività extra-comune, anzi, con l’ avvallo del sindaco, ho fatto diventare questo marchio un bene comune: ho fatto sì che il marchio Vulcanicamente, che è utilizzato da associazioni, università, faccia da ombrello delle idee quando si spostano dal territorio.

Quali sono secondo lei i punti di forza e quali i limiti del suo progetto?

Il progetto non è un progetto mio, ma di una community, quindi tutti sono partecipi al processo. Il punto di forza è proprio la collaborazione. Secondo me, bisogna trovare un modo per far crescere la filiera: il progetto sin ad oggi è stato sempre volontariale, cioè nessuno mai ha investito denaro per i risultati ottenuti. 

Confida in una crescita internazionale?

Noi abbiamo già una sorta di crescita internazionale, perché siamo connessi non solo con tutto il mezzogiorno e gran parte dell’ Italia, ma anche all’ estero: Londra, Parigi, città spagnole, in America con San Francisco e New York. Quindi si sono sviluppate grazie ai social media delle forti connessioni. Si sta sviluppando nell’ ultimo periodo una forte interscambiabilità fra queste connessioni: i vulcanici (così si chiamano i componenti dell’ associazione) sono stati a Vienna e Dublino, due città che hanno ospitato due grandi eventi internazionali.

Vulcanicamente ha partecipato anche al Festival del Giornalismo Giovane. Secondo Lei, è davvero fondamentale la diffusione di informazioni per le start-up emergenti?

Per far funzionare le start-up serve un ecosistema, che non è fatto solo da finanziamenti in denaro ma da giornalisti, da persone che si occupano di tutta la filiera sotto diversi aspetti. Per noi che abbiamo un’ accelerazione comunicativa, i giornalisti sono fondamentali perché creano l’ apertura sia con i vecchi che con i nuovi media.


A firma di: Martina Eboli Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
Interviste“Vulcanicamente, dal talento all’ impresa”. Un business plan competition tra idee innovative di impresa da trasformare in Start-Up